Storybook

Un aiuto virtuale per scrivere romanzi e novelle, programma open source gratuito per Windows e Linux

Sistema Operativo:WindowsNT-2000WindowsXpLinux
Lingua:Non in italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:16.775 KB
Click:2.572
Commenti:Leggi | Scrivi (22)
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Scrivere novelle, romanzi, storie. Incroci di personaggi, luoghi, intrighi familiari, sparizioni improvvise, pace e guerra, amore e odio, figli che vanno e vengono. Come tenere una traccia logica di tante persone e luoghi, avere un quadro d'insieme senza perdere il filo della narrazione?

Per questo motivo romanzieri, registri e fumettari (e molti altri ancora) compongono un cosiddetto "storybook", e questo è anche il nome di questa utilissima applicazione gratuita per Windows e Linux che cerca di fornire un valido aiuto a chi vuole cimentarsi nella stesura di una "storia" nella più classica delle forme.

Familiarizzare con gli strumenti offerti dal programma è fondamentale per non rimanerne invischiati, deviando la vena creativa, ed è consigliabile fare molte prove, scrivendo la propria vita sentimentale ad esempio, ed imparando ad apprezzare la rigida ma ricca struttura di Storybook.

Il programma consente di creare un archivio di personaggi, conditi da tag che ne descrivono caratteristiche, pregi e difetti, ed un archivio di luoghi, con tanto di mappe reali per rendere il tutto ancora più verosimile.

Č in grado di far controllare, ad esempio, dove sono i personaggi rispetto ad altri, chi sta dove, quando e perché. Se Tamara nel secondo capitolo va in chiesa, ad esempio, grazie a Storybook possiamo l'incongruenza della sua visita ad un tempio buddista nel quinto capitolo, a meno che non si giustifichi la conversione nel quarto. Storybook è solo uno strumento, in fondo, che aiuta a trovare una logica nella narrazione, completamente inutile se si scrivono racconti fantasy in luoghi non-luoghi che cambiano dimensione ogni tre pagine, e personaggi che cambiano sesso ad ogni colpo di tosse, sparendo senza motivo per poi riapparire nel finale come fantasmini luccicanti nel bosco.

Può rivelarsi invece molto utile per chi vuole cimentarsi nella stesura di un complesso racconto verosimile e senza errori di "struttura logica": in qualsiasi momento si può chiedere "chi è dove, e quando", con grande facilità grazie ad una interfaccia intuitiva e gradevolmente colorata.

Storybook viene distribuito gratuitamente per Windows e Linux insieme al suo codice sorgente, ed è ospitato come tanti altri progetti open source su SourceForge in tutte le sue versioni e futuri aggiornamenti. (Luca\S)
22 Commenti alla Notizia Storybook
Ordina
  • Se Tamara nel secondo capitolo va in chiesa, ad esempio, grazie a Storybook possiamo l'incongruenza della sua visita ad un tempio buddista nel quinto capitolo, a meno che non si giustifichi la conversione nel quarto.

    Il buddhismo non contempla il principio della "conversione"... quindi è assai improbabile una conversione di Tamara al buddhismo nel quarto capitolo A bocca apertaOcchiolino
  • - Scritto da: mtt in the sky
    > Se Tamara nel secondo capitolo va in chiesa,
    > ad esempio, grazie a Storybook possiamo
    > l'incongruenza della sua visita ad un tempio
    > buddista nel quinto capitolo, a meno che non si
    > giustifichi la conversione nel
    > quarto.

    >
    > Il buddhismo non contempla il principio della
    > "conversione"... quindi è assai improbabile una
    > conversione di Tamara al buddhismo nel quarto
    > capitolo A bocca aperta
    >Occhiolino

    Tamara infatti mi stava dicendo proprio ora che non si è convertita, e che va tranquillamente sia in chiesa che al tempio buddista. E' una eclettica, ma si scopre nel sesto capitolo

    ;)
    Luca\S
  • va a finire che nel nono capitolo si scopre che è un'universalista unitaria!! Occhiolino

    http://en.wikipedia.org/wiki/Unitarian_Universalis...
  • A me basta che prima o poi si scopre che è anche bi.
    non+autenticato
  • bi... bireligiosa??? Angioletto
  • - Scritto da: mtt in the sky
    > Se Tamara nel secondo capitolo va in chiesa,
    > ad esempio, grazie a Storybook possiamo
    > l'incongruenza della sua visita ad un tempio
    > buddista nel quinto capitolo, a meno che non si
    > giustifichi la conversione nel
    > quarto.

    >
    > Il buddhismo non contempla il principio della
    > "conversione"... quindi è assai improbabile una
    > conversione di Tamara al buddhismo nel quarto
    > capitolo A bocca aperta
    >Occhiolino

    Magari è andata a trovare qualcuno, no? Che ne sai se Tamara è il contatto di un dissidente cinese e si ritrovano lì per scambiarsi chiavette USB con dati protetti da TrueCrypt?

    E magari nel confessionale in Chiesa c'è in realtà un agente della NSA.

    Film di spionaggio no, eh?
    non+autenticato
  • ma infatti... io volevo solo smentire l'ipotesi di LucaS su quanto fatto da Tamara nel quarto capitolo Con la lingua fuori
    per tutto il resto, che se la veda da sola!!!! Occhiolino
  • - Scritto da: MegaJock
    > - Scritto da: mtt in the sky
    > > Se Tamara nel secondo capitolo va in chiesa,
    > > ad esempio, grazie a Storybook possiamo
    > > l'incongruenza della sua visita ad un tempio
    > > buddista nel quinto capitolo, a meno che non si
    > > giustifichi la conversione nel
    > > quarto.

    > >
    > > Il buddhismo non contempla il principio della
    > > "conversione"... quindi è assai improbabile una
    > > conversione di Tamara al buddhismo nel quarto
    > > capitolo A bocca aperta
    > >Occhiolino
    >
    > Magari è andata a trovare qualcuno, no? Che ne
    > sai se Tamara è il contatto di un dissidente
    > cinese e si ritrovano lì per scambiarsi chiavette
    > USB con dati protetti da
    > TrueCrypt?
    >
    > E magari nel confessionale in Chiesa c'è in
    > realtà un agente della
    > NSA.
    >
    > Film di spionaggio no, eh?

    magari, cosi possiamo anche ambientarlo nel 1932, anno importantissimo per l'informaticaA bocca aperta

    Luca\S
  • - Scritto da: Luca Schiavoni

    > > Film di spionaggio no, eh?
    >
    > magari, cosi possiamo anche ambientarlo nel 1932,
    > anno importantissimo per l'informatica
    >A bocca aperta
    >
    > Luca\S

    Nel 1932 non c'era nemmeno la NSA che é stata fondata 20 anni dopo. Però magari Tamara é in Giappone per conto dell'OSS. E magari prima é stata in Germania a recuperare tramite deposito morto i microfilm con i piani del Zuse Z1. I luoghi di culto sono perfetti per questo genere di lavoro, tanti posto dove nascondere il materiale e le autorità sono in genere abbastanza restie a perquisirli.

    Su, signori: dov'è la vostra immaginazione, la usate solo per inventarvi i complotti della Microsoft?Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: MegaJock
    > fondata 20 anni dopo. Però magari Tamara é in
    > Giappone per conto dell'OSS. E magari prima é

    si' ma chi e' Tamara ?!
    non+autenticato
  • Trovatemi un programma simile che sia in grado di fare l'editing collaborativo (cioè più persone sullo stesso file) e vi sarò grato in eternoOcchiolino
    Google Docs NON valeA bocca aperta
  • Provocazione a parte, mi sembra che questo programma cerchi di risolvere un non-problema di una minoranza infinitesima della popolazione.
    Oppure è vero che in Italia ci sono 10mila lettori e 10 milioni di scrittori?A bocca aperta
    Funz
    12917
  • Già, evviva il software commerciale che risolve i problemi infinitesimali della stragrande maggioranza della popolazione.

    Se non ti interessa, non scaricarlo. O vuoi dettare legge a tutti i programmatori del mondo? Mica li paghi tu.

    Quando a Dostoevskij, dobbiamo andare tutti attraversare l'Atlantico in caravella perché a Colombo andava bene così? Allora butta il frigo e torna alla ghiacciaia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MegaJock
    > Già, evviva il software commerciale che risolve i
    > problemi infinitesimali della stragrande
    > maggioranza della
    > popolazione.
    >
    > Se non ti interessa, non scaricarlo. O vuoi
    > dettare legge a tutti i programmatori del mondo?
    > Mica li paghi
    > tu.

    Ma stai calmo, adesso non si può nemmeno più criticare?

    > Quando a Dostoevskij, dobbiamo andare tutti
    > attraversare l'Atlantico in caravella perché a
    > Colombo andava bene così? Allora butta il frigo e
    > torna alla
    > ghiacciaia.

    Ma quale innovazione sarebbe? Argomento un po' di più: usare quel programmino non semplifica la vita, non è più comodo o veloce da usare rispetto a un pacco di schede cartacee e una matita. E nemmeno rispetto a una directory con un po' di files di testo dentro. Tutto imho, ovviamente...
    Funz
    12917
  • - Scritto da: Funz

    > Ma stai calmo, adesso non si può nemmeno più
    > criticare?
    >

    Una critica sarebbe far notare pecche o complicazioni inutili nel programma. Dire "a me non serve quindi è inutile" dimostra semplicemente che la tua boria è superata solo dalla tua stupidità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MegaJock
    > - Scritto da: Funz
    >
    > > Ma stai calmo, adesso non si può nemmeno più
    > > criticare?
    > >
    >
    > Una critica sarebbe far notare pecche o
    > complicazioni inutili nel programma. Dire "a me
    > non serve quindi è inutile" dimostra

    no ho detto che a chi scrive non serve, complica più la vita di quello che aiuta.

    > semplicemente che la tua boria è superata solo
    > dalla tua
    > stupidità.

    invece di insultare argomentare, grazie.
    Funz
    12917
  • - Scritto da: Funz
    > Provocazione a parte, mi sembra che questo
    > programma cerchi di risolvere un non-problema di
    > una minoranza infinitesima della
    > popolazione.
    > Oppure è vero che in Italia ci sono 10mila
    > lettori e 10 milioni di scrittori?
    >A bocca aperta

    Che ragionamento è? Sapessi quanti programmi del genere esistono! O non hai ancora preso il caffé o fai colazione con la peperonata...
    non+autenticato
  • - Scritto da: RTFM


    > Che ragionamento è? Sapessi quanti programmi del
    > genere esistono!

    Embè? Tutti programmucoli inutil iper quel che mi riguarda

    O non hai ancora preso il caffé
    > o fai colazione con la
    > peperonata...

    Vedo che tu invece ne hai preso troppo di caffè, stamattinaA bocca aperta
    Funz
    12917
  • > Embè? Tutti programmucoli inutil iper quel che mi
    > riguarda
    >

    Allora tutti i libri sono inutili, visto che agli analfabeti non servono. Torna a scaricare porno e non rompere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: RTFM
    >
    >
    > > Che ragionamento è? Sapessi quanti programmi del
    > > genere esistono!
    >
    > Embè? Tutti programmucoli inutil iper quel che mi
    > riguarda

    Continua a misurare il mondo tenendo conto solo del tuo ombelico, mi raccomando, mi sa che se avessimo usato il tuo metro, saremmo ancora fermi alle clave...

    Abbiamo capito che tu non scrivi testi più complessi della lista della spesa, però non pensare che tutti siano fermi al tuo livello.


    > O non hai ancora preso il caffé
    > > o fai colazione con la
    > > peperonata...
    >
    > Vedo che tu invece ne hai preso troppo di caffè,
    > stamattina
    >A bocca aperta

    Oggi no, l'avevo finito e ho dovuto ripiegare su un the, ma ora recupero Geek
    non+autenticato
  • > Continua a misurare il mondo tenendo conto solo
    > del tuo ombelico, mi raccomando, mi sa che se
    > avessimo usato il tuo metro, saremmo ancora fermi
    > alle
    > clave...

    LOL! Grande progresso della scrittura, questo programma!
    Da oggi siamo tutti Hemingway! Come facevamo senza?A bocca aperta


    > Abbiamo capito che tu non scrivi testi più
    > complessi della lista della spesa, però non
    > pensare che tutti siano fermi al tuo
    > livello.

    Tu cosa scrivi?
    Funz
    12917
  • - Scritto da: Funz
    > Provocazione a parte, mi sembra che questo
    > programma cerchi di risolvere un non-problema di
    > una minoranza infinitesima della
    > popolazione.
    > Oppure è vero che in Italia ci sono 10mila
    > lettori e 10 milioni di scrittori?
    >A bocca aperta

    Dostoevskij lo avrebbe usato, ma non c'era ancora. Quindi ora c'e', usiamolo. no ?Occhiolino

    magari ci fossero 10 milioni di scrittori, avremmo cose piu interessanti da leggere senza alcun dubbio!

    Luca\S