Chipmaker: WinXP mangia poca RAM

La crisi non passa ed il prezzo delle memorie continua la sua caduta libera. I produttori hanno trovato un capro espiatorio: WinXP

Roma - Sono molti i produttori di memorie RAM a lamentare il fatto che né il Pentium 4 né Windows XP abbiano avuto sul mercato delle memorie quel benefico effetto in cui un po' tutta l'industria dei microchip sperava.

La brusca frenata dell'economia mondiale, e soprattutto di quella legata all'IT, ha costretto e ancora sta costringendo molti chipmaker a vendere i propri prodotti sotto costo, una situazione che nel settore delle memorie per PC si è fatta ancora più drammatica e, in questi mesi, ha costretto alla chiusura parecchi produttori di SDRAM, soprattutto quelli di piccole e medie dimensioni.

Secondo il quotidiano taiwanese DigiTimes.com, molti fabbricanti asiatici sostengono che a tradire le loro speranze siano state le modeste richieste di sistema di Windows XP: a loro dire, inferiori alle aspettative.
Il nuovo sistemone di Microsoft richiede almeno 128 MB di RAM ma, per ottenere prestazioni ottimali, Microsoft consiglia una quantità di silicio almeno doppia. Evidentemente i produttori di memoria avrebbero desiderato che Windows XP necessitasse delle stesse risorse di sistema di una workstation grafica (traguardo dal quale, a sentire l'opinione di molti lettori, non si sarebbe neppure troppo lontani).

Secondo alcuni analisti, il problema sollevato dai produttori sta nel fatto che, con il crollo dei prezzi delle memorie in atto ormai da quasi un anno, la maggior parte degli utenti avrebbe già fatto l'upgrade del proprio PC a 128 o 256 MB di RAM: pertanto, a parere degli osservatori, non si può pretendere che Windows XP faccia miracoli.

La situazione del mercato si è poi fatta ancora più cupa dopo gli attacchi terroristici in USA e la guerra in Afganistan e, almeno per i prossimi mesi, nessuno sembra prevedere una ripresa della domanda.

Questa situazione, secondo la webzine taiwanese, avrebbe creato condizioni economiche ancor più sfavorevoli a Taiwan, dove i produttori non possono contare sulle stesse economie di scala dei colossi internazionali e dipendono, per la tecnologia, dalle aziende straniere.

Questa crisi per i consumatori si traduce invece in un'allettante occasione per caricare di RAM i propri computer: presso alcuni retailer un modulo di memoria SDRAM PC133 da 256 MB è sceso addirittura intorno alle 50.000 lire, IVA inclusa!
TAG: mercato
139 Commenti alla Notizia Chipmaker: WinXP mangia poca RAM
Ordina
  • - Scritto da: gr8wings
    > leggete questo articolo:
    > http://www.infoworld.com/articles/tc/xml/01/1
    >
    > o, in italiano :
    > http://pcpro.mondadori.com/pcpro/notizie/art0
    >
    > se xp non mangia la RAM, mangia il resto del
    > PC!


    Peccato che in entrambi gli articoli evitino accuratamente di farci sapere quanta RAM avevano i pc utilizzati per i test.
    Abbondano in particolari pressochè inutili e si dimenticano una cosa così importante... mah, diciamo una svista? Diciamolo pure...


    Byee
    Zeross
    non+autenticato


  • - Scritto da: gr8wings
    > leggete questo articolo:
    > http://www.infoworld.com/articles/tc/xml/01/1
    >
    > o, in italiano :
    > http://pcpro.mondadori.com/pcpro/notizie/art0
    >
    > se xp non mangia la RAM, mangia il resto del
    > PC!

    ma se non hai un pc ben equipagiato non installarlo
    che ce frega, ai provato linux con kde be preferisco la lentezza di xp
    non+autenticato
  • 128 Mb di ram per funzionare !!! Ma se in molti usano il computer per scrivere "ciao cara". Alla faccia del C64 Che con 64K facevi tutto. Create nuovi S.O. solo per vendere.... Il garante dei consumatori che fà ?!?
    non+autenticato
  • Vorrebebro che noi utonti si aggiornasse il Pc ogni 6 mesi ... (tempi medi di rilascio di un nuovo S.0 incompatibile con il precedente da parte di Microzzoz)

    Loro fanno il mercato e noi li andiamo dietro ?

    Adesso basta ..

    Un pc con 128 Mb di ram e un sistema non winzozz
    con un processore intorno al Ghz e sufficiente per farci girare il 90% delle applicazioni attuali.

    Non fatevi imbambolare...


    non+autenticato
  • impara l'italiano che è meglio scrivi come un assiro che è in italia per il week end
    non+autenticato


  • - Scritto da: garba
    > impara l'italiano che è meglio scrivi come
    > un assiro che è in italia per il week end

    Tutto qua ?... non ha nient'altro da dire ..
    mamma mia che tristezza.
    solo perche ho battuto in 10 secondi un testo
    e ho premuto il tasto invia.
    Tu immagiono usi la correzione automatica di ofice
    (scritto con una f sola )

    saluti e un consiglio usa il cervello e non la forma

    non+autenticato
  • - Scritto da: No_Monopoly
    > Tu immagiono usi la correzione automatica di
    > ofice
    > (scritto con una f sola )


    Qualcosa da dire contro il correttore di Office?
    Sentiamo... l'azienda che lo produce, nella mia persona, è qui che ti ascolta...


    Zeross
    non+autenticato


  • - Scritto da: Zeross
    > - Scritto da: No_Monopoly
    > > Tu immagiono usi la correzione automatica
    > di
    > > ofice
    > > (scritto con una f sola )
    >
    >
    > Qualcosa da dire contro il correttore di
    > Office?
    > Sentiamo... l'azienda che lo produce, nella
    > mia persona, è qui che ti ascolta...
    >
    >
    > Zeross
    Ascolta ascolta .. comunque nulla da obiettare..
    Sentiti un po' se lo puo implementare anche l'applet di P.I. -))))
    non+autenticato


  • - Scritto da: No_Monopoly
    .......
    > Un pc con 128 Mb di ram e un sistema non
    > winzozz
    > con un processore intorno al Ghz e
    > sufficiente per farci girare il 90% delle
    > applicazioni attuali.

    Tutto giusto, ma spiegami, quale sarebbe il 10% delle applicazioni che non riescono a girare con 128 Mb e un processore da 1GHz ????????

    Io fino all'anno scorso avevo un PII a 350 MHz con 64 Mb e ci facevo girare il 100% delle applicazioni (sia sotto Linux che sotto Windows 2000). Unica cosa e che swappava se caricavo in memoria molte applicazioni o molti documenti all'interno di una singola applicazione. Dopo che l'ho aggiornato a 192 mb di RAM ho risolto anche questo problema.

    Devo comunque dire, per onesta', che non ho trovato molte differenze fra le esigenze di Linux e quelle di Windows 2000. Una volta M$ dichiarava dei requisiti un po' sottodimensionati per convincere le persone a passare da DOS a Windows o da Win 3.10 a Win 95. Oggi mi sembra che tenda a dichiarare dei requisiti sovradimensionati. Forse per compiacere i produttori HW....

    non+autenticato
  • Io credo sinceramente che linux sia un interessante sistema operativo, ma credo che molti dei suoi sostenitori non hanno un idea chiara del mondo del lavoro, almeno quello degli uffici ( uffici pubblici, commercialisti ecc..), io sono un programmatore e il mio software finisce in questi uffici, vi assicuro che la cosa che vogliono di più sono i "fronzoli", e non hanno certo la voglia di imparare qualcosa .. (figurati come mi ha scritto qualcuno) di ricompilare un kernel... Poi parliamoci seriamente è vero che hotmail, non è gestito da un server win, ma invece il portalone msn e tutti i servizi .net, (che è sicuramente più complesso di hotmail), sono gestiti da win server.
    Insomma io credo win ha raggiunto una maturità per essere facile da usare e potente quanto linux (e più), ma questo non è il punto, il punto è un'altro non è windows o linux ... il problema è la m$ la sua politica il suo monopolio... è su questo amici utenti, sviluppatori di linux dovete creare un movimento di idee ...altrimenti la guerra è persa, io ho una bella copia di linux, e un libro che mi introduce all'utilizzo ...e sono pronto ad installarlo ...ma criticare windows sotto il profilo tecnico è stupido e inutile...

    non+autenticato


  • - Scritto da: SGABE
    > Io credo sinceramente che linux sia un
    > interessante sistema operativo, ma credo
    > che molti dei suoi sostenitori non hanno un
    > idea chiara del mondo del lavoro, almeno
    > quello degli uffici ( uffici pubblici,
    > commercialisti ecc..), io sono un
    > programmatore e il mio software finisce in
    > questi uffici, vi assicuro che la cosa che
    > vogliono di più sono i "fronzoli", e non
    > hanno certo la voglia di imparare qualcosa
    > .. (figurati come mi ha scritto qualcuno) di
    > ricompilare un kernel... Poi parliamoci
    > seriamente è vero che hotmail, non è gestito
    > da un server win, ma invece il portalone msn
    > e tutti i servizi .net, (che è sicuramente
    > più complesso di hotmail), sono gestiti da
    > win server.
    > Insomma io credo win ha raggiunto una
    > maturità per essere facile da usare e
    > potente quanto linux (e più), ma questo non
    > è il punto, il punto è un'altro non è
    > windows o linux ... il problema è la m$ la
    > sua politica il suo monopolio... è su questo
    > amici utenti, sviluppatori di linux dovete
    > creare un movimento di idee ...altrimenti la
    > guerra è persa, io ho una bella copia di
    > linux, e un libro che mi introduce
    > all'utilizzo ...e sono pronto ad installarlo
    > ...ma criticare windows sotto il profilo
    > tecnico è stupido e inutile...

    preferisco risponderti subito e a mente fresca perché so già che il tuo post genererà un flame di dimensioni spropositate (contro la tua volontà, mi sembra di capire). Il punto non è se msn o .NET siano serviti da macchine win o linux, né se Linux sia più potente di Windows; la cosa che più mi preoccupa è quella che tu dici quando accenni alla tua professione di programmatore: ormai la gente è così abituata ai fronzoli e alle iconicchie colorate che se poi un software fa bene quello che deve fare passa del tutto in secondo piano. ora, mi domando, chi può essere considerato responsabile di questa nuova non-cultura informatica? chiamatemi fissato, chiamatemi estremista, ma mi viene in mente un solo nome: William Gates III. andiamo! senza voler fare processi alle intenzioni è risaputo (non me lo invento, l'ho letto in rete) che la prima proprietà da rispettare in casa Microsoft quando si sviluppa un nuovo OS è la facilità d'uso. prestazioni e sicurezza vengono dopo. e a questo punto viene anche da chiedersi se non sia giusto distinguere, come ha detto qualcuno prima di me, tra informatica 'pura' e informatica 'di consumo'. forse è davvero improprio parlare di informatica ed essere costretti a mischiarla con l'ultimo giocattolo colorato...
    non+autenticato
  • Godzilla.. ho poco tempo percio' vedro' di concentrare in poche parole quello che penso di te dopo aver letto il tuo msg.

    NON CAPISCI UN CAZZO

    Mandi
    non+autenticato
  • - Scritto da: SGABE
    > Io credo sinceramente che linux sia un
    > interessante sistema operativo, ma credo
    > che molti dei suoi sostenitori non hanno un
    > idea chiara del mondo del lavoro, almeno
    > quello degli uffici ( uffici pubblici,
    > commercialisti ecc..), io sono un
    > programmatore e il mio software finisce in
    > questi uffici, vi assicuro che la cosa che
    > vogliono di più sono i "fronzoli", e non
    > hanno certo la voglia di imparare qualcosa
    > .. (figurati come mi ha scritto qualcuno) di
    > ricompilare un kernel...

    Beh, guarda che anche in programmi per Linux puoi mettere tutti i fronzoli che vuoi. Poi sono d'accordo con te sul fatto che negli uffici si chiede sw. per Win e non per Linux. Il piu' delle volte perche' non si conosce Linux. Ma anche quando se ne e' sentito parlare non ci si fida e magari si crede a delle voci come quella sulla compilazione del kernel (io uso Linux da 2 anni e non ho mai ricompilato il kernel).

    ...............
    > Insomma io credo win ha raggiunto una
    > maturità per essere facile da usare e
    > potente quanto linux (e più), ma questo non
    > è il punto, il punto è un'altro non è
    > windows o linux ... il problema è la m$ la
    > sua politica il suo monopolio... è su questo
    > amici utenti, sviluppatori di linux dovete
    > creare un movimento di idee ...altrimenti la
    > guerra è persa,....

    D'accordissimo. Il discorso tecnico investe anche altri aspetti come il tipo di utilizzo che si fa del PC e le preferenze personali.

    > .......io ho una bella copia di
    > linux, e un libro che mi introduce
    > all'utilizzo ...e sono pronto ad installarlo

    E che cosa aspetti ???? Sorride
    non+autenticato
  • Win 95 era un nuovo SO.
    Win 98 il suo aggiornameto
    Win 2000 la soluzione per i server
    Win XP il nuovo sistema per desktop (credo).
    A parte i nomi che danno un senso di continuità, ma Win ME come cavolo si colloca? E' un aggiornamento del 98 oppure un nuovo OS? Che cavolo l'han fatto a fare?
    non+autenticato


  • - Scritto da: batman
    > Win 95 era un nuovo SO.
    > Win 98 il suo aggiornameto
    > Win 2000 la soluzione per i server
    > Win XP il nuovo sistema per desktop (credo).
    > A parte i nomi che danno un senso di
    > continuità, ma Win ME come cavolo si
    > colloca? E' un aggiornamento del 98 oppure
    > un nuovo OS? Che cavolo l'han fatto a fare?

    niente, WinMe avrebbe dovuto essere l'ultimo aggiornamento della classe 9x (una specie di 98 3a edizione, o una via di mezzo tra 98 e 2000). ma secondo me avevano solo bisogno di soldi, perché Me non vale e non serve assolutamente a nulla.
    non+autenticato
  • però le icone son più carineSorride)))
    non+autenticato
  • Incidente di percorso.

    - Scritto da: batman
    > Win 95 era un nuovo SO.
    > Win 98 il suo aggiornameto
    > Win 2000 la soluzione per i server
    > Win XP il nuovo sistema per desktop (credo).
    > A parte i nomi che danno un senso di
    > continuità, ma Win ME come cavolo si
    > colloca? E' un aggiornamento del 98 oppure
    > un nuovo OS? Che cavolo l'han fatto a fare?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)