LibreOffice, ora con bollino Intella redazione 
24 feb 2012, 17.01
26 feb 2012, 12.17permalink
27 feb 2012, 11.01permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi25 feb 2012, 17.47permalink
25 feb 2012, 18.22permalink
25 feb 2012, 21.17permalink
25 feb 2012, 21.47permalink
27 feb 2012, 18.13permalink
26 feb 2012, 12.13permalink
26 feb 2012, 13.23permalink
27 feb 2012, 14.31permalink
27 feb 2012, 15.13permalink
27 feb 2012, 18.16permalink
26 feb 2012, 12.08permalink
Vabbè, non partecipo alla gara tra i tifosi di due progetti che, ormai, sono entrambi liberi. Mi limito a guardarli con interesse, nella speranza che riescano a farsi fuori reciprocamente, in modo che poi, se uno vorrà parlare di LibreOffice o OpenOffice, non dovrà per forza interloquire con un ebete che passa le sue giornate a cliccare "Mi piace" sui siti che parlano di Linux.

Una cosa, invece: sono io che sono limitato e non capisco l'ovvio, oppure il fatto che Intel includa LibreOffice nel suo store non ha nessunissima importanza per nessuno? No, chiedo, se sono limitato io lo accetterò...
Anonimo
uno nessuno
 
 
 
 Chiudi
Apri tutti i messaggi27 feb 2012, 10.02permalink
27 feb 2012, 12.40permalink
28 feb 2012, 15.31permalink