KDE 4, vicina l'ora del riscatto?

Gli sviluppatori di KDE hanno rilasciato la prima beta di KDE 4.1, una versione del celebre desktop environment open source che promette di redimere KDE 4 dalle lacune e dai difetti della versione 4.0

Roma - Con un altro passo verso il processo di maturazione di KDE 4, la comunità del draghetto verde Konqui ha rilasciato la prima versione beta di KDE 4.1. Nei piani degli sviluppatori questa release renderà finalmente giustizia alle innovazioni e all'usabilità di KDE 4, consegnando nelle mani degli utenti quello che avrebbe dovuto essere, ma non è stato, KDE 4.0.

Rispetto alle precedenti versioni alpha, KDE 4.1 Beta1 (nome in codice Caramel) si rivolge ad un pubblico più vasto, fatto di sviluppatori ma anche di semplici utenti che desiderano toccare con mano le novità di questa nuova release.

La novità più visibile di KDE 4.1 è data dal rinnovato e più maturo desktop Plasma, che fa ora piazza pulita del supporto alle icone: in altre parole, l'utente non sarà più in grado di visualizzare le icone delle unità disco o delle applicazioni più utilizzate direttamente sul desktop. Questa scelta, spiegata qui dal project leader di Plasma, Aaron Seigo, va verso una nuova filosofia d'utilizzo del desktop.
La dipartita del supporto alle icone è stata in qualche modo bilanciata dall'introduzione di una nuova applet che consente di visualizzare sul desktop, senza l'ingombrante interfaccia del file manager Dolphin, il contenuto di qualsiasi cartella, inclusa quella Desktop: massimizzando le dimensioni di tale finestra, e sfruttando il supporto alle trasparenze di Plasma, è possibile simulare il buon vecchio desktop a icone. Ma le funzionalità, secondo Seigo, sono ora ben maggiori: tra queste, la possibilità di filtrare i tipi di file, vedere cartelle remote, cancellare e copiare file, aprire contemporaneamente più viewer di cartelle.

"Si tratta di un'altra serie di passi che si allontanano dal sistema file-centrico e vanno verso un sistema più flessibile, che vi consentirà di lavorare nel modo che volete voi piuttosto che in quello impostovi dal computer", ha commentato lo sviluppatore di KDE.

Il Plasma di KDE 4.1 porta poi con sé un miglior look and feel, un maggior numero di applet e una più elevata configurabilità.

Plasma



Nella nuova versione di KDE fa ritorno Kontact e l'intera suite di applicazioni KDE PIM (Personal Information Management), che con l'occasione sono state migliorate in vari aspetti. Fa poi la sua comparsa Akonadi, il sistema centralizzato per la gestione dei dati delle applicazioni di PIM (come KOrganizer e KMail), e Dragon Player, un lettore multimediale basato sulla nuova API Phonon. Le altre novità più importanti sono illustrate in questo comunicato, dove si trovano anche i link ai pacchetti precompilati di KDe 4.1 Beta1 per Linux, Windows e Mac OS X.

Il rilascio della versione finale di KDE 4.1 è stato fissato per il 29 luglio, sei mesi dopo il debutto della release 4.0. Oltre che sul sito ufficiale, è possibile seguire lo sviluppo del noto desktop environment anche sul sito KDE Italia.
165 Commenti alla Notizia KDE 4, vicina l'ora del riscatto?
Ordina
  • Occupa troppo spazio e praticamente non fa niente più di un launcher per cartelle.
    Sarebbe preferibile un applet stile cassetto o in alternativa fornirgli qualche funzione in più senza dover chiamare in causa dolphin.
    Nel complesso trovo criticabile anche il contorno delle varie applet: troppo pacchiane, troppo grosse.

    Ah le barre dove alloggiare la roba sono veramente brutte stilisticamente.
  • Occupa troppo spazio, è simile a windows, è lento bla bla bla.
    Se parliamo della serie 3.x vi dico che non lo avete usato per più di 10 minuti, visto che è possibile settare ogni singolo aspetto del desktop. Per quello che riguarda la release 4.0, è stata rilasciata in maniera affrettata.
    In questi giorni ho testato (giusto per evitare di parlare per sentito dire come fa quasi tutta la gente qui, noto) l'svn della versione 4.1. Posso dire che le feature segate nella 4.0 ora ci sono, la stabilità per ora è lontana ma ci sono altri due mesi di tempo prima della release.
    Quando questo avverrà finalmente potrete riprendere a settare ogni singolo parametro del vostro desktop, per cucirvelo addosso.
    Evitiamo critiche gratuite fatte senza cognizione di causa.
    Scusate lo sfogo, ma non ne posso più dei commenti su questa news.
    non+autenticato
  • dopo aver provato la 4.0, che altro non era che un'emerita presa per il culo, aspetterò almeno un paio d'anni per ritentare a guardare kde. Non capisco veramente cosa l'abbiano rilasciata a fare, non era nemmeno una beta, e tutti a dire su ai crash di vista, ma per favore. Mi tengo stretta la semplice stabilità e pulizia di gnome.
    non+autenticato
  • Pienamente d'accordo.
    Anni fa ho fatto la strada inversa, ho abbandonato gnome per le comodità di KDE.

    Ora che mi sono riabituato a gnome sarà duro che ritorni a KDE.

    Anche se però la voglia di testarla è tanta.
    non+autenticato
  • Nemmeno io riesco a capire perche' KDE abbia coscientemente scelto di fare una simile figura di PALTA rilasciando un obbrobrio amatoriale spacciandolo per nuova release di KDE.

    E pensare che la revisione 3 era cosi' pratica ed evoluta.
  • Anche secondo mè è meglio GNOME. KDE mi sembra troppo simile a windows.
    non+autenticato
  • Sul Mac del mio capo, per cercare un numero di telefono che aveva salvato in una e-mail.
    A parte che è andato in Crash appena avviato parallel, costringendomi a spegnere brutalmente il sistema SU SUO STESSO CONSIGLIO, ma fortunatamente non ho dovuto lavorarci sopra per più di 10 minuti, visto che l'avrei scaraventato giù dalla finestra, come altre volte in cui ho dovuto mettervi le mani e constatare che quel pc (dato che altro non è che un pc con una forma un po' particolare) doveva stare ovunque, fuorchè in un ufficio commerciale.
    Non amo Microsoft, ma preferisco 10.000 volte Xp a OsX.
    Spero che KDE 4 riesca a creare una sorta di "ponte" che vada dove sta la virtù, ovvero nel mezzo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2008 16.25
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: stefdragon
    > Sul Mac del mio capo, per cercare un numero di
    > telefono che aveva salvato in una
    > e-mail.
    > A parte che è andato in Crash appena avviato
    > parallel, costringendomi a spegnere brutalmente

    E che c'entra parallel per leggere la mail ?
    bah
    non+autenticato
  • > E che c'entra parallel per leggere la mail ?
    > bah

    Ah perchè parallel non è il programma di Mac Os per leggere ed inviare e-mail?A bocca aperta
    Non sono uno sprovveduto, peccato che per gestire correttamente gli impegni, le convocazioni e le riunioni, utilizziamo i tickets e il calendario di Outlook.
    E avendo le licenze MsOffice03 per Windows, non ci penso nemmeno a dare altri soldi a Ms per prendere la licenza per Mac, ho preferito virtualizzare una licenza di Xp e installarci sopra Office. Anche perchè mettere in dominio il Mac su una rete 99,99% Win2000, XP e 2003 Server significa crearsi un problema, ma lui ha voluto il Mac per il suo ufficio... e che fare, ci si adatta...

    Per la cronaca: Il mio capo ha usato MacOsX per 3 giorni, ora appena accende il Mac fa partire Parallel.
    Ha cercato di utilzzare Iphoto e qualche altro programma, per poi iniziare ad imprecare dicendo "ma l'ho comprato a fare sto coso! Adesso lo prendo a pugni!!!"Sorride
  • io a casa ho Mac OS X (Leopard) mentre al lavoro mi tocca XP... inutile dire che preferisco di gran lunga Mac, un sistema che fa quello che deve senza rompere i cosiddetti agli utenti (con crash che rendono il sistema instabile, deframmentazioni, virus, trojan, dialer e quant'altro)
    non+autenticato
  • - Scritto da: fabio

    > deframmentazioni, virus, trojan, dialer e
    > quant'altro)

    Si deframmenta anche hfs+.
    Di virus non ce ne sono attualmente solo perchè non è una piattaforma diffusa.
    Di exploit possibili tramite le applicazioni fornite ce ne sono tanti quanti gli altri sistemi operativi.
    In compenso safari non ha neanche un filtro anti phishing e mediamente gli utenti os x sono sprovveduti come pochi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: fabio
    > io a casa ho Mac OS X (Leopard) mentre al lavoro
    > mi tocca XP... inutile dire che preferisco di
    > gran lunga Mac, un sistema che fa quello che deve
    > senza rompere i cosiddetti agli utenti (con crash
    > che rendono il sistema instabile,
    > deframmentazioni, virus, trojan, dialer e
    > quant'altro)

    La tua risposta è sincera e tra quella che ho letto non da Fanboy Apple. Come ripeto io non amo Xp nè sono di parte, sono solo un constatatore di fatti!Occhiolino
    Non metto becco sul fatto che soffra di meno crash di Xp, poichè non utilizzandolo regolarmente posso giudicare.. a me è capitata questa cosa, subito avviato MacOs, questo mi ha chiesto di "Spegnere tramite il tasto posto sul retro, premendo per 3 secondi, per risolvere un grave crash di sistema"... L'evoluzione del Bsod? E meno male che non crashava mai...Sorride
    Per virus, trojan, ecc... è questione di tempo, a breve anche i Mac avranno bisogno di antivirus, dipende dal grado di diffusione che raggiungeranno, e quando i produttori di antivirus vorranno incrementare le proprie vendite.
    Giustamente tu ti trovi meglio a lavorare su Mac, io su Xp, e dico solo che fai bene perchè giustamente hai trovato la tua interfaccia ideale... Ma da qui a dire che c'è un abisso tra i due sistemi operativi, non ci metterei la mano sul fuoco! Su Vista non mi esprimo, inutilizzabile in molti ambiti. Kde e Gnome stanno migliorando non poco, e iniziano a diffondersi soprattutto grazie alle varie Ubuntu e compagnia!
  • Non ho capito cosa c'entra parallel però sono d'accordo che spotlight può solo migliorare... come sistema di ricerca per i file è poco preciso e incasinato.
    non+autenticato
  • Ho appena usato una Ferrari...
    ...che mi ha prestato il mio capo, per andare a prendere la mia ragazza che abita in campagna, dopo un comodo sterrato di 10 km.
    A parte che la coppa dell'olio è andata in crash sulla prima pietra, costringendomi a chiamare un carro attrezzi SU SUO STESSO CONSIGLIO, ma fortunatamente non ho dovuto guidarla per più di 10 minuti, visto che l'avrei scaraventata giù da un burrone, come altre volte che ho dovuto mettervi le mani e constatare che quell'auto (dato che altro non è che un'auto con una forma un po' particolare) doveva stare ovunque, fuorchè in una strada sterrata.
    Non amo Fiat, ma preferisco 10.000 volte una Panda a una Ferrari.

    Tutto questo per dire... sempre la solita storia: non spendi neanche più di 10 minuti per abituarti a un sistema operativo diverso e imparare a usarlo e lo valuti non in base alle sue caratteristiche ma in base all'azione di avviare outlook su parallels per scaricare la posta??? ma il tuo post è uno scherzo o era serio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: il signor rossi
    > Ho appena usato una Ferrari...
    > ...che mi ha prestato il mio capo, per andare a
    > prendere la mia ragazza che abita in campagna,
    > dopo un comodo sterrato di 10
    > km.
    > A parte che la coppa dell'olio è andata in crash
    > sulla prima pietra, costringendomi a chiamare un
    > carro attrezzi SU SUO STESSO CONSIGLIO, ma
    > fortunatamente non ho dovuto guidarla per più di
    > 10 minuti, visto che l'avrei scaraventata giù da
    > un burrone, come altre volte che ho dovuto
    > mettervi le mani e constatare che quell'auto
    > (dato che altro non è che un'auto con una forma
    > un po' particolare) doveva stare ovunque, fuorchè
    > in una strada
    > sterrata.
    > Non amo Fiat, ma preferisco 10.000 volte una
    > Panda a una
    > Ferrari.
    >
    > Tutto questo per dire... sempre la solita storia:
    > non spendi neanche più di 10 minuti per abituarti
    > a un sistema operativo diverso e imparare a
    > usarlo e lo valuti non in base alle sue
    > caratteristiche ma in base all'azione di avviare
    > outlook su parallels per scaricare la posta??? ma
    > il tuo post è uno scherzo o era
    > serio?

    Bello, il sarcasmo è calzante al 100%. Inoltre condivido in toto.
    non+autenticato
  • > Tutto questo per dire... sempre la solita storia:
    > non spendi neanche più di 10 minuti per abituarti
    > a un sistema operativo diverso e imparare a
    > usarlo e lo valuti non in base alle sue
    > caratteristiche ma in base all'azione di avviare
    > outlook su parallels per scaricare la posta??? ma
    > il tuo post è uno scherzo o era
    > serio?

    Carino il tuo Post, peccato che per te quella che è una Ferrari, per me è un macinacaffè di bella presenza!!!A bocca aperta
    Sai, il problema è che qui in azienda ci muoviamo tutti troppo bene con Xp, e se devo dirti la verità tutti questi Crash, problemi, rallentamenti non li vedo.. anzi!
    Il mio capo (purtroppo quando un oggetto ti piace, se sei il capo te lo puoi permettere!) usa Mac da 1 anno e mezzo e non fa che lamentarsi. Mi ha chiesto di installare Parallels perchè non ne poteva più di Mac Os, e ora utilizza solo Xp virtualizzato. L'unica cosa che gli interessava in fondo, era la forma. La sostanza non piace nè a me, nè a lui.
    Ho 15-20 minuiti al giorno per aggiornarmi un po' qui su PI e sui vari siti, per il resto devo mettermi lì e preparare database, organizzare backup, ma soprattutto tirare in piedi il nuovo Gestionale. Di conseguenza, hai ragione, non ho tempo nè voglia di mettermi ad imparare a usare il Mac, in fondo l'ho già fatto con Linux dato che mi sono trovato a gestire server Slackware, Red Hat Enterprise e Debian Like. Ma quando ho cercato di sostiutirlo sul mio Desktop, dopo 2 settimane sono passato alla virtualizzazione di Xp, per poi tornarvi definitivamente.
    Se perdessi 2 giorni per prendere confidenza con i programmi, e dopo 2 giorni rispondessi che non mi è possibile aprire il gestionale perchè l'applicativo va installato su Windows, e non posso aprire il database commesse perchè lavora condiviso in Access, e altre varie fregnacce, il titolare anzichè il Mac, lancerebbe giù me dalla finestra.
    Per me resta, rimane e deve rimanere un giocattolo da salotto. Punto. Non ne voglio vedere più uno in ufficio. Ma questa è solo la mia opinione, e potrebbe cambiare in futuro.

    Ah e comunque, tanto per chiudere...
    SCAMBIERESTI LA TUA FERRARI CON LA MIA?A bocca aperta
  • parliamoci chiaramente uso linux principalmente per i miei servers ma sviluppo
    le webapps solo ed esclusivamente su Apple OS X.
    e questo per una semplice ragione
    i desktop linux fanno schifo.
    con questo non sto denigrando la comunita open source dico solo che forse ci vorrebberto piu artisti del free software in quanto questi window manager hanno l'appeal di una scacazzata di vacca.
    Linux sui server va bene ( FreeBSD/OpenBSD è meglio ) ma perfavore lasciate perdere i desktop che non li sapete fare anche perchè non potete permettervi di pagare degli artisti
    o gente che lavora sull'usabilità come il grande Stiv Jobz.
    non+autenticato
  • Ma ancora c'è gente al mondo che nel 2008 trova comodo osx?
    non+autenticato
  • - Scritto da: nonsenepuop iu
    > Ma ancora c'è gente al mondo che nel 2008 trova
    > comodo
    > osx?

    Si ma non certo per svilupparci webapps o applicazioni con xcode!
    non+autenticato
  • - Scritto da: next
    > Si ma non certo per svilupparci webapps o
    > applicazioni con
    > xcode!

    Infatti io uso TextMate che per inciso piscia in testa a vi e a emacs messi insieme
    :)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zago
    > - Scritto da: next
    > > Si ma non certo per svilupparci webapps o
    > > applicazioni con
    > > xcode!
    >
    > Infatti io uso TextMate che per inciso piscia in
    > testa a vi e a emacs messi
    > insieme
    >Sorride

    Eh beh... paragone perfetto!
    non+autenticato
  • Questo perchè non li sai usare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zago
    > parliamoci chiaramente uso linux principalmente
    > per i miei servers ma sviluppo
    > le webapps solo ed esclusivamente su Apple OS X.
    > e questo per una semplice ragione
    > i desktop linux fanno schifo.

    Affermazione insensata. Se non li usi, non puoi giudicarli.

    > perfavore lasciate perdere i desktop
    > che non li sapete fare anche perchè non potete
    > permettervi di pagare degli artisti
    > o gente che lavora sull'usabilità come il grande
    > Stiv Jobz.

    Alla fine del tuo blateramento, sei in grado di scrivere qualche frase che abbia un contenuto?
    Cosa non ti piace?
    Cosa non funziona?
    Di quali DE stai parlando?
    Li hai provati tutti?
  • Don't feed the troll.
    non+autenticato
  • Cio' che ho potuto constatare nell'evoluzione di kde dagli albori ad ora, e' stata la mutazione dell'ambiente kde, che nelle prime versioni era praticamente clonato dal windows coevo (pur con le dovute differenziazioni), con la mutazione graduale fino al 4.0 che apparentemente e' un morphing col Macosx. La convergenza bilaterale e bidirezionale (non l'uguaglianza) tra kde e macosx non si ferma ad alcune apparenze dell'ambiente grafico ma anche dall'esperienza di uso fino alla scelta di alcune soluzioni particolari (faccio un esempio: safari->webkit=khtml<-konqueror ) ed alcune direzioni intraprese che fanno dirigere lo sviluppo dei due forse sullo stesso scenario.

    Non mi sorprende percio' che kde sia via via piu' apprezzato man mano che assomiglia sempre piu' a macosx...
    non+autenticato
  • Mi spieghi perchè molte distro (come ubuntu) tendono a darti come dm principale gnome invece che kde?
    C'è qualche problema di licenza o copyright o semplicemente gnome è quello che gli utenti preferiscono?
    non+autenticato
  • Per mio figlio di 7 anni ho installato kubuntu 8.04 con kde4, molto buono e robusto resiste agli assalti quotidiani del piccolo pirata bulldozer senza fare una piega. ubuntu ha gnome, kubuntu ha kde e xubuntu ha xfce; non capisco la domanda... comunque ho dato una risposta.
    non+autenticato
  • > C'è qualche problema di licenza o copyright o
    > semplicemente gnome è quello che gli utenti
    > preferiscono?

    Comunque si c'e' qualche problema:
    GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza Gnu,
    mentre QT base di kde e' frutto di progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibile, qualche problemino come vedi c'e' e non si tratta di preferenza, perche' secondo me le preferenze degli utenti piu' produttivi sta in kde, mentre per i meno smaliziati c'e' gnu. Punti di vista, ma una base di verita' per il problema sulle licenze e copyright c'e' !!
    non+autenticato
  • grazie, era questo che non capivo.
    Non mi pare che kubuntu e xubuntu siano "spinte" da canonical quanto ubuntu, ma forse mi sbaglio.
    Se kde4 è così buono perchè la distro principale di canonical è basata su gnome?
    non+autenticato
  • Forse perché KDE è leggermente più pesante di Gnome.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Juppe
    > Forse perché KDE è leggermente più pesante di
    > Gnome.


    Sinceramente non credo sia quello il motivo.
    Se è leggermente più pesante ma è meglio non ha senso mettere un DM peggiore.
    Ok che linux deve girare su macchine di 10 anni fa... ma non esageriamo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: il Mule
    > Comunque si c'e' qualche problema:
    > GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza
    > Gnu, mentre QT base di kde e' frutto di progetto
    > proprietario rilasciato free con licenza
    > simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
    > la GPL) resa compatibile,

    Non è così. Il framework QT è rilasciato con licenza GPL2 e GPL3: http://trolltech.com/company/about/businessmodel

    L'adozione di uno o l'altro DE è questione di preferenza, non c'è alcun problema legale legato a copyright. Da sottolineare che la scelta predefinita per una distribuzione non è vincolante: è sempre possibile installare ciò che si preferisce. E la scelta dei Window Manager è ben più ampia che quella tra Gnome e KDE: esistono anche Xfce, Enlightenment, Window Maker, Blackbox, Fluxbox, IceWM e decine di altre opzioni.

    > secondo me le preferenze degli utenti piu'
    > produttivi sta in kde, mentre per i meno
    > smaliziati c'e' gnu.

    GNU non è GNOME. E la produttività con l'uno o l'altro è solo ed esclusivamente questione di preferenze personali ed abitudini di lavoro.

    > ma una base di verita' per il problema sulle licenze e
    > copyright c'e' !!

    Del tutto falso. GTK+, QT, GNOME e KDE sono distribuiti tutti con la medesima licenza GNU/GPL.
  • Ma trolltech non si slinguettava con nokia?
    non+autenticato
  • - Scritto da: next
    > Ma trolltech non si slinguettava con nokia?

    Trolltech è stata acquisita da Nokia.
    Ma non mi pare che questo c'entri molto. Il sistema delle licenze è quello.
  • - Scritto da: www.aleksfalcone.org

    > Del tutto falso. GTK+, QT, GNOME e KDE sono
    > distribuiti tutti con la medesima licenza
    > GNU/GPL.

    Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed esplicitamente scritto e vedere per controllare:

    progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibile

    RIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma il progetto e' free in stile bsd

    e' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il prodotto di gnu
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)