Il Google con la rete intorno

di Luca Schiavoni - Guardiamo il mondo da una finestra e pensiamo di averlo visto tutto. Ma non è così, troppo spesso ce lo dimentichiamo. La vita della rete, la sua crescita e le sue ossessioni, spesso sfuggono anche all'occhio più abile

Roma - Google non è Internet. Sfatiamo il mito, togliamo il poster dalla cameretta. Non lo è mai stato, non voleva esserlo, non può e non potrebbe mai esserlo. Parola di un fan sfegatato di uno dei migliori motori di ricerca esistenti. Perché in fondo solo questo è, basterebbe ricordarselo sempre.

Porre Google al centro dell'universo Web, pensare che sia uno specchio fedele ed aggiornatissimo di quel che succede ed esiste in Rete, è un errore che commettiamo in tanti. Google nacque in modo affascinante, crebbe in modo stupefacente, resiste e regna in modo invidiabile. Ma tutto questo non lo trasforma in quello che non può essere, ovvero il contenitore di tutto quel che esiste su Internet.

Sempre più spesso, ed è un vizio frutto di pigrizia, si dà per scontato che "se c'è su Internet c'è su Google", e viceversa. Un errore pericoloso, derivato forse dalla percezione comune dei media in generale. Ovvero "se lo dice la Tv, allora è vero" o "l'ho letto sul giornale, quindi è successo".
Google è uno specchio deformante che mostra alcuni aspetti della rete tacendone altri, fermo restando che è un ottimo strumento per recuperare velocemente, e spesso precisamente, moltissime informazioni e dati. Ma Google non è Internet, esattamente come l'anagrafe o l'Istat non sono l'Italia, né possono rappresentarla e mostrarla nella sua completezza e varietà.

Affidarsi completamente ad uno strumento (di ricerca automatica) o pensare che esso possa sostituirsi alla ricerca umana, alla curiosità umana, è un errore ormai talmente comune e diffuso da costituire un ostacolo culturale alla comprensione e all'approccio alla Internet di oggi. Non è un caso se proprio in questi giorni fa notizia la pubblicazione di una lista ragionata delle 100 alternative a Google. Suona quasi come un avvertimento per i nuovi arrivati e un reminder per gli utenti più vecchi, anche per quelli dell'epoca pre-google.

La home di BigGChe si parli di censure o di filtri, o di aggiramenti dei suoi algoritmi (vedi Googlebombing ma non solo) Google non lesina dimostrazioni dei propri limiti, eppure a volte semplicemente non ce ne accorgiamo, travolti come siamo dall'efficienza generalmente molto elevata dei suoi servizi.

Forse è il caso di dircelo: Google non è il centro di gravità permanente di Internet, ma lo è e lo diventa se milioni di utilizzatori lo eleggono Re Sovrano ed infallibile. Ed oggi uscire dagli indici di Google per un sito, soprattutto per un sito commerciale, significa non esistere. Non usare i servizi di Google per un webmaster è pressoché impensabile, se ha a cuore la visibilità del proprio lavoro. Questo qualcosa significa: rivalutare il ruolo di quello che non è più solo un motore di ricerca dovrebbe venire spontaneo a chiunque conosca ed utilizzi la Rete nel suo reale insieme, incontrollabile e non indicizzabile da nessun algoritmo per quanto accurato e preciso possa essere.

Dovremmo ricordarcelo più spesso. I ragazzi di Mountain View possono comprare i newsgroup, ravanare immagini e notizie, portare il mondo sul desktop con Google Earth, darci email da 100 Gb, creare strumenti migliori di quelli esistenti per quel che riguarda aste, ricerca sul desktop, gadget, e via dicendo. Ma non possono, non ancora, sostituire la Rete. Internet è la fuori e per "navigarla" davvero non basta neppure il più straordinario dei servizi di ricerca. Come da una finestra, per quanto grande sia, non si può ammirare tutto il paesaggio, allo stesso modo Google mostra solo quel che vede. Che troppo spesso diventa tutto ciò che vediamo noi tutti.

"Spegni la televisione, fatti una passeggiata" consigliano i nonni, per un giorno al mese chiudi Google e fatti un giro per la Rete senza babbo G, consiglio io. C'è tutto un mondo là fuori, usando Google tendiamo a dimenticarlo.

Luca Schiavoni
62 Commenti alla Notizia Il Google con la rete intorno
Ordina
  • L'acquisizione a suo di miliardi di YouTube dimostra come il pesce grosso abbia sempre più fame.
    Google è IL motore di ricerca. E finché svolge al meglio il proprio compito si merita il primato.

    Ma stiamo parlando di un'azienda che controlla di fatto la nostra visione di internet, che gestisce la posta di centinaia di migliaia di utenti, che diventa sempre più influente.

    Quello che spaventa è l'assenza di spirito critico. Gmail è un ottimo servizio ma usa le nostre mail a scopi pubblicitari (analizzandone le parole chiave e fornendo poi pubblicità mirata). Una roba del genere, fatta da altri avrebbe suscitato indignazione.
    non+autenticato
  • andatevi a leggere

    http://mail.google.com/mail/help/more.html

    associano le parole chiave individuate nelle nostre email al nostro IP, per fornire pubblicità.
    Certo che AdSense è potente e draga soldi. Certo che ci daranno anche 100Gb di spazio. Nel mondo della pubblicità il bene più prezioso è la nostra privacy. Google lo vende worldwide.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > andatevi a leggere
    >
    > http://mail.google.com/mail/help/more.html
    >
    > associano le parole chiave individuate nelle
    > nostre email al nostro IP, per fornire
    > pubblicità.
    > Certo che AdSense è potente e draga soldi. Certo
    > che ci daranno anche 100Gb di spazio. Nel mondo
    > della pubblicità il bene più prezioso è la nostra
    > privacy. Google lo vende
    > worldwide.


    E non l'hai capito dal 1' giorno di Gmail ???
    non+autenticato
  • Agli albori, prima di G usavo i metamotori, che como approcio concettuale sono molto interessanti.

    Io inserisco una domanda e loro la inviano a tot motori di ricerca, comparano i vari risultati e mi mostrano il risultato finale eliminando i doppioni. Qualcuno li conosce od usa?

    I crawler sono i bot su cui si basano i motori, mi sono sempre chiesto, xkè non sia possibile crearne uno personalizzato.

    Mi spiego meglio: quando inserisco una ricerca in G lui mi risponde con quello che i suoi bot hanno trovato nel suo database. Vorrei invece creare una ricerca e lanciarla sul web, poi che so dopo 3/4 gg o magari settimane il mio presonale bot dopo aver scandagliato la rete mi da un risultato. Conoscete qualcosa di simile (se fattibile tecnicamente)?

    saluti
  • Secondo me l'articolo e' dovuto a uno o piu' dei seguenti motivi :

    -Schiavoni e' una schiappa ad indicizzare il suo sito su google, e quindi ne dice peste e cornaA bocca aperta

    -P.I. ha perso rank su google, e ora si vendicaCon la lingua fuori

    -Qualcuno amico di qualcuno ha aperto un motore di ricerca altenativo a google, e ora lo si vuol mettere in luce, magari proponendolo in modo spammone tra i commenti Ficoso

    -Le major hanno capito che google indicizza contenuti a loro sgraditi, e quindi stanno facendo pressione per mettere in riga i siti d'informazione Sorpresa



    Troll occhiolino


    Sor' Schiavoni scherzo eh !Occhiolino l'articolo e' interessante Sorride , anch'io spesso uso altri motori fuori dal buon google, specie quando i contenuti che cerco software libero o opinioni su questioni molto trattate dai media (che affollano SEMPRE le prime pagine di google, tarpando gli altri risultati).
    non+autenticato
  • Certo che google non è tutto internet. Ma andare a fare una passeggiata su internet non ci porta lontano! Google invece è come un aereo, ci permette di fare il giro del mondo in tempi così rapidi che, a piedi, non sarebbe neanche umanamente possibile.

    E' bella tutta la poesia sulla mente umana superiore alla ricerca automatica. Ma è una balla. Nessuno potrebbe mai scandagliare internet "a mano". Con google si. E se la mente umana è superiore, lo è proprio perché inventa gli strumenti tecnici (leggi google) per sopperire ai suoi limiti
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Certo che google non è tutto internet. Ma andare
    > a fare una passeggiata su internet non ci porta
    > lontano! Google invece è come un aereo, ci
    > permette di fare il giro del mondo in tempi così
    > rapidi che, a piedi, non sarebbe neanche
    > umanamente
    > possibile.


    Ciao Ezechiele, hai fatto un esempio perfetto.

    Il mondo dall'aereo non lo vedi. Arrivi da una parte all'altra. A piedi lo vedi, conosci la gente, i posti, il cibo, etc.

    Non solo. Dall'aereo non vedi nulla, se non quel piccolo rettangolo di cielo. Gia' dal treno vedi di piu, dall auto di piu, in moto te lo godi quasi tutto.

    > E' bella tutta la poesia sulla mente umana
    > superiore alla ricerca automatica. Ma è una
    > balla. Nessuno potrebbe mai scandagliare internet
    > "a mano". Con google si.

    Ma e' come se io ti porto a visitare Roma. Posso conoscerla bene, evitarti perdite di tempo. Ma come disse un mio amico che va spesso in India... li' ognuno vede e trova "la propria India". Non c'e' guida che tenga.

    Google non e' l unico motore che scandaglia la rete, esistevano ed esistono altri mezzi e motori. La quantita' di materiale invisibile a Google e' superiore a quella indicizzata da Google.

    Quindi e' una guida si, ma una guida Michelin. La trattoria buona, che non si pubblicizza (ad esempio) non la trovi

    la troverai solo col passaparola, o camminando a piedi nella rete. o nei vicolettiOcchiolino

    E se la mente umana è
    > superiore, lo è proprio perché inventa gli
    > strumenti tecnici (leggi google) per sopperire ai
    > suoi
    > limiti

    ma la mente umana non crea strumenti perfetti, e temo chi pensa e crede veramente che quello sia un motore perfetto, una guida completa, un sistema indispensabile. arghOcchiolino

    Luca\S

    ps - prima di google molto spesso si usava navigare perdendo tempo a rovistare nei link proposti dai vari siti, partendo magari da un sito o due trovati in una directory. Cercavi notizie su San Gimignano ? Dal sito di San Gimignano arrivavi a scoprire un apicultore, e da li la storia del miele, e dal sito del miele ad altri siti relativi. In questo modo sicuramente non trovi SUBITO quel che credi che stai cercando, ma scopri la rete per quel che e', ovvero un insieme enorme e in-indicizzabile di contenuti e persone.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 febbraio 2007 17.51
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: lucaschiavoni
    > - Scritto da:
    > > Certo che google non è tutto internet. Ma andare
    > > a fare una passeggiata su internet non ci porta
    > > lontano! Google invece è come un aereo, ci
    > > permette di fare il giro del mondo in tempi così
    > > rapidi che, a piedi, non sarebbe neanche
    > > umanamente
    > > possibile.
    >
    >
    > Ciao Ezechiele, hai fatto un esempio perfetto.
    >
    > Il mondo dall'aereo non lo vedi. Arrivi da una
    > parte all'altra. A piedi lo vedi, conosci la
    > gente, i posti, il cibo, etc.
    >
    >
    > Non solo. Dall'aereo non vedi nulla, se non quel
    > piccolo rettangolo di cielo. Gia' dal treno vedi
    > di piu, dall auto di piu, in moto te lo godi
    > quasi tutto.
    >
    >
    > > E' bella tutta la poesia sulla mente umana
    > > superiore alla ricerca automatica. Ma è una
    > > balla. Nessuno potrebbe mai scandagliare
    > internet
    > > "a mano". Con google si.
    >
    > Ma e' come se io ti porto a visitare Roma. Posso
    > conoscerla bene, evitarti perdite di tempo. Ma
    > come disse un mio amico che va spesso in India...
    > li' ognuno vede e trova "la propria India". Non
    > c'e' guida che tenga.
    >
    >
    > Google non e' l unico motore che scandaglia la
    > rete, esistevano ed esistono altri mezzi e
    > motori. La quantita' di materiale invisibile a
    > Google e' superiore a quella indicizzata da
    > Google.
    >
    > Quindi e' una guida si, ma una guida Michelin. La
    > trattoria buona, che non si pubblicizza (ad
    > esempio) non la
    > trovi
    >
    > la troverai solo col passaparola, o camminando a
    > piedi nella rete. o nei vicoletti
    >Occhiolino
    >
    > E se la mente umana è
    > > superiore, lo è proprio perché inventa gli
    > > strumenti tecnici (leggi google) per sopperire
    > ai
    > > suoi
    > > limiti
    >
    > ma la mente umana non crea strumenti perfetti, e
    > temo chi pensa e crede veramente che quello sia
    > un motore perfetto, una guida completa, un
    > sistema indispensabile. argh
    >Occhiolino
    >
    > Luca\S
    >
    > ps - prima di google molto spesso si usava
    > navigare perdendo tempo a rovistare nei link
    > proposti dai vari siti, partendo magari da un
    > sito o due trovati in una directory. Cercavi
    > notizie su San Gimignano ? Dal sito di San
    > Gimignano arrivavi a scoprire un apicultore, e da
    > li la storia del miele, e dal sito del miele ad
    > altri siti relativi. In questo modo sicuramente
    > non trovi SUBITO quel che credi che stai
    > cercando, ma scopri la rete per quel che e',
    > ovvero un insieme enorme e in-indicizzabile di
    > contenuti e
    > persone.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 01 febbraio 2007 17.51
    > --------------------------------------------------

    Mai pensato di proporti come net-divulgatore magari in un programma serale-notturno che ne so' a LA7 o su RAI3? Scrivi e pensi in maniera lucida e coincisa su argomenti decisamente stimolanti. Possibile che nessuno te l'abbia mai proposto? Imbarazzato

    Ciao, mr_setter

    LV&P Angioletto
  • ...che ti pervade l'animo in certi momenti........si,sono tornato indietro di dodici anni quando la Digital,quella dei potentissimi Alpha,creo' lo straordinario Altavista il primo grande motore di ricerca che ci fece assaggiare insieme al compagno Netscape il primo web nel vero senso della parola.Gia' tutto questo e' oramai storia ma chissene,la pagina di default di FF l'ho   appena riassegnata ad una nuova vecchia gloria.....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)