12 nov 2012, 18.41link html
Pare essere diventato un oggetto interessante.

In particolare:

- il così detto tree-shaking, ovvero quella fase della compilazione (in javascript per ora, in futuro pare ci saranno tool per DART nativo che permetteranno di fare il tree-shaking dello stesso codice DART) in cui tutte le parti di libreria/funzioni/variabili/ecc non usate vengono semplicemente lasciate fuori dallo script finale (che se non ho capito male diventa un unico file indipendentemente dal numero di librerie richiamate). Questo ovviamente rende più snello lo script finale e non sovraccarica la VM del browser con codice inutile.

- la possibilità di "compilare" il sorgente DART in binario (i così detti snapshot, non si tratta di vera compilazione ma di uno snapshot appunto dello stato della VM che viene poi serializzato in binario) che la VM del browser è in grado di caricare minimizzando i tempi di attesa (non è più necessario interpretare il sorgente). Gli snapshot sono comunque hardware-agnostici quindi funzionano a prescindere dal browser, dalla CPU e dal SO.

- la maggiore chiarezza e migliore struttura del linguaggio rispetto a javascript che dovrebbe aiutare parecchio non solo a capire codice scritto da altri (soprattutto su progetti condivisi fra varie persone) ma anche impedire che si facciano errori difficili da vedere (come usare variabili inesistenti, strani cast automatici, ecc).

- la possibilità di usare lato server lo stesso linguaggio che si usa per gli script lato client (per ora ancora in fase prematura forse ma già esistono moduli per Apache per supportare DART come linguaggio nativo per le applicazioni WEB https://github.com/sam-mccall/mod_dart ). Sarebbe bello infatti poter usare un linguaggio unico e meglio pensato/progettato di, per esempio, PHP ma non così verboso e rompipalle come Java.

Sarebbe anche bello avere un moduletto apache per esempio che mi permetta di caricare il file DART per gli script lato client e che si occupi da solo di fornire la versione compilata in javascript ai browser che ancora non supportano DART mentre fornire DART nativo (o meglio ancora lo snapshot binario) ai browser che invece supportano DART. (Mi chiedo se non sia il caso di suggerirlo al team di sviluppo o se ci abbiano già pensato ma siano arrivati alla conclusione che non è fattibile). Sarebbe bello infatti poter caricare il file DART e lasciare che il server WEB si arrangi, senza ulteriori complicazioni lato sviluppatore.

Voi che ne pensate? Newbie, inesperto