markvp

Guardium, il terrore della prima linea

Nuova realizzazione di soldato-robot da parte della difesa israeliana. Autonomo, vista notturna, software sofisticato, uso di armi, rotte preimpostate e, se si vuole, comando manuale à la arcade game

Roma - Porta 300 chili di carico senza discutere, fa turni di oltre 24 ore senza stancarsi, vede a 360 gradi e svolge i servizi più disparati grazie alla flessibilità del proprio software. Sa usare perfettamente le armi e lo può comandare anche un infante che sappia usare la PlayStation.

Difesa a Tel AvivCos'è? È Guardium, il nuovo robot-soldato sviluppato da G-nius Unmanned Ground System per il Ministero della Difesa israeliano. Si muove su quattro ruote ma funziona esattamente come un soldato vero: può sostituire un milite reale in moltissime missioni, riducendo il rischio di perdita di vite umane.

Esattamente come molti droni (velivoli privi di pilota), Guardium agisce sotto il controllo di una postazione remota, distante dalla linea del fronte operativo. Può montare telecamere aggiuntive, visori notturni ed altri sensori, nonché impiegare strumenti letali come armi automatiche.
Seguendo rotte preimpostate può girare da solo per le città: sa perfettamente come agire al cospetto di incroci, traffico e gomitoli di strade. Può sorvegliare confini, scandendoli a 360 gradi con le telecamere rotanti e avvertire l'operatore se rileva qualcosa di anomalo. Non meno importante, non ha mai sonno, non ha una famiglia che rischia di abbandonare e, in caso di perdita, "robot vuol dire non dover scrivere una lettera di condoglianze", dice John Pike, direttore della think tank Globalsecurity.org.

La console di comando è un perfetto arcade-game: due grandi schermi, un joystick e due pedali, uno per accelerare e uno per frenare. Il tutto a disposizione dell'operatore, qualora fosse opportuno prenderne il controllo manualmente.

Stavolta non si tratta di un concorso, come accaduto a Singapore, o di insettoidi dall'aspetto sinistro. Pochi ed ermetici sono i commenti dei generali israeliani: hanno riferito solo che ancora non è operativo, null'altro. L'unico mezzo simile sinora attivo è quello impiegato per pattugliare la zona smilitarizzata che separa le due Coree. Ma rispetto ai primi esemplari simili, sviluppati da Samsung per la Corea, costa di più: ci vogliono 600 mila dollari (circa 385 mila euro) per averne uno e il prezzo varia a seconda del software in dotazione.

Marco Valerio Principato

(Fonte immagine)
37 Commenti alla Notizia Guardium, il terrore della prima linea
Ordina
  • Ma se adesso non ci rimettono nemmeno i soldati cosa dissuaderebbe certi dall'essere sempre in guerra?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darshan
    > Ma se adesso non ci rimettono nemmeno i soldati
    > cosa dissuaderebbe certi dall'essere sempre in
    > guerra?

    E la guerra del futuro, baby: i paesi ricchi faranno battaglie di robottoni ipertecnologici, quelli più poveri tornei di Scorched 3D e quelli proprio scrausi, ma non per questo meno ingegnosi e bellicosi, zuffe coi machete e tornei di crobots su Olivetti M24 dismessi dalle poste! Idea!GeekCylonAngiolettoCon la lingua fuoriFicosoA bocca apertaTroll di tutti i colori
    non+autenticato
  • Suffice:

    "Può sostituire un milite reale in moltissime missioni, riducendo il rischio di perdita di vite umane."

    "nonché impiegare strumenti letali come armi automatiche."
    non+autenticato
  • e lì dove li si vuole mandare c'è gente molto povera.

    e si sa che la povertà aguzza l'ingegno.

    e si sa che l'unica apparecchiatura informatica inviolabile è quella spenta.


    ergo: prevedo che in questi posti la caccia al drone possa diventare un nuovo sport nazionale, non certo privo di pericoli ed emozioni, ma anche arricchito da interessanti risvolti di natura economica!
  • Penso che 600k dollari siano troppi, se gli mandi contro
    1000 soldati, anche che ne faccia fuori 200, questi costano
    meno, anzi, non gli paghi la pensione così lo stato va in attivo.

    se costassero 500$ forse forse ma quei tre zeri di troppo
    lo rendono inutile
    non+autenticato
  • - Scritto da: Be&O
    > Penso che 600k dollari siano troppi, se gli mandi
    > contro
    > 1000 soldati, anche che ne faccia fuori 200,
    > questi
    > costano
    > meno, anzi, non gli paghi la pensione così lo
    > stato va in
    > attivo.
    >
    > se costassero 500$ forse forse ma quei tre zeri
    > di
    > troppo
    > lo rendono inutile

    non vedi il punto:
    meglio 200 soldati che tra obbedire e pararsi il culo sanno bene cosa scegliere (e quindi questo comporta anche dei limiti tattici da pianificare: non puoi dire agli omini "attaccate frontalmente! tanto siete in mille anche se ne cadono 200 l'80% di voi torna a casa!"), o uno di questi cosi che lo telecomandi dove cazzo vuoi? E' ovvio che all'inizio "dove cazzo vuoi" significherà proprio "dove un soldato non vuole andare manco morto". Però vista da questa prospettiva 600k$ il robottone li vale tutti.

    Però la mia questione era un'altra, faccio un esempio: in un paese povero, il paese nemico a te ti punta contro droni di questo tipo, sei costretto a trovare una tattica per annientarli. Posto che prima o poi, anche a costo di vite umane, ci riescono a trovare un modo: vuoi che questo modo non si diffonda tra tutti i civili e mercenari in possesso di skills e strumenti all'altezza?
    Metti che riesci a recuperare il 20% dei pezzi funzionanti (ipotizziamo che dei 600k$ il 33% sia il costo delle parti e il resto sia progettazione e assemblaggio, quindi 200k$), il 20$ di 200k$ sono 40k$, mica noccioline! Anche che le vendi a 1/10 ci guadagni un fottìo. (dipende da quanto ti costa il materiale per abbatterlo e il tempo impiegato...)

    Inoltre si possono usare queste parti per assemblare qualche cosa di pericoloso dall'altra parte, e anche questa può essere una fonte di reddito!
  • ma che vi siete fumati? ammoniaca condensata?

    Evidentemente non avete idea di quanto costi un qualunque mezzo, da un autoblindo a un elicottero, o quanto costi addestrare e mantenere un soldato.

    I tempi di ammortamento di quei 600k$ sarebbero pressoché istantanei... per non parlare del risparmio in vite umane dell'esercito attaccante (e l'aumento di quello che i droni non li ha... ma si sa che la guerra è un'idiozia alla base, e non è il discorso di questo articolo).

    Riguardo alla caccia al drone... rispondo LOL. A parte che si tratta di droni da guerra, non di modellini della De Agostini: chi si avvicinasse con intenzioni ostili sarebbe probabilmente attaccato alla stregua di un nemico.

    E ammesso e non concesso che un drone venga catturato... non credi che il software preveda anche quel minimo di sicurezza che lo renda inutilizzabile se non da chi di dovere?

    Probabilmente solo un emp potrebbe stoppare tali droni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: An Onimo
    > ma che vi siete fumati? ammoniaca condensata?
    >

    no sai com'è, passare la notte con tua mamma assorbe molte energie.

    ah, per la cronaca, se ti sei offeso la prossima volta evita di offendere te per primo...

    > Evidentemente non avete idea di quanto costi un
    > qualunque mezzo, da un autoblindo a un
    > elicottero, o quanto costi addestrare e mantenere
    > un
    > soldato.
    >
    > I tempi di ammortamento di quei 600k$ sarebbero
    > pressoché istantanei... per non parlare del
    > risparmio in vite umane dell'esercito attaccante
    > (e l'aumento di quello che i droni non li ha...
    > ma si sa che la guerra è un'idiozia alla base, e
    > non è il discorso di questo
    > articolo).
    >

    ma se leggi attentamente il mio post ti accorgi che sfondi una porta aperta...


    > Riguardo alla caccia al drone... rispondo LOL. A
    > parte che si tratta di droni da guerra, non di
    > modellini della De Agostini:

    lol. come se le tecnologie militari non fossero mai state violate prima d'ora...

    > chi si avvicinasse
    > con intenzioni ostili sarebbe probabilmente
    > attaccato alla stregua di un
    > nemico.
    >

    e infatti chi vuoi che gli si avvicini?
    oltretutto, se rileggi bene il mio post, prevedo che all'inizio sarà il drone ad avvicinarsi, ad infliggere perdite alla fazione opposta, e a costringerla a trovare una soluzione per renderli inoffensivi o distruggerli. Di certo all'inizio non ci si avvicina un pirla qualsiasi.
    Una volta trovato il modo, se è semplice vedrai come si diffonde in fretta. E prima o poi un modo non tanto difficile si trova. All'inizio magari qualcosa di rozzo, semplici esplosivi e via a recuperare i rottami.

    > E ammesso e non concesso che un drone venga
    > catturato... non credi che il software preveda
    > anche quel minimo di sicurezza che lo renda
    > inutilizzabile se non da chi di
    > dovere?
    >

    sì, tutti i moderni sistemi operativi hanno delle features simili, ciononostante sai bene che di inviolabile esistono solo le macchine spente (per sempre). E' solo una questione di tempo, per le persone giuste.

    >
    > Probabilmente solo un emp potrebbe stoppare tali
    > droni.

    anche semplicemente un razzo o una mina. O magari basta ingannare l'operatore in qualche modo e far avvicinare il drone in una buca-trappola (con giochi di specchi si può far vedere al drone una persona che è da tutt'altra parte, tanto per fare un esempio, se la qualità della cam è abbastanza scarsa da permettere questo inganno).
    Non credo che per far fuori robocop ci sia bisogno di una bomba elettromagnetica alimentata da un generatore a compressione di flusso (che comunque esiste e parrebbe funzionare, voci girano che siano state usate in iraq x zittire delle tv). Dopodiché loro costruiranno la versione 1.1, farà le sue vittime, verrà di nuovo scoperto il suo punto debole, ecc.
  • Ah, come si vede che abbiamo tutti giocato a lungo a C&C/Warcraft...Occhiolino
    non+autenticato
  • Proporrò di ordinarne 10.000 da schierare ai confini, più altri 2.000 per evitare che ciò che sta a Sud del Tevere cerchi di risalire!
    Idea!CylonFicosoTroll occhi di fuoriA bocca aperta

    Certo, poter usare l'Etna sarebbe più ecologico, ma purtroppo non si possono far apparire vulcani a piacimento nei posti desiderati...
    :( Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Posso pilotarne uno io, Maestro? Angioletto
    non+autenticato
  • Il Tevere???? Ma stai scherzando? Vorrai dire a sud del Po, spero... A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gingione
    > Il Tevere???? Ma stai scherzando? Vorrai dire a
    > sud del Po, spero...
    >A bocca aperta

    Sto diventando troppo buono, sarà la vecchiaia! AngiolettoA bocca aperta
    non+autenticato
  • Creare un drone in grado di ammazzare il prossimo NON mi pare un buon inizio se non vuoi scrivere lettere...di un certo tenore.
    Diciamo che in futuro chi potra' mandera' i droni a spakkarsi mentre chi non potra' verra' spakkato dai droni.
    Inutile negare che l'utilizzo SENSATO di certi oggetti tecnologici favorisce e non e' negativo.
    Peccato pero' che chi finanzia certe ricerche non sia una ONLUS...
    Ma la domanda a cui rispondere e':visto che pare impossibile finirla con le guerre e i morti ammazzati, preferisci sia un drone a cercare la soluzione (scusate la rima) o TUO FIGLIO?!
    Scusate la schiettezza, la mia idea e' mandare un drone nei luoghi dove non puoi nemmeno piu' camminare per paura di essere o violentata o derubata o entrambe le cose...lo doterei non di armi ma di un unico , veloce, possente, vibratore...anale!
    Rivoglio la mia citta', la rivoglio come un tempo in cui lasciare la porta del tuo negozio aperta era la prassi e nessuno si azzardava a derubarti.
    Ma il problema non sono i droni ma la VOLONTA' di rendere questo paese veramente ben gestito.Chi puo' legiferare pensa solo a se stesso e nel farlo crea leggi aborto che rendono di fatto il nostro paese un posto ottimo per coltivare la malavita e far schiattare le persone oneste.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Creare un drone in grado di ammazzare il prossimo
    > NON mi pare un buon inizio se non vuoi scrivere
    > lettere...di un certo
    > tenore.
    > Diciamo che in futuro chi potra' mandera' i droni
    > a spakkarsi mentre chi non potra' verra' spakkato
    > dai
    > droni.
    > Inutile negare che l'utilizzo SENSATO di certi
    > oggetti tecnologici favorisce e non e'
    > negativo.
    > Peccato pero' che chi finanzia certe ricerche non
    > sia una
    > ONLUS...
    > Ma la domanda a cui rispondere e':visto che pare
    > impossibile finirla con le guerre e i morti
    > ammazzati, preferisci sia un drone a cercare la
    > soluzione (scusate la rima) o TUO
    > FIGLIO?!
    > Scusate la schiettezza, la mia idea e' mandare un
    > drone nei luoghi dove non puoi nemmeno piu'
    > camminare per paura di essere o violentata o
    > derubata o entrambe le cose...lo doterei non di
    > armi ma di un unico , veloce, possente,
    > vibratore...anale!
    > Rivoglio la mia citta', la rivoglio come un tempo
    > in cui lasciare la porta del tuo negozio aperta
    > era la prassi e nessuno si azzardava a
    > derubarti.
    > Ma il problema non sono i droni ma la VOLONTA' di
    > rendere questo paese veramente ben gestito.Chi
    > puo' legiferare pensa solo a se stesso e nel
    > farlo crea leggi aborto che rendono di fatto il
    > nostro paese un posto ottimo per coltivare la
    > malavita e far schiattare le persone
    > oneste.

    mettiamola cosi;

    mandi un tuo drone solo se hai i soldi, altrimenti combatti in prima persona.

    andrà a finire (dall'inizio) cosi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)