LinuxNews/ Linux alla conquista dei palmari

Qual'è il miglior sistema operativo per i palmari: Windows CE, Palm OS o EPOC? Ora c'è un nuovo concorrente con una marcia in più: l'Open Source

Linux anywhere, anche sui palmari. Grazie alla sua flessibilità, alla disponibilità del codice sorgente e al suo basso costo, diversi produttori stanno inserendo Linux nei loro handheld.

Compaq la scorsa estate aveva rilasciato una versione di Linux per la sua linea di palmari. La stessa azienda ha ora fondato handhelds.org, un' organizzazione no-profit il cui scopo è quello di incoraggiare e facilitare la creazione di software open-source da utilizzare sui computer handheld. Il sito è diventato un punto di riferimento del settore.

Un altro attore chiave nell'arena dei dispositivi handheld Linux è Transvirtual con il suo Pocket Linux, piattaforma GPL che permette di gestire tutte le funzionalità necessarie ad un palmare, compreso Kaffe, un'implementazione free di Java con supporto all'XML.
Inoltre produttori di PDA come VTech, Agenda Computing e Samsung stanno valutando seriamente la possibilità di rilasciare PDA basati su Linux nel 2001.

Ma c'è di più: su Brighthand [http://www.brighthand.com/html/features/linux_page1.html], ci sono tutte le istruzioni per poter provare Transvirtual's Pocket Linux OS sul vostro Compaq iPAQ Pocket PC.
E avendo l'accortezza di salvare l'immagine di Windows CE, si può anche ripristinare il palmare nel caso in cui l'installazione di Linux non vada a buon fine! State provando?

A cura di noze, Soluzioni Open-Source
TAG: hw