Google: noi rispettiamo i diritti d'autore

Il motore di ricerca getta acqua sul fuoco riguardo all'indicizzazione dei contenuti giornalistici: siamo dalla parte degli autori, le nostre iniziative sono tutte a loro vantaggio. Ora si tratta di convincerli

Mountain View (USA) - Google ha deciso di esprimersi in merito alla polemica sulla possibile violazione del diritto d'autore da parte dei propri servizi d'indicizzazione di contenuti testuali. Le dichiarazioni ufficiali dei portavoce del motore di ricerca, pubblicate sul blog ufficiale dell'azienda, vogliono sottolineare l'approccio di Google nei confronti dell'editoria online: l'imperativo, in questo caso, è: rispetto totale dei diritti d'autore.

David Eun, uno dei vicepresidenti di Google, ha voluto difendere il principio di libera indicizzazione dei contenuti pubblicati su Internet. Secondo Eun, infatti, l'indicizzazione e l'organizzazione delle informazioni su Internet rientra pienamente nel cosiddetto fair use e non lede in alcun modo i diritti dei rispettivi autori. "Ad ogni modo, anche se la nostra attività è pienamente legale", ha dichiarato Eun, "rispettiamo sempre le decisioni degli editori, qualora non volessero che i loro contenuti siano indicizzati".

Editori di tutto il Mondo si sono più volte infuriati contro il re dei motori di ricerca ed hanno persino ideato un protocollo identificativo per evitare che Google possa indicizzare contenuti in maniera totalmente libera. Il conflitto tra editoria e Google è sempre acceso, nonostante i portavoce dell'azienda di Mountain View abbiano più volte ricordato che assecondare l'obiettivo del più importante search engine di Internet, ovvero "organizzare l'informazione globale", significa avere visibilità.
I progetti di Google per l'editoria non si limitano a Google News, motore di ricerca per contenuti giornalistici e "lanci" d'agenzia. Il colosso californiano ha lanciato il controverso Book Search, un servizio che offre pubblicamente la consultazione limitata di libri digitalizzati protetti da speciali sistemi DRM.

Malgrado l'impiego di questi sistemi per garantire il rispetto del diritto d'autore, l'iniziativa di Google ha scatenato l'ira dei più importanti editori nordamericani. Questo perché la digitalizzazione dei tomi avviene in modo quasi arbitrario, senza che Google richieda esplicitamente agli autori un'autorizzazione a procedere.

Non mancano comunque numerose istituzioni ed aziende che credono in Book Search. In Europa, ad esempio, editori come Giunti, De Boeck e Springer hanno autorizzato immediatamente la libera indicizzazione dei loro volumi. Recentemente, l'Università Complutense di Madrid ha messo a disposizione di Google l'intera biblioteca accademica, tra le più grandi di tutta la Spagna.

Tommaso Lombardi
9 Commenti alla Notizia Google: noi rispettiamo i diritti d'autore
Ordina


  • - Scritto da:
    > http://tinyurl.com/eekcj
    ma dai è pazzesco!
  • Le uova d'oca sono ottime. Nutrienti. Sono piu' grosse... e anche l'oca domestica puo' produrne in quantita' pari a quelle di gallina.

    Pero' quando l'oca fa l'uovo sta zitta, o emette un timido "qua".

    La gallina quando fa il suo ovetto... strilla come un'aquila (e guardando il becco che ha, i rostri e gli artigli con cui fa strage di vermi, ma anche serpi e vipere si capisce che un tempo non era il pacifico pennuto da cortile che ora e') e tutti se ne accorgono.

    La morale?
    Hai mai trovato uova d'oca al supermarket?

    Che c'entra con google?

    C'entra: se non hai visibilita' finisci come le uova dell'oca, ignorato da tutti.

    >GT<
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 settembre 2006 12.09
    -----------------------------------------------------------
  • Dopo questa frase piu' che eloquente :
    ""Ad ogni modo, anche se la nostra attività è pienamente legale", ha dichiarato Eun, "rispettiamo sempre le decisioni degli editori, qualora non volessero che i loro contenuti siano indicizzati"."

    Se tanto mi da tanto, anche "sconfiggere" google in questa battaglia non portera' a nulla, anzi...
    Google potrebbe sempre decidere di non indicizzare piu' alcuni tipi di contenuti...

    eheh, poi vallo a spiegare agli utenti come mai il tuo sito non si trova su google...
    non+autenticato
  • Al limite basterebbe far funzionarte robot.txt al contrario... indicizzazione esplicita invece che implicita. Un po' meno immediata ma comunque fattibile no?


    - Scritto da:
    > Dopo questa frase piu' che eloquente :
    > ""Ad ogni modo, anche se la nostra attività è
    > pienamente legale", ha dichiarato Eun,
    > "rispettiamo sempre le decisioni degli editori,
    > qualora non volessero che i loro contenuti siano
    > indicizzati"."
    >
    > Se tanto mi da tanto, anche "sconfiggere" google
    > in questa battaglia non portera' a nulla,
    > anzi...
    > Google potrebbe sempre decidere di non
    > indicizzare piu' alcuni tipi di
    > contenuti...
    >
    > eheh, poi vallo a spiegare agli utenti come mai
    > il tuo sito non si trova su
    > google...
  • Ma per caso hai scoperto ieri il funzionamento del robot.txt? Ti sei esaltato talmente tanto per la scoperta, che adesso vai in giro con una maglietta con scritto "usate robot.txt" ? I tuoi interventi sono sempre uguali...

    News: "Opportunity scatta nuove foto di un cratere su marte"
    Alessandrox: "Ah, se usasse Robot.txt, gli verrebbero anche belle nitide..."

    Andrea

    - Scritto da: Alessandrox
    > Al limite basterebbe far funzionarte robot.txt al
    > contrario... indicizzazione esplicita invece che
    > implicita. Un po' meno immediata ma comunque
    > fattibile
    > no?
    >
    >
    > - Scritto da:
    > > Dopo questa frase piu' che eloquente :
    > > ""Ad ogni modo, anche se la nostra attività è
    > > pienamente legale", ha dichiarato Eun,
    > > "rispettiamo sempre le decisioni degli editori,
    > > qualora non volessero che i loro contenuti siano
    > > indicizzati"."
    > >
    > > Se tanto mi da tanto, anche "sconfiggere" google
    > > in questa battaglia non portera' a nulla,
    > > anzi...
    > > Google potrebbe sempre decidere di non
    > > indicizzare piu' alcuni tipi di
    > > contenuti...
    > >
    > > eheh, poi vallo a spiegare agli utenti come mai
    > > il tuo sito non si trova su
    > > google...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma per caso hai scoperto ieri il funzionamento
    > del robot.txt? Ti sei esaltato talmente tanto per
    > la scoperta, che adesso vai in giro con una
    > maglietta con scritto "usate robot.txt" ? I tuoi
    > interventi sono sempre uguali...
    >
    >
    > News: "Opportunity scatta nuove foto di un
    > cratere su
    > marte"
    > Alessandrox: "Ah, se usasse Robot.txt, gli
    > verrebbero anche belle
    > nitide..."
    >
    > Andrea

    Fin quando c'è gente in giro che va dicendo che i motori di ricerca rubano le pagine, mi sembra utile ripeterlo fino allo sfinimento.
    non+autenticato
  • Se editori e giornalisti sono ignoranti come CAPRE (e pure spesso trattano di tecnologia e informazione, *da ignoranti*) o in malafede (una terza via non e' data, logicamente) e non conoscono o non vogliono usare i robot.txt, se non ne vogliono sapre di tag appositi che cosa ci possiamo fare?
  • No gli editori sperano in questo:

    http://today.reuters.com/news/articlenews.aspx?typ...

    Aspetta e spera!
    non+autenticato