Iperius Backup

Quando il backup non č pių un problema. Gratuito, per tutte le edizioni di Windows

Sistema Operativo:WindowsXpWindows VistaWindows SevenWindows 8
Lingua:In italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:4.170 KB
Click:705
Commenti:Leggi | Scrivi (13)
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Un backup per ogni esigenza e tante esigenze per un solo backup. Configurare correttamente un piano di salvataggio dati che soddisfi tutti i requisiti necessari non sempre è un'operazione semplice. Bisogna quindi affidarsi a soluzioni che siano sufficientemente professionali per non rischiare la perdita di dati importanti. Allo stesso tempo, la scelta deve ricadere su software che non pesino troppo sui budget personali o dell'attività. Iperius Backup risulta essere la giusta via di mezzo fra affidabilità e costo, a tal punto che nella versione base è offerto agli utenti in modo gratuito.

Al contrario di quanto si possa pensare, la versione gratuita di Iperius Backup presenta delle caratteristiche di completezza che rendono il software adatto ad ogni condizione di utilizzo.

Subito c'è da notare che il software gratuito è pienamente compatibile con Windows 8 e con Windows Server 2012, e supporta la copia diretta su backup su NAS e RDX, dischi esterni USB, la compressione zip dei backup, i backup incrementali, la schedulazione, le notifiche via email, illimitate operazioni di backup, illimitate destinazioni ed elementi di origine, l'esecuzione di script esterni, i file di log, il supporto multilingua, i filtri avanzati e l'autenticazione automatica nelle condivisioni di rete.

Poi le versioni a pagamento (Essential, Advanced Tape, Advanced Cloud e Full), che partono da 69 euro, aggiungono la protezione della configurazione, la copia dei permessi, l'aggiornamento automatico, la sincronizzazione, l'esecuzione del programma come servizio, il Disaster Recovery, la copia dei file aperti e in uso, il backup su Tape DAT, LTO, USB, ecc e il backup sui servizi cloud come Google Drive, SkyDrive e DropBox e la cifratura AES 256 bit.

L'utilizzo dell'applicativo è alla portata di tutti, fin dall'installazione, che si rivela facile e veloce. Una volta scaricato l'eseguibile, infatti, è sufficiente un doppio clic su di esso per far partire il setup.

Un clic su OK imposta la lingua italiana come idioma di installazione e programma.



Quattro clic su Avanti e uno si Installa permettono di procedere con l'installazione, che si conclude con un clic su Fine e l'apertura del programma.



Ora, è sufficiente cliccare sul pulsante Crea nuovo backup per impostare un nuovo piano di salvataggio dati. Con un clic su una delle prime due icone laterali è possibile aggiungere un'intera cartella di origine (prima icona in alto) o un singolo file (seconda icona). La finestra per l'aggiunta di una cartella consente non solo di individuare la risorsa sul PC in uso, ma anche dalla rete LAN, anche con l'uso di un account per l'accesso. Inoltre è possibile aggiungere filtri, escludere determinate sottocartelle o utilizzare particolari variabili.





Un clic su avanti consente di definire la destinazione del backup. Nella versione gratuita è disponibile solo la prima icona per un backup in formato ZIP su un'unità del PC o della rete.



Qui è possibile scegliere la tipologia di backup (completo con copia di tutti i file, completo con aggiornamenti o incrementale), specificando il numero di copie. Sempre qui è opportuno definire una compressione ZIP del backup con protezione tramite password. La cifratura è disponibile nelle versioni a pagamento.

Un clic su OK e su Avanti consentono di procedere verso le Opzioni, dove impostare alcune delle proprietà del backup.



Un altro clic su Avanti consente di pianificare le operazioni di backup definite.



Ed ancora, con Avanti si va sul pannello dove poter configurare la notifica delle email.



Cliccando nuovamente su Avanti e procedendo nel wizard, l'utente ha a disposizione una serie di impostazioni per definire il comportamento del programma prima e dopo l'esecuzione del backup.



L'ultimo Avanti apre una finestra di Riepilogo, da confermare con OK. Il backup impostato verrà mostrato nella finestra principale. Con un clic destro sull'operazione di backup mostrata, si accede a un menù contestuale, da cui è possibile avviare il backup, modificarne le impostazioni, eliminarlo, rinominarlo, duplicarlo o addirittura agire manualmente sul file di configurazione, per permettere agli utenti esperti una programmazione più fine del backup stesso.





Sempre dalla schermata principale, è possibile visualizzare le opzioni generali del programma, cliccando sul pulsante a forma di cacciavite e chiave inglese. Un clic sull'icona accanto, invece, consente di accedere ai report e ai file di log dei backup effettuati.



Un clic sulla prima icona in alto a destra permette di attivare in prova la versione Full, attivando così tutte le funzionalità mancanti nella versione gratuita, per saggiarne la qualità e la facilità d'uso.
Infine, dal pannello Restore, è possibile eseguire il recupero dei backup effettuati.

Insomma, il software risulta utile sia all'utente professionale e agli amministratori di sistema sia al neofita che intende mettere al sicuro i documenti e i file più importanti. La presenza del wizard che guida l'utente nella definizione del backup semplifica notevolmente il lavoro, lasciando comunque agli esperti la possibilità di metterci mano secondo competenza. (G. Barbieri)
13 Commenti alla Notizia Iperius Backup
Ordina
  • Cito testualmente dal sito ufficiale: <<Iperius Backup Full è la soluzione completa per la protezione di ambienti server. Grazie alla sua flessibilità e ricchezza di funzioni, nonchè ai servizi professionali di Online Storage e Web Console, è la scelta ideale per tutti i sistemi Windows Server 2008/2003 e Server 2012. Immagine del disco, backup a caldo di file in uso (VSS), backup di macchine virtuali VMware ESXi e di qualsiasi database, backup online FTP/Cloud, backup su NAS e Tape LTO>>

    Molte funzioni però sono "cross-edition", quindi non è facile individuare quale serve e quale no. certo la full ha un costo elevato anche se sembra la licenza sia lifetime, la free non ha tutto, ma se uno poi compra la desktop a 29 euro e poi vuole passare ad una versione superiore potrà farlo ?
    non+autenticato
  • Provato e secondo me il miglior software di backup per windows 8. se vedete il sito italiano www.iperiusbackup.it si capisce che ci sono molt funzioni anche se sulla free alcune importanti mancano.
    Comunque va veramente bene, molto configurabile stabilissimo e leggero, il pc non se ne accorge proprio.
    non+autenticato
  • io l' ho usato e mi sembra la copia uscita male di uranium backup con una nuova veste grafica
    non+autenticato
  • Iperius Backup
    bocciato senza appello:
    1) è software proprietario (=non si sa cosa fa...)
    2) la versione gratuita, al contrario di quanto ERRONEAMENTE affermato nell'articolo, è privo di alcune tra le funzionalità assolutamente indispensabili perché un software del genere possa essere utilizzato, anche per un utente "domestico" (mancano: copia dei permessi, sincronizzazione, esecuzione come servizio, disaster recovery, copia dei file aperti e in uso)

    e dire che ci sono tanti software liberi che fanno tutto e meglio...

    qualche esempio (tutti basati sull'ottimo rsync):
    - FreeFileSync
    http://sourceforge.net/projects/freefilesync/
    - BackupPC
    http://backuppc.sourceforge.net/info.html
    - Grsync
    http://www.opbyte.it/grsync/

    ecc. ecc.
    non+autenticato
  • Sai leggere? Dall'articolo:

    "Subito c'è da notare che il software gratuito è pienamente compatibile con Windows 8 e con Windows Server 2012, e supporta la copia diretta su backup su NAS e RDX, dischi esterni USB, la compressione zip dei backup, i backup incrementali, la schedulazione, le notifiche via email, illimitate operazioni di backup, illimitate destinazioni ed elementi di origine, l'esecuzione di script esterni, i file di log, il supporto multilingua, i filtri avanzati e l'autenticazione automatica nelle condivisioni di rete.

    Poi le versioni a pagamento (Essential, Advanced Tape, Advanced Cloud e Full), che partono da 69 euro, aggiungono la protezione della configurazione, la copia dei permessi, l'aggiornamento automatico, la sincronizzazione, l'esecuzione del programma come servizio, il Disaster Recovery, la copia dei file aperti e in uso, il backup su Tape DAT, LTO, USB, ecc e il backup sui servizi cloud come Google Drive, SkyDrive e DropBox e la cifratura AES 256 bit."

    Quindi c'è chiaramente scritto nell'articolo quali sono i limiti della versione gratuita.

    Poi per il resto che dici, potrebbe anche starci...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dovresti leggere prima...
    > Sai leggere? Dall'articolo:
    >
    > "Subito c'è da notare che il software gratuito è
    > pienamente compatibile con Windows 8 e con
    > Windows Server 2012, e supporta la copia diretta
    > su backup su NAS e RDX, dischi esterni USB, la
    > compressione zip dei backup, i backup
    > incrementali, la schedulazione, le notifiche via
    > email, illimitate operazioni di backup,
    > illimitate destinazioni ed elementi di origine,
    > l'esecuzione di script esterni, i file di log, il
    > supporto multilingua, i filtri avanzati e
    > l'autenticazione automatica nelle condivisioni di
    > rete.
    > Poi le versioni a pagamento (Essential, Advanced
    > Tape, Advanced Cloud e Full), che partono da 69
    > euro, aggiungono la protezione della
    > configurazione, la copia dei permessi,
    > l'aggiornamento automatico, la sincronizzazione,
    > l'esecuzione del programma come servizio, il
    > Disaster Recovery, la copia dei file aperti e in
    > uso, il backup su Tape DAT, LTO, USB, ecc e il
    > backup sui servizi cloud come Google Drive,
    > SkyDrive e DropBox e la cifratura AES 256
    > bit
    ."

    > Quindi c'è chiaramente scritto nell'articolo
    > quali sono i limiti della versione gratuita.

    eh ma, peccato solo che nell'articolo c'è scritto anche tutto il contrario di questo: Al contrario di quanto si possa pensare, la versione gratuita di Iperius Backup presenta delle caratteristiche di completezza che rendono il software adatto ad ogni condizione di utilizzo ...

    eh!? caratteristiche di completezza???
    per cui, vedi tu chi è fra noi che non ha letto bene...

    > Poi per il resto che dici, potrebbe anche
    > starci...

    già Occhiolino
    non+autenticato
  • Quali di questi tool consentono il bare metal disaster recovery?
    non+autenticato
  • - Scritto da: sardonico
    > Quali di questi tool consentono il bare metal
    > disaster recovery?

    http://redobackup.org/
    non+autenticato
  • - Scritto da: ma dai
    > 1) è software proprietario (=non si sa cosa fa...)
    Debuggato con OllyDbg, ti confermo che fa tutto quello che viene detto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > - Scritto da: ma dai
    > > 1) è software proprietario (=non si sa cosa
    > fa...)
    > Debuggato con OllyDbg, ti confermo che fa tutto
    > quello che viene
    > detto

    AHAHAHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAH! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Sicuro, e per fare il debug di un'applicazione e vedere tutto quelli che fa tu ci metti mezz'ora, certo, come no!

    Amico mio, tu non sai come si usa Ollydbg e non sai neanche cosa sia il reverse engineering. Per "vedere tutto quello che fa" con il reverse engineering ci metti molto più che leggendo il codice sorgente, vedi bene quanto puoi aver "visto tutto quello che fa" con Ollydbg!


    Semplicemente ri-di-co-lo! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ridicolo
    > AHAHAHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAH! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > Sicuro, e per fare il debug di un'applicazione e
    > vedere tutto quelli che fa tu ci metti mezz'ora,
    > certo, come
    > no!
    >
    > Amico mio, tu non sai come si usa Ollydbg e non
    > sai neanche cosa sia il reverse engineering. Per
    > "vedere tutto quello che fa" con il reverse
    > engineering ci metti molto più che leggendo il
    > codice sorgente, vedi bene quanto puoi aver
    > "visto tutto quello che fa" con
    > Ollydbg!
    >
    >
    > Semplicemente ri-di-co-lo! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Figliolo, è chiaro che non ho fatto tutto in mezz'ora, ma a tempo debito, ovvero quando venni a conoscenza di questo software
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > - Scritto da: ma dai
    > > 1) è software proprietario (=non si sa cosa
    > fa...)

    Debuggato con OllyDbg, ti confermo che -oltre a tutto quello che viene detto- il software introduce alcune modifiche inattese su alcuni cluster non usati e cerca di trasmettere dati cifrati su connessioni remote non ben identificate...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo Bianchi
    > Debuggato con OllyDbg, ti confermo che -oltre a
    > tutto quello che viene detto- il software
    > introduce alcune modifiche inattese su alcuni
    > cluster non usati e cerca di trasmettere dati
    > cifrati su connessioni remote non ben
    > identificate...
    Non mi sembra di aver visto nulla del genere, potresti indicarmi gli offset di queste istruzioni malevole?
    non+autenticato