Alfonso Maruccia

USA, tracciare col GPS si può

Un tribunale sentenzia: per certi controlli non occorre il permesso. Ma è una decisione che fa discutere. La tecnologia scavalca la privacy dei cittadini?

Roma - Che la cosa piaccia o meno, il tracciamento GPS dei veicoli è in gran spolvero. Naturalmente si evidenziano le indubbie qualità di un simile sistema per la sicurezza stradale, propria e degli altri, senza considerare i vantaggi per le forze di polizia preposte al controllo, alla prevenzione dei crimini e degli abusi. La corte di Appello del Quarto Distretto del Wisconsin è andata persino oltre, stabilendo che la polizia non ha nemmeno bisogno dell'autorizzazione del giudice per sapere tutto e di più del mezzo e del sospetto tenuti sotto mira.

La corte ha votato all'unanimità su un caso risalente al 2003, in cui è coinvolto il quarantunenne di Medison Michael Sveum all'epoca sospettato di stalking nei confronti di una donna rivoltasi alla polizia. Gli agenti hanno piazzato una cimice-GPS sul veicolo dell'uomo per ben due volte, dopo aver chiesto regolare autorizzazione alla giustizia, seguendo le attività del sospetto per svariate settimane e infine collezionando le prove necessarie ad arrestarlo (l'uomo stava effettivamente perseguitando la sua vittima).

Decidendo secondo quanto stabilito dalle leggi locali, la corte di appello a cui Sveum si era rivolto ha non sono riaffermato la legalità dell'operato della polizia, ma ha persino stabilito che le due autorizzazioni chieste per installare le cimici nell'auto non erano necessarie perché l'attività di controllo condotta attraverso di esse poteva benissimo essere condotta anche con altri mezzi, vedi ad esempio il pedinamento su auto.
È la stessa corte a ogni modo ad avvertire del fatto che la decisione è stata presa non senza qualche turbamento, e a chiedere alla politica di modificare la legge in modo da stabilire con certezza i casi in cui si può usare un simile sistema di controllo e quelli in cui non è lecito.

E se i giudici sono turbati è facile immaginare il tono delle reazioni delle organizzazioni pro-privacy: Larry Dupuis, direttore legale della divisione locale di American Civil Liberties Union, sostiene che "l'idea che tu possa andare e piazzare qualsiasi cosa tu voglia alla proprietà di qualcun altro senza alcuna autorizzazione da parte di una corte è sbagliata". Senza il prerequisito dell'autorizzazione, continua Dupuis, i poliziotti "possono fare una cosa del genere a chiunque vogliano".

Di diverso avviso sono naturalmente le forze di polizia di cui sopra, che applaudono alla decisione come a una vittoria per la sicurezza pubblica per via della crescente importanza dei dispositivi di tracciamento, nell'ambito delle investigazioni criminali su persecutori di donzelle giovani e meno giovani, ladri e spacciatori di droga.

Alfonso Maruccia
19 Commenti alla Notizia USA, tracciare col GPS si può
Ordina
  • la localizzazione potrebbero farla anche tracciando lo spostamento da cella a cella del tuo cellulare.

    ma per intercettare il tuo cellulare occorre l'autorizzazione della magistratura.

    Se legalizziamo l'utilizzo del localizzatore GPS senza autorizzazione della Magistratura, legalizziamo alla stessa stregua l'intercettazione del cellulare.

    Questo significa, tra l'altro, che la Polizia potrà 'localizzare' chicchessia (la cimice comprata in quantità ha un costo ridicolo), ed utilizzare a posteriori tali informazioni come prove in tribunale, senza vedersi rifiutare la prova.

    Sempre che l'informazione gli occorra per combattere il crimine, e non per essere rivenduta a qualcuno.

    Pensate se un poliziotto corrotto si vendesse alla malavita i percorsi abituali di personaggi 'scomodi' ...
  • Ma perché non si obbliga tutti a mettere un chip gps sotto pelle? Sarebbe la soluzione definitiva a tutti i problemi.
    Sorride
  • quello magari no... sarcasticamente o meno, infilarsi roba sotto pelle fa veramente venire la paura Orwelliana.
    Pero' non sarei troppo contrario a installare un segnalatore GPS su ogni auto.
    E' un oggetto, puo' essere rubata e puo' essere utilizzata come arma o come mezzo per scopi illeciti.
  • Allora non ti dispiacerà se mettiamo un software spia sul tuo computer: è un oggetto, potrebbe essere rubato e usare per distribuire materiale pedoterrorista.
    non+autenticato
  • I diritti sono legati alle tecnologie esistenti; e' sciocco paragonare il pedinamento con il tracciamneto con cimice gps, perche sono ben diversi come costi e quindi come ambiti di applicazione.
    L'autorizzazione limita l'indagine ai casi approvati da un magistrato e garantiti da una informazione di garanzia; la mancanza di autorizzazione estende la possibilita a chiunque. Il limite del "chiunque" sta nel costo dell'operazione. Se il costo scende a zero finiscono le garanzie e si rompe il patto che tollerava le indagini di polizia (non garntite da una autorizzazione del magistrato.
    Come dire che leggi che proteggono gli archivi scritti a mano non sono adeguate quando gli archivi sono informatici e accessibili in rete. Mi pare evidente.
    Ma il fatto che ci sia una manomissione (anche senza rompere serrature) di un oggetto privato dovrebbe essere sufficiente a impedire la libera intercettazione, seno la cimice te la metto nella tasca della giacca e registro tutto quel che fai e buonanotte
    non+autenticato
  • Possono fare anche questo, e sono cimici difficilissime da trovare: anche lavare i vestiti in lavatrice in genere non serve a nulla. Però la durata è molto limitata. Ma pensate che le cimici si alimentino a energia eolica???
    non+autenticato
  • se la polizia fa delle indagini le deve fare... che vuol dire pedinare si e gps no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > se la polizia fa delle indagini le deve fare...
    > che vuol dire pedinare si e gps
    > no?

    Chi è disposto a rinunciare alla propria libertà per ottenere in cambio un piccolo, temporaneo senso di sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza.
    Benjamin Franklin
  • spiegaci la differenza di essere seguito su google maps o da una volante in borghese...
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > spiegaci la differenza di essere seguito su
    > google maps o da una volante in borghese...
    E' scritto nell'articolo.
    Per posizionare una cimice sull'auto devono eseguire una EFFRAZIONE (scassinamento serratura) ne' piu' ne' meno di un ladro d'auto che ti ruba la borsa/autoradio/cellulare che hai lasciato sul cruscotto: il fatto che LASCINO un oggetto (segnalatore) invece di TOGLIERE un oggetto (autoradio) e' assolutamente ininfluente.

    Discorso diverso se ti piazzano alle costole uno che ti pedina, egli fa semplicemente la tua stessa strada, si ferma qunado ti fermi, ripare quando riparti: nessuno gli puo' dire niente.
    non+autenticato
  • ...
    > Per posizionare una cimice sull'auto devono
    > eseguire una EFFRAZIONE (scassinamento serratura)
    ...

    E se al posto di "scassinarre" la macchina il gps a batteria lo mettono con una calamita sotto il paraurti dove va il tuo ragionamento?
    Onestamente non vedo una grande differenza tra una cimice che mi segue ed un uomo che mi segue.
    Vostok
    non+autenticato
  • Sai perchè non lo fanno? Perchè lo troveresti in 10 minuti.

    Detto questo, è abbastanza vero: in teoria non dovrebbe essere possibile che qualsiasi ispettore incazzato perchè non riesce a fare sesso faccia pedinare il primo che gli sta sulle palle. Bravo, hai dimostrato il contrario di quello che dovevi dimostrare. Spero che ti assumano all'ufficio stampa della Microsoft.
    non+autenticato
  • Uh? No, la macchina è di metallo e per attaccare una cimice non devono faticare più di tanto.
    Sotto il telaio, nel paraurti, nel vano ruota (non mi viene il nomeA bocca aperta ) e addio effrazione.
  • I posti più comuni sono, credo, dentro il tettuccio (per trovarla devi tagliarlo) e dove ci sono i contatti elettrici (la alimentano e non sono costretti a cambiarla ogni giorno).
    non+autenticato
  • Ora, va bene citare ma non è che si possa piazzare questa frase ovunque.
    La state inflazionando!
  • - Scritto da: Valeren
    > Ora, va bene citare ma non è che si possa
    > piazzare questa frase ovunque.
    > La state inflazionando!

    Nessuno nega l'utilità delle intercettazioni quando motivate e quando autorizzate da un magistrato.
    Se non c'è l'autorizzazione della magistratura gli sbirri fanno quel cavolo che gli pare, in barba a tutte le leggi tanto chi vuoi che li punisca (VEDI G8)... se vogliono seguirmi devono alzare quel sedere pesante e farlo materialmente, non possono in nessun caso prendere e usare strumenti che lo facciano al posto loro. Scusa, noi le tasse le paghiamo per tenerli davanti a un monitor o per farli muovere?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 maggio 2009 14.54
    -----------------------------------------------------------
  • Come sempre, non esiste una verità esatta.
    Con la tua interpretazione le intercettazioni non sarebbero possibili - dovrebbero alzare il pesante sedere e... Cosa? Attaccarsi fuori dalla finestra come l'uomo ragno? Attaccarsi stile Hollywood al tetto dell'auto?

    E' un utilizzo della tecnologia per compiere un'operazione comune ed altrimenti manuale / fisica.
    inoltre più cimici hanno in giro, più forze dell'ordie a pattugliare le strade.
    Teorico ed utopistico? Sicuro, ma è così.