Alessandro Del Rosso

Niente XP sui netbook con storage ibrido

Microsoft vieta ai produttori di vendere netbook con Windows XP che adottino un sistema di storage in parte basato su SSD e in parte su hard disk. Una scelta probabilmente pensata per favorire l'imminente Windows 7

Roma - Microsoft ha espressamente vietato ai produttori di laptop di abbinare Windows XP a netbook che utilizzino un sistema di storage ibrido, basato sia su dischi a stato solido che su hard disk magnetici. A riportarlo è il sito bit-tech.net, secondo il quale la prima vittima di tale divieto è il neonato Wind U115 di MSI, un mini notebook che affianca a un SSD da 8 o 16 GB un hard disk con capacità fino a 160 GB.

Il sistema di storage ibrido dell'U115 prevede che il sistema operativo sia pre-installato sull'SSD, e che l'hard disk possa essere utilizzato dall'utente per installare applicazioni aggiuntive o archiviare i propri contenuti digitali. L'aspetto più interessante di tale approccio è che l'hard disk, quando non necessario, può essere manualmente spento dall'utente, a tutto vantaggio dell'autonomia. Tale caratteristica è stata la più apprezzata dai recensori dell'U115, ma evidentemente BigM la considera incompatibile con le proprie strategie di business.

Bit-tech.net afferma che MSI ritirerà dal mercato il suo giovane netbook entro la fine di questo mese.
La restrizione relativa allo storage, che si aggiunge alle altre previste dalla licenza di Windows per i netbook, non si applicherà a Windows 7: questa mossa sembra dunque studiata per favorire il nuovo sistema operativo e accelerare invece l'uscita dal mercato di XP, le cui licenze per netbook vengono oggi vendute a prezzi stracciati.

La scorsa settimana anche NEC ha annunciato un netbook con storage ibrido: tale modello avrebbe dovuto raggiungere il mercato giapponese entro la fine di giugno, ma anche il gigante giapponese potrebbe essere costretto a rispettare le direttive di Microsoft.

Per aggirare le limitazioni imposte da Microsoft, i produttori possono naturalmente pre-installare sui propri netbook sistemi operativi differenti da Windows, come ad esempio Linux: il mercato mainstream ha però dimostrato di non essere ancora maturo per sciogliere i lacci che da anni lo tengono legato a Windows. Ma c'è chi ritiene che Microsoft farebbe bene a non tirar troppo la corda, soprattutto ora che Intel è entrata con tutto il proprio peso sul mercato dei sistemi operativi per MID e netbook, e lo ha fatto appoggiando Linux. BigM non dovrebbe sottovalutare neppure il debutto, per quanto timido, dei primi netbook ARM-based, destinati anch'essi a favorire le piattaforme Linux-based e, in modo particolare, Android.

Alessandro Del Rosso
105 Commenti alla Notizia Niente XP sui netbook con storage ibrido
Ordina
  • Ci manca poco che ci diranno anche quando andare in bagno....

    Ma le politiche liberali dove vanno a finire?? Non siamo mica nel regime-microsoft che dobbiamo sottostare alle loro regole, solo perchè loro vogliono fare giochetti di passaggio forzato a Seven.

    Motivo in più per tenermi stretto Linux Ubuntu, in questi tempi è proprio l'ultima isola felice (anke se non sempre per certi moduli XD, ma i problemi esistono ovunque)
    non+autenticato
  • Quoto, Linux tutta la vita!
    non+autenticato
  • Siamo all'assurdo che MS con le sue pratiche commerciali abusive e vessatorie impone limiti assurdi all'hardware venduto dai fabbricanti.
    Alla faccia di chi va predicando l'innovatività di MS.. è vero l'esatto contrario.

    Sarebbe bello se ARM e Linux assestassero un bel colpo alle quote di mercato di questi signori, anche se ci credo poco per colpa della pecoraggine degli utOnti Windows... non uso questo termine spesso ma qui ci va proprio.
    Funz
    13000
  • - Scritto da: Funz
    > Siamo all'assurdo che MS con le sue pratiche
    > commerciali abusive e vessatorie impone limiti
    > assurdi all'hardware venduto dai fabbricanti.
    ma non avete ancora capito che sono le aziende che producono la "ferraglia", in questo caso i netbook che decidono che cosa (lato software ovvero s.o.) abbinare al loro prodotto per far si che la gente lo compri a scatola chiusa e senza avere alte percentuali di resi perchè la gente ha dei problemi ad usarli.
    io produttore decido che per i miei prodotti la scelta migliore è e rimane XP quindi devo prendere una decisione tra fare un netbook in un certo modo con xp sopra (anche se limitato dalla MS stessa), oppure farlo come piace a me (ad esempio ibrido) fornendo un s.o. qualunque diverso da XP (o da tutti i windows se voglio tenere basso il prezzo)
    la terza strada è semplicemente quella di fornire entrambe le versione, la "castrat edition" con xp e la "superfiga edition con Linux"..
    certo che se dopo mi ritrovo ad averne vendute 98 del primo tipo e solamente 2 del secondo.. saranno più i costi di gestione del doppio prodotto che non i profitti e quindi toglierò dal mercato la seconda versione, anche se tecnicamente più performante o moderna.
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: Funz
    > > Siamo all'assurdo che MS con le sue pratiche
    > > commerciali abusive e vessatorie impone limiti
    > > assurdi all'hardware venduto dai fabbricanti.
    > ma non avete ancora capito che sono le aziende
    > che producono la "ferraglia", in questo caso i
    > netbook che decidono che cosa (lato software
    > ovvero s.o.) abbinare al loro prodotto per far si
    > che la gente lo compri a scatola chiusa e senza
    > avere alte percentuali di resi perchè la gente ha
    > dei problemi ad
    > usarli.

    No, per niente, e l'articolo dimostra proprio questo: MS impone dei limiti all'hardware e i produttori sono costretti ad abbozzare.

    > io produttore decido che per i miei prodotti la
    > scelta migliore è e rimane XP quindi devo
    > prendere una decisione tra fare un netbook in un
    > certo modo con xp sopra (anche se limitato dalla
    > MS stessa), oppure farlo come piace a me (ad
    > esempio ibrido) fornendo un s.o. qualunque
    > diverso da XP (o da tutti i windows se voglio
    > tenere basso il
    > prezzo)

    Mettere un SO diverso da XP costerebbe molto di più e li butterebbe fuori dal mercato. Quindi dovranno adeguarsi.

    > la terza strada è semplicemente quella di fornire
    > entrambe le versione, la "castrat edition" con xp
    > e la "superfiga edition con Linux"..

    eh, magariSorride

    > certo che se dopo mi ritrovo ad averne vendute 98
    > del primo tipo e solamente 2 del secondo..
    > saranno più i costi di gestione del doppio
    > prodotto che non i profitti e quindi toglierò dal
    > mercato la seconda versione, anche se
    > tecnicamente più performante o
    > moderna.

    esattamente. Rimarrà la versione castrata e quella superfiga non arriverà nemmeno nei negozi.
    Funz
    13000
  • > No, per niente, e l'articolo dimostra proprio
    > questo: MS impone dei limiti all'hardware e i
    > produttori sono costretti ad
    > abbozzare.

    MS non impone niente, sta facendo il suo mercato.
    Ovvero i produttori di hardware se vogliono vendere un prodotto che non può essere considerato laptop a basso costo ci devono piazzare sopra il sistema operativo mainstream: quello che da a microsoft il margine più alto.
    Se vogliono vendere un prodotto a basso costo allora possono metterci sopra il sistema operativo che microsoft ritiene adatto ma è microsoft a decidere cosa vuol dire basso costo.

    Microsoft non è una società non profit e ha tutto il diritto di massimizzare il suo margine. Cosa che del resto vogliono fare i produttori mettendo xp.

    > Mettere un SO diverso da XP costerebbe molto di
    > più e li butterebbe fuori dal mercato. Quindi
    > dovranno
    > adeguarsi.

    E perchè gli altri produttori come farebbero a restare sul mercato?

    > esattamente. Rimarrà la versione castrata e
    > quella superfiga non arriverà nemmeno nei
    > negozi.

    E' il capitalismo... domanda e offerta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > No, per niente, e l'articolo dimostra proprio
    > > questo: MS impone dei limiti all'hardware e i
    > > produttori sono costretti ad
    > > abbozzare.
    >
    > MS non impone niente, sta facendo il suo mercato.

    Proprio non ci arrivate, vero?
    Non si può chiamare mercato quello dove MS fa il bello e il cattivo tempo...

    > Ovvero i produttori di hardware se vogliono
    > vendere un prodotto che non può essere
    > considerato laptop a basso costo ci devono
    > piazzare sopra il sistema operativo mainstream:
    > quello che da a microsoft il margine più alto.

    > Se vogliono vendere un prodotto a basso costo
    > allora possono metterci sopra il sistema
    > operativo che microsoft ritiene adatto ma è
    > microsoft a decidere cosa vuol dire basso costo.

    il problema è che un produttore se non può metterci Windows non inizierà nemmeno a produrre quello che MS chiama "laptop a basso costo", quindi addio libertà di scelta, e buongiorno monopolio...

    > Microsoft non è una società non profit e ha tutto
    > il diritto di massimizzare il suo margine. Cosa
    > che del resto vogliono fare i produttori mettendo
    > xp.

    Avete una strana concezione di mercato, se pensate che sia normale che un monopolista non debba essere soggetto a nessun limite.

    > > Mettere un SO diverso da XP costerebbe molto di
    > > più e li butterebbe fuori dal mercato. Quindi
    > > dovranno
    > > adeguarsi.
    >
    > E perchè gli altri produttori come farebbero a
    > restare sul mercato?

    Non possono, e infatti installeranno tutti Windows, non bisogna essere nostradamus.

    > E' il capitalismo... domanda e offerta.

    declinato in base a quello che fa comodo a Mirosoft.
    Se qualcuno invece aspira ad un mercato libero e con vera concorrenza è considerato comunista, guarda un po' che stranezzaCon la lingua fuori
    Funz
    13000
  • - Scritto da: nome e cognome
    [...]
    >
    > E' il capitalismo... domanda e offerta.

    Domanda e offerta sarebbe che se sia il costruttore che l'utente finale chiedono XP, MS deve scegliere fra vendergli XP senza fare tante storie o non vendere niente e pigliarselo in saccoccia.
    non+autenticato
  • tutto giustissimo, ma con un neo e cioè che il mercato dei sistemi operativi consumer non è aperto ma è monopolizzato

    in teoria si può fare come dici tu, ma in pratica no, altrimenti perchè Acer proporrà netbook linux con xp in dual boot?
  • - Scritto da: pabloski
    > tutto giustissimo, ma con un neo e cioè che il
    > mercato dei sistemi operativi consumer non è
    > aperto ma è
    > monopolizzato
    >
    > in teoria si può fare come dici tu, ma in pratica
    > no, altrimenti perchè Acer proporrà netbook linux
    > con xp in dual
    > boot?
    e perchè in pratica no? spiegamelo.
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: pabloski
    > > tutto giustissimo, ma con un neo e cioè che il
    > > mercato dei sistemi operativi consumer non è
    > > aperto ma è
    > > monopolizzato
    > >
    > > in teoria si può fare come dici tu, ma in
    > pratica
    > > no, altrimenti perchè Acer proporrà netbook
    > linux
    > > con xp in dual
    > > boot?
    > e perchè in pratica no? spiegamelo.
    > LROBY

    Perché, sempre in pratica, può succedere che io (M$) non vento più a te (Acer) il mio bel XP a prezzo stracciato, ma a quello bello gonfio e, di fatto, ti taglio fuori dal mercato.

    Ti basta ?
  • - sconti per gli oem
    - software che girano solo su windows
    - hardware che funziona solo con windows

    qui se c'è qualche che può mandare a quel paese ms è intel, gli altri sono tutti, chi più chi meno, vittime del monopolio e devono rigare dritto
  • - Scritto da: pabloski
    > - sconti per gli oem
    > - software che girano solo su windows
    > - hardware che funziona solo con windows
    >
    > qui se c'è qualche che può mandare a quel paese
    > ms è intel, gli altri sono tutti, chi più chi
    > meno, vittime del monopolio e devono rigare
    > dritto

    La cosa migliore dei progetti basati su ARM è che MS non è pronta, su CPU non x86 ormai ha solo WinMobile/CE, che nell'embedded è battuto da numerosi SO concorrenti, addirittura in particolare nella telefonia cellulare è quarto dietro Symbian, Linux ed Apple e, se consideriamo Android diverso da Linux, presto potrebbe scendere al quinto posto, anche dietro l'ultimo arrivato, e anche nei sottosegmenti in cui se la cava meglio è ben lontano dalle percentuali da monopolio. A parte questo, le licenze WinMobile/CE hanno per forza prezzi molto più bassi, pena l'uscita dal mercato, MS vorrebbe comunque ovunque possibile vendere Windows vero e proprio, che anche superscontato fornisce margini molto più succosi.
    non+autenticato
  • Tutti quelli che passeranno a vista o 7 sono degli schiavi di questa dittatura economica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Le Chuck
    > Tutti quelli che passeranno a vista o 7 sono
    > degli schiavi di questa dittatura
    > economica.

    Sei sempre il solito tu.
    Potrebbe benissimo trattarsi di una scelta consapevole, sarebbe la prima volta, ma potrebbe.

    In ogni caso un netbook vuole un sistema operativo snello e privo di orpelli vari, cosa che apparentemente ne' vista, ne' W7 sono.

    --
    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > Potrebbe benissimo trattarsi di una scelta
    > consapevole, sarebbe la prima volta, ma
    > potrebbe.
    >
    > In ogni caso un netbook vuole un sistema
    > operativo snello e privo di orpelli vari, cosa
    > che apparentemente ne' vista, ne' W7
    > sono.
    ma infatti nulla vieta di tenere il 2000 su un pc di 7 anni fà, un xp su un netbook e su un pc di 3 anni fà, un vista 64bit su un pc nuovo e potente e magari anche un linux su tutti questi pc (abbinando le giuste versioni in base all'età ed alla potenza dei pc stessi)
    ps
    tutti i s.o. MS (tutti intendo dire a partire perfino dal dos 5.0) nascono con delle impostazioni predefinite lungi dall'essere ottimali (per non parlare delle preinstallazioni di m....a fatte dalle società che producono pc di marca e i portatili)
    tutti gli orpelli e le cose inutili presenti di default in XP, Vista e 7 si possono disabilitare ed il risultato è paragonabile a quando si ricompilava il kernel anni fà su Linux, ovvero si sceglie di tutta una serie di opzioni quali servono e quali no.. e la macchina cambia completamente resa
    LROBY
    lroby
    5311
  • Il Kernel Linux si può ricompilare sempre, il risultato prestazionale che ottieni e gran lunga superiore, a qualsiasi ottimizzazione che puoi eseguire su Windows.
    Ti sei mai chiesto perchè Linux è leader del SuperComputing?
    http://www.top500.org/stats/list/32/osfam
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 giugno 2009 14.11
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: gnulinux86
    > Il Kernel Linux si può ricompilare sempre, il
    > risultato prestazionale che ottieni e gran lunga
    > superiore, a qualsiasi ottimizzazione che puoi
    > eseguire su
    > Windows.
    > Ti sei mai chiesto perchè Linux è leader del
    > SuperComputing?
    > http://www.top500.org/stats/list/32/osfam
    apparte che non vedo cosa c'entra il supercomputing visto che i s.o. ms Windows NON nascono per quel tipo di hardware (è come se dicessi che WM è il leader sugli smartphone xchè Linux è quasi inesistente)
    ma poi bisogna per forza giocare a chi ce l'ha più lungo o piscia più lontano?
    io ho detto una cosa MOLTO chiara ed al di fuori di dubbio, ovvero che proprio come il kernel di Linux ti permette una certa flessibilità , anche i s.o della MS permettono ciò.
    e per concludere.. io anni fà ricompilavo i kernel delle prime versioni di Linux quando stavo imparando ad usarlo (suse 4.x e slackware 3.x, 2° metà anni 90), tu invece hai mai visto cosa intendo io per ottimizzare i s.o. MS?
    beh. direi di no visto che non abiti a casa mia e non mi conosci personalmente quindi NON puoi paragonare una cosa che conosci (kernel Linux e ricompilazione) con una che non conosci (trasformazione di un s.o. MS in "Roby Edition"), vieni a trovarmi.. guarda con i tuoi occhi cosa intendo poi potrai parlarne.
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: gnulinux86
    > > Il Kernel Linux si può ricompilare sempre, il
    > > risultato prestazionale che ottieni e gran lunga
    > > superiore, a qualsiasi ottimizzazione che puoi
    > > eseguire su
    > > Windows.
    > > Ti sei mai chiesto perchè Linux è leader del
    > > SuperComputing?
    > > http://www.top500.org/stats/list/32/osfam
    > apparte che non vedo cosa c'entra il
    > supercomputing visto che i s.o. ms Windows NON
    > nascono per quel tipo di hardware (è come se
    > dicessi che WM è il leader sugli smartphone xchè
    > Linux è quasi
    > inesistente)
    > ma poi bisogna per forza giocare a chi ce l'ha
    > più lungo o piscia più
    > lontano?
    > io ho detto una cosa MOLTO chiara ed al di fuori
    > di dubbio, ovvero che proprio come il kernel di
    > Linux ti permette una certa flessibilità , anche
    > i s.o della MS permettono
    > ciò.
    > e per concludere.. io anni fà ricompilavo i
    > kernel delle prime versioni di Linux quando stavo
    > imparando ad usarlo (suse 4.x e slackware 3.x, 2°
    > metà anni 90), tu invece hai mai visto cosa
    > intendo io per ottimizzare i s.o.
    > MS?
    > beh. direi di no visto che non abiti a casa mia e
    > non mi conosci personalmente quindi NON puoi
    > paragonare una cosa che conosci (kernel Linux e
    > ricompilazione) con una che non conosci
    > (trasformazione di un s.o. MS in "Roby Edition"),
    > vieni a trovarmi.. guarda con i tuoi occhi cosa
    > intendo poi potrai
    > parlarne.
    > LROBY

    Cioe' hai appena detto che giocando con moduli precompilati di un'architettura rigida, compilata per generico x786 ottieni risultati paragonabili ad un kernel ricompilato ad hoc in cui puoi scegliere variabile ambiente per variabile ambiente architettura, ottimizzazioni e legami con l'hw a livello di utilizzo della memoria, possilita' di intergrare o mantenere i moduli come tali o intergrarli ?

    E non saresti ridicolo ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Cioe' hai appena detto che giocando con moduli
    > precompilati di un'architettura rigida, compilata
    > per generico x786 ottieni risultati paragonabili
    > ad un kernel ricompilato ad hoc in cui puoi
    > scegliere variabile ambiente per variabile
    > ambiente architettura, ottimizzazioni e legami
    > con l'hw a livello di utilizzo della memoria,
    > possilita' di intergrare o mantenere i moduli
    > come tali o intergrarli
    NO


    > E non saresti ridicolo ?
    NO perchè quello che hai scritto tu NON è quello che ho scritto io e che intendo dire.
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: krane
    > > Cioe' hai appena detto che giocando con moduli
    > > precompilati di un'architettura rigida,
    > compilata
    > > per generico x786 ottieni risultati paragonabili
    > > ad un kernel ricompilato ad hoc in cui puoi
    > > scegliere variabile ambiente per variabile
    > > ambiente architettura, ottimizzazioni e legami
    > > con l'hw a livello di utilizzo della memoria,
    > > possilita' di intergrare o mantenere i moduli
    > > come tali o intergrarli
    > NO
    >
    >
    > > E non saresti ridicolo ?
    > NO perchè quello che hai scritto tu NON è quello
    > che ho scritto io e che intendo
    > dire.
    > LROBY

    Sbaglio o tu hai scritto :
    " io ho detto una cosa MOLTO chiara ed al di fuori di dubbio, ovvero che proprio come il kernel di Linux ti permette una certa flessibilità , anche i s.o della MS permettono ciò. "

    Confermi ?
    Se confermi io rispondo che hai scritto cazVolate perche' la flessilita' del kernel di miscrosoft non si avvicina neanche alle possibilita' di ottimizzazione del del kernel di linux.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Sbaglio o tu hai scritto :
    > " io ho detto una cosa MOLTO chiara ed al di
    > fuori di dubbio, ovvero che proprio come il
    > kernel di Linux ti permette una certa
    > flessibilità , anche i s.o della MS permettono
    > ciò.
    > "
    >
    > Confermi ?
    Confermo quello che hai quotato ma non ho mai detto che fanno le stesse identiche cose o permettono lo stesso numero di modifiche..ho fatto un'analogia dicendo che ANCHE i s.o. MS permettono di effettuare delle migliorie così come ricompilando il kernel di Linux si ottengono migliorie al Linux stesso.. mai parlato di meglio questo o quello. non mettetemi in bocca parole che non ho MAI pronunciato.

    > Se confermi io rispondo che hai scritto cazVolate
    > perche' la flessilita' del kernel di miscrosoft
    > non si avvicina neanche alle possibilita' di
    > ottimizzazione del del kernel di
    > linux.
    vedi sopra.
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: krane
    > > Sbaglio o tu hai scritto :
    > > " io ho detto una cosa MOLTO chiara ed al di
    > > fuori di dubbio, ovvero che proprio come il
    > > kernel di Linux ti permette una certa
    > > flessibilità , anche i s.o della MS permettono
    > > ciò. "

    > > Confermi ?
    > Confermo quello che hai quotato ma non ho mai
    > detto che fanno le stesse identiche cose o
    > permettono lo stesso numero di modifiche..ho
    > fatto un'analogia dicendo che ANCHE i s.o. MS
    > permettono di effettuare delle migliorie così
    > come ricompilando il kernel di Linux si ottengono
    > migliorie al Linux stesso.. mai parlato di meglio
    > questo o quello. non mettetemi in bocca parole
    > che non ho MAI pronunciato.

    Allora non devo aver capito il "proprio come" quando dicevi : "proprio come il kernel di Linux" ??


    > > Se confermi io rispondo che hai scritto
    > > cazVolate perche' la flessilita' del kernel
    > > di miscrosoft non si avvicina neanche alle
    > > possibilita' di ottimizzazione del del kernel
    > > di linux.

    > vedi sopra.

    Dove dicevi : "proprio come il kernel di Linux" ??

    > LROBY
    krane
    22544
  • Centra e come il SuperComputing, ancora non mi hai risposto, perchè Linux è leader in tale settore.

    Non metto in dubbio le tue capacità (anche se non le conosco), ma per quanto tu possa ottimizzare un OS come Windows, non potrai mai raggiungere le perfomance di Linux ottimizzato.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 giugno 2009 19.12
    -----------------------------------------------------------
  • Oh, ma stiamo rimbecillendo tutti? Da quando in qua, un produttore software detta regole su cosa debbo costruire e vendere.
    A questi qui bisognerebbe fargli il culo a STELLE e STRISCE altroche'.
    Gli sta bene ad i vari oem che Microsoft gliela metta in quel posto, cosi' imparano ad organizzarsi anche loro e mettergli il "coltello alla gola". Si focalizzasserro su qualche altro os (QUAL CHE SIA), ed iniziassero a tirar fuori i driver per questo os. Boicottassero tutti in gruppo Redmond, niente piu' driver per windows, e poi si che si vedrebbero i risultati. Bisogna dargli una bella mazzata a questi qui, in stile BELL. Tra un po' diranno anche alle case automobilistiche che quel tipo di iniezione elttronica non va bene, quel motore lo debbono ridurre di giri, che la centralina elettronica non deve avere piu' di tot sensori... Ma per piacere, SVEGLIA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: jfk
    > Oh, ma stiamo rimbecillendo tutti? Da quando in
    > qua, un produttore software detta regole su cosa
    > debbo costruire e
    > vendere.

    microsoft non obbliga nessuno. te puoi anche farti il tuo netbook con sistema ibrido, ma non ci puoi abbinare xp. le alternative ci sono no? inoltre se io produco un software non posso decidere a chi o a quali condizioni venderlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonymous

    > inoltre se io produco un software non posso
    > decidere a chi o a quali condizioni
    > venderlo?

    quindi Psystar ha tutto marcio giusto?

    si discute proprio sul fatto che chi produce un qualcosa non può porre condizioni vessatorie alla vendita e tu te ne esci così

    sempre la solita storia, due pesi e due misure
  • - Scritto da: pabloski
    > - Scritto da: anonymous

    > > inoltre se io produco un software non posso
    > > decidere a chi o a quali condizioni venderlo?

    > quindi Psystar ha tutto marcio giusto?

    > si discute proprio sul fatto che chi produce un
    > qualcosa non può porre condizioni vessatorie alla
    > vendita e tu te ne esci così

    > sempre la solita storia, due pesi e due misure

    Si infatti : si applicano due pesi e due misure tra chi fa le sue scelte commerciali e chi abusa della propria posizione dominante.
    krane
    22544
  • - Scritto da: anonymous
    > - Scritto da: jfk
    > > Oh, ma stiamo rimbecillendo tutti? Da quando in
    > > qua, un produttore software detta regole su cosa
    > > debbo costruire e
    > > vendere.
    >
    > microsoft non obbliga nessuno. te puoi anche
    > farti il tuo netbook con sistema ibrido, ma non
    > ci puoi abbinare xp. le alternative ci sono no?

    Fosse per me la farei schiattare, microsoft. sono delle sanguisughe della peggior specie. Ti spillano soldi da ogni poro. Ricordo ancora i bei tempi di word 6, quando ti davano una manualistica da far impallidire sco unix system V. Finche' governi conniventi prenderanno soldi da microsoft, alternative non ce ne saranno mai. Se iniziassero ad essere tutti piu' onesti, microsoft sarebbe gia' fallita da un pezzo, e bada bene che non parlo di GNU/Linux, di cui sono utilizzatore, ma di solaris, i vari xbsd, ecc., ecc. Se poi ne sei capace tu a far rispettare i tuoi diritti facendoti rimborsare dalle ditte, una a caso, asus, i soldi della licenza d'uso di windows, beh tanto di cappello.

    > inoltre se io produco un software non posso
    > decidere a chi o a quali condizioni
    > venderlo?

    Si, ma non se hai un monopolio come quello di microsoft. Ricattano i vari oem, perche' di questo si tratta, con le loro licenze.
    Torno a ripetere, bisognerebbe SMEMBRARLA come fu fatto all'epoca di BELL.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonymous
    > - Scritto da: jfk
    > > Oh, ma stiamo rimbecillendo tutti? Da quando in
    > > qua, un produttore software detta regole su cosa
    > > debbo costruire e
    > > vendere.
    >
    > microsoft non obbliga nessuno.

    Microsoft vieta. Diminuisce le possibilitá degli acquirenti di ottenere qualcosa di vantaggioso, oltretutto da cose non sue (l'hardware non lo produce, né lo vende), che altrimenti sarebbe possibile. Questo é il punto. É illegale e si beccherá un'altra multa.
  • Se questo non è argomento per l'antitrust non so che altro dire...
    Ora un produttore di SW ha generato contratti così forti che di fatto vieta (come successo ad ASUS) di fare proprie scelte tecnologiche...
    Sono semplicemente sconvolto, schifato e spero presto che giustizia DivinaSorride sia fatta!
    Tra poco per mettere la benzina nella propria auto dovremo chiedere a M$ il permesso... questo è sinceramente troppo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adriano Bassignana
    > Se questo non è argomento per l'antitrust non so
    > che altro
    > dire...
    > Ora un produttore di SW ha generato contratti
    > così forti che di fatto vieta (come successo ad
    > ASUS) di fare proprie scelte
    > tecnologiche...
    > Sono semplicemente sconvolto, schifato e spero
    > presto che giustizia DivinaSorride sia
    > fatta!
    > Tra poco per mettere la benzina nella propria
    > auto dovremo chiedere a M$ il permesso... questo
    > è sinceramente
    > troppo!


    Finchè la gente lo compra non cambierà mai niente...

    No brand - no party

    Questa è la mentalità itagliana dei vari dementi che ci sono in giro...
    non+autenticato
  • Ms sui suoi prodotti può fare ciò che vuole, basterebbe leggere l'Eula per capirlo.
  • - Scritto da: gnulinux86
    > Ms sui suoi prodotti può fare ciò che vuole,
    > basterebbe leggere l'Eula per
    > capirlo.
    quoto.
    non+autenticato
  • Come dicono dappertutto, l'EULA è un contratto completamente nullo in quanto è accettato senza poterlo leggere
    Potrebbero anche scriverti "Aprendo la scatola cedi il possesso della tua casa a $SOFTWARE_HOUSE$ e hai 30 secondi per uscire"

    Ah dimenticavo, la mia EULA prevede che leggendo i miei post entro in possesso della vostra anima e posso fare di voi ciò che voglio...
    Wolf01
    3342
  • Sarà, ma quando installi Vista o Win7 devi accettare l'Eula per proseguire con l'installazione, anche su OEM, prima di accettare si può benissimo leggere.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 giugno 2009 13.34
    -----------------------------------------------------------
  • Mai accettata, solitamente mi capitano incidenti tipo un libro che cade nella barra spaziatrice, il gatto che arriva e preme invio camminando sulla tastiera etc
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > Mai accettata, solitamente mi capitano incidenti
    > tipo un libro che cade nella barra spaziatrice,
    > il gatto che arriva e preme invio camminando
    > sulla tastiera
    > etc
    dunque un dubbio mi tartaglia la mente.. se tu non accetti la EULA significa che NON usi Windows, se NON usi Windows perchè accendi il pc ed arrivi alla schermata che ti propone l'EULA? non dovresti mettere un CD/DVD di Linux e far partire direttamente l'installazione di Linux stesso??
    LROBY
    lroby
    5311
  • Forse perchè l'EULA è una delle prime cose che ti appare a video quando acquisti un nuovo PC / PORTATILE ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe
    > Forse perchè l'EULA è una delle prime cose che ti
    > appare a video quando acquisti un nuovo PC /
    > PORTATILE
    > ?
    NO, è una delle prime cose che ti appare a video quando ACCENDI un nuovo PC / PORTATILE.
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: gnulinux86
    > Ms sui suoi prodotti può fare ciò che vuole,
    > basterebbe leggere l'Eula per
    > capirlo.
    EULA? Leggere? Capire?
    Qui e' gia' tanto che siano in grado di mettere il CD e poi cliccare su "avanti" "accetto" "avanti".
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)