Claudio Tamburrino

Apple non conosce crisi

Trimestrale da record. Aumentate le vendite di Mac e iPhone. Guadagnate fette di mercato nel settore dei PC. E Steve Jobs annuncia nuove sorprese

Roma - Apple ha annunciato i risultati finanziari del quarto trimestre dell'anno fiscale 2009 conclusosi il 26 settembre: nonostante il trend negativo che negli ultimi mesi ha visto trimestrali in molti casi deludenti per il resto del settore high tech, sorprende gli investitori e registra una crescita dei profitti del 47 per cento.

Mentre RIM non soddisfa le aspettative degli osservatori, AMD e IBM arrancano e Nokia perde, Cupertino piazza la sua migliore performance di sempre in un periodo non natalizio.

L'azienda ha realizzato un fatturato di 9,87 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 1,67 miliardi di dollari, pari a 1,82 dollari per azione diluita. I risultati, poi, non tengono conto delle vendite complessive attribuibili ad iPhone e Apple TV, che con le nuove regole contabili sono spalmate su due anni: se fossero calcolabili, afferma Apple, il fatturato arriverebbe a 12,25 miliardi di dollari.
Il margine lordo rispetto all'anno scorso (in cui il fatturato è stato di 7,9 miliardi di dollari e l'utile netto trimestrale di 1,14) è stato del 36,6 per cento, in crescita rispetto al 34,7 per cento registrato nello stesso trimestre di un anno fa.

Sono stati venduti 3,05 milioni di computer Mac (17 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso), 1,2 milioni di iPod (un calo dell'8 per cento) e 7,4 milioni di iPhone (crescita del 7 per cento). Per il comparto "Software, servizi e altri prodotti", Snow Leopard ha raddoppiato le vendite rispetto a Leopard, ma dato il prezzo inferiore la crescita del fatturato si limita al 18 per cento.

Per il comparto computer occorre registrare un calo della percentuale di desktop PC e il balzo in avanti dei portatili. Tuttavia, in generale Apple starebbe guadagnando market share nel settore PC. Per quanto riguarda iPod, invece, occorre notare che nonostante il calo delle vendite di unità, sia cresciuto il fatturato soprattutto grazie alle cifre record di iPod Touch (cresciute del 100 per cento).

Le vendite al di fuori degli Stati Uniti hanno rappresentato il 46 del fatturato e in Italia sono cresciute di circa il 35 per cento.

"Siamo estremamente felici di aver venduto più Mac e iPhone rispetto a qualsiasi trimestre precedente," ha affermato Steve Jobs, CEO di Apple. Si tratta in effetti di risultati straordinari per un anno in cui l'economia mondiale vive ancora di una congiuntura economica sfavorevole: Peter Oppenheimer ha affermato che "per quanto riguarda l'intero anno abbiamo aumentato il fatturato del 12 per cento e l'utile netto del 18 per cento in un periodo particolarmente difficile. Guardando avanti al primo trimestre dell'anno 2010, ci attendiamo un fatturato compreso fra gli 11,3 e gli 11,6 miliardi di dollari circa".

"Noi siamo andati avanti, mentre i nostri concorrenti - ha affermato Tim Cook nella conference call che presentava la trimestrale - stanno ancora provando a rincorrerci su iPhone". Un colpo a Palm e un colpo allo smartphone Verizon basato su Android di Google, che nei giorni scorsi ha lanciato una pubblicità diretta a sottolineare tutto quello che il Melafonino non fa.

Intanto per il prossimo futuro si attendono l'espansione delle vendite in Cina, dove il 30 ottobre esordiranno ufficialmente gli iPhone, e altre nuove iniziative. Innanzitutto Oppenheimer ha annunciato l'intenzione di voler offrire prezzi più contenuti per alcuni prodotti. Si dovrebbe trattare però di allungare la linea iPod abbassando il prezzo di alcuni modelli esistenti e di ridurre il costo dell'iPhone sulla scia dell'iniziativa statunitense di questa estate con cui si proponeva il Melafonino a 99 dollari.

"Abbiamo una gamma prodotti molto forte per la stagione natalizia - ha affermato Steve Jobs - e dei nuovi prodotti davvero fantastici in programma per il 2010". Dichiarazioni che hanno subito fatto partire la macchina delle aspettative, già carica di tablet, iPod Touch con videocamera e nuovi Mac.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
422 Commenti alla Notizia Apple non conosce crisi
Ordina
  • Secondo voi chi può aver scritto questo?

    "Ricordandovi che col MacBook sarete costretti a pagare la licenza di Windows 7 separatamente , mentre invece con Dell è inclusa ovviamente nel PC." Sorpresa

    Risposta: http://is.gd/4uePR

    Per la cronaca, ha scritto che il MacBook non conviene, eppure costa 50 euro in meno e ha dei componenti hardware che nel Dell sono opzionali Deluso

    Provate a rispondere prima di leggere il link.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 ottobre 2009 17.28
    -----------------------------------------------------------
  • La prima cosa che mi è venuta in mente era Dovella. Poi mi son detto "naa troppo facile per essere la risposta giusta", sarà qualche altro fenomeno da baraccone di PI.

    Clicco e tada...... Dovella!

    La tragedia di un uomo ridicolo prosegue A bocca aperta
    non+autenticato
  • :D

    Mi dispiace solo che non c'era niente in palio, ma una cosa hai dimostrato: dovella è diventato un marchio. Basta una sua parola e si sa chi l'ha scritta Occhiolino
  • Eh ma il suo tocco ormai è unico A bocca aperta
    non+autenticato
  • Un contestatore del prode dovella:

    ___________
    criollazo ha detto...

        Una curiosità, sperando che tu sia in grado di non cancellare questo post: come mai hai evitato di scrivere che il Mac ha wi-fi 802.11n, schermo a LED, track multitouch e batteria da 7 ore?

        E come mai hai evitato di scrivere che il Dell costa 50 euro in più e, acquistandolo dal sito, si pagano anche 29 euro di spedizione?

        E perché non scrivi pure che con il Dell non si ha la licenza di Snow Leopard?
    __________

    e dovella si esibisce nell'ennesimo volo pindarico:

    _____
    E ti rispondo.
    Schermo a LED OK, ma il pannello di vetro è puro #FAIL
    Per il Wi FI , ho copiato le specifiche pari pari dal sito Apple e non è colpa mia,
    Per quanto riguarda la Batteria è ovviamente tutto da vedere,

    E ti ringrazio per il post perché mi hai fatto ricordare di una grandissima falla.

    La BAtteria nel nuovo MacBook non è intercambiabile.

    Il prezzo di Dell è poco dicutibile perché basta parlare con un operatrice per ottenere un forte sconto ed in piu ti ho messo il doppio della RAM rispetto al Macbook , cosi come un Hard Disk molto piu capiente.
    Per non parlare di tutte le porte di connettività in più.

    Dell offre molto di piu e meglio , e Snow Leopard non gira su altri PC
    ____

    Non si smentisce mai A bocca aperta

    Riesce pure a paragonare la sostituzione della batteria di un notebook con quella di un ipod!

    Che ca##aro
    non+autenticato
  • Questo criollazo è caduto miseramente nella trappola: è evidente che ancora non conosce con chi ha a che fare.
  • Tra TRollvella e Urgentissimo se le suonano e se le cantano; alla fine sono 4 gatti su quel forum che si autoconvincono delle razzate che riescono a partorire A bocca aperta

    Poi vanno su altri forum, italiani ed esteri, e vengono presi a mazzate A bocca aperta
    non+autenticato
  • E queste perle non sono da perdere

    http://macdefectandproblems.blogspot.com/2009/10/a...

    http://macdefectandproblems.blogspot.com/2009/10/r...
    http://imieiguaiconvista.blogspot.com/2009/10/rant...
    e dai commenti si legge:

    dovella ha detto...

        Enrico ti chiedo un favore personale.
        Puoi tradurre il tuo articolo in Inglese ?
        Voglio smerdare il Blogger di Cnet in tutte le lingue su twitter a modo mio .


    Chi aveva postato dei link alle figuremm che ha rimediato trollvella sui vari forum non in lingua italica? Costui si prepari che qui ci sarà ancora più da ridere A bocca aperta
    non+autenticato
  • Li avevo postato io Occhiolino

    Lo avevo letto qualche giorno fa: ogni tanto, tra una notizia di politica e un'altra di economia, mi rallegro un po' sapendo, almeno immodestamente e un po' egoisticamente, che c'è chi sta peggio di me Occhiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 ottobre 2009 23.18
    -----------------------------------------------------------
  • Non capisco perchè venga criticato l'appeal del nome Apple sul pubblico. Il marchio ha un valore di marketing e deve essere curato. Questo con la qualità dei prodotti c'entra poco ma se si riesce a far passare la percezione di una qualità intrinseca è una buona cosa (soprattutto per gli azionisti). In fondo succede anche con altri produttori e in altri settori (tutto ciò che è moda, per esempio) e nessuno li critica per questo. Il passaggio da un mercato aziendale ad un mercato consumer ti obbliga a fare questo. Ed è quello che persino Microsoft in alcuni settori IT ha cercato e sta cercando di fare.

    Una nota sulla qualità dei prodotti. Il settore dei personal computer è oramai maturo ed è difficile aspettarsi innovazioni incredibili. Una qualità medio alta è facilmente raggiungibile con costi tutto sommato contenuti. Se Apple riesce a guadagnare di più degli altri proponendo una griffe buon per lei. Io, ad esempio, noto che il marchio Thinkpad (oggi di Lenovo, prima di IBM) ha sempre una ottima presa sulle aziende (e qualche prodotto scarso negli anni passati IBM l'ha sfornato). E' un male questo?
    non+autenticato
  • no é cosÝ su ogni tipo di prodotto come hai detto.

    Perˇ, non pensare che i prodotti Apple costino di pi˙ "solo" per il "nome"
    Il supporto che danno dopo l'acquisto é anche superiore alla media (mi hanno sostituito trastiera/trackpad/topcase per una crepetta con garanzia scaduta da pi˙ di 6 mesi)
    Implementa soluzioni UNICHE sul mercato (magsafe, trackpad multitouch)
    Ti offre un OS user-friendly basato su Unix

    Se non consideri questo nel considerare i prezzi dei loro prodotti rischi di prendere un granchio (IMHO!)
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > no é cosÝ su ogni tipo di prodotto come hai detto.
    >
    > Perˇ, non pensare che i prodotti Apple costino di
    > pi˙ "solo" per il
    > "nome"
    > Il supporto che danno dopo l'acquisto é anche
    > superiore alla media (mi hanno sostituito
    > trastiera/trackpad/topcase per una crepetta con
    > garanzia scaduta da pi˙ di 6
    > mesi)

    Questo è bello. Ma è successo anche per altri per particolari problemi.

    > Implementa soluzioni UNICHE sul mercato (magsafe,
    > trackpad
    > multitouch)

    I trackpad multitouch ci sono anche sui PC (ma ci sono anche trackpoint e schermi multitouch - vedi Lenovo). Magsafe mi piace molto e penso che sarà difficile vederlo su PC per questione di brevetti.

    > Ti offre un OS user-friendly basato su Unix

    Il fatto di essere basato su UNIX non è necessariamente un aspetto positivo. Occhiolino Dipende da ciò che fai. E UNIX lo puoi avere anche su PC (persino dentro Windows con l'attivazione del sottosistema UNIX).

    > Se non consideri questo nel considerare i prezzi
    > dei loro prodotti rischi di prendere un granchio
    > (IMHO!)

    Secondo me se consideri solo le caratteristiche tecniche il differenziale è troppo alto. E' l'intangibile che fa la differenza.
    non+autenticato
  • > Questo è bello. Ma è successo anche per altri per
    > particolari
    > problemi.

    certo, ma non a quelli che hanno comprato portatili da 400Ç suppongo no?

    > I trackpad multitouch ci sono anche sui PC (ma ci
    > sono anche trackpoint e schermi multitouch - vedi
    > Lenovo).

    gli schermi multitouch sono inutili (almeno per un uso generico)
    Le trackpad multitouch ci sono anche su PC ma non mi sembra che il sistema operativo le supporti nativamente e che qualsiasi applicazioni possa sfruttarle

    > Magsafe mi piace molto e penso che sarà
    > difficile vederlo su PC per questione di
    > brevetti.

    puˇ essere, non ne ho idea, fattostß che il mac ce l'ha e lo paghi

    > Il fatto di essere basato su UNIX non è
    > necessariamente un aspetto positivo. Occhiolino Dipende
    > da ciò che fai. E UNIX lo puoi avere anche su PC
    > (persino dentro Windows con l'attivazione del
    > sottosistema UNIX).

    in quale contesto essere basato su UNIX é un aspetto negativo?

    > Secondo me se consideri solo le caratteristiche
    > tecniche il differenziale è troppo alto. E'
    > l'intangibile che fa la
    > differenza.

    infatti ho parlato anche di software, sottointendendo che il grande valore aggiunto é l'integrazione e la consistenza
    MeX
    16902
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > Non capisco perchè venga criticato l'appeal del
    > nome Apple sul pubblico.

    Lo criticano quelli che non se lo possono permettere.

    > Una nota sulla qualità dei prodotti. Il settore
    > dei personal computer è oramai maturo ed è
    > difficile aspettarsi innovazioni incredibili.

    Dal mondo PC senza dubbio, da Apple invece ci aspettiamo innovazione. Il tablet che uscirà il prossimo anno sarà una di queste innovazioni, che potrebbe cambiare completamente il concetto di personal computer così com'è conosciuto oggi.

    > Una
    > qualità medio alta è facilmente raggiungibile con
    > costi tutto sommato contenuti.
    Vero, ma purtroppo la qualità medio bassa è molto più facilmente raggiungibile, e questo non è positivo.

    > Se Apple riesce a
    > guadagnare di più degli altri proponendo una
    > griffe buon per lei.
    Se guadagna di più è perché raccoglie ciò che ha seminato.

    > Io, ad esempio, noto che il
    > marchio Thinkpad (oggi di Lenovo, prima di IBM)
    > ha sempre una ottima presa sulle aziende (e
    > qualche prodotto scarso negli anni passati IBM
    > l'ha sfornato). E' un male
    > questo?
    Certo che no, ma se dietro un marchio non c'è sostanza, fa la fine che abbiamo visto: passato ai cinesi. Non so se ti rendi conto, chi ha inventato il PC (non parlo del personal computer, ma del PC) ha mollato tutto. Significa che ha sbagliato. Significa che la griffe non è sufficiente, né quella di IBM né quella di Apple.
    Ecco perché chi critica la griffe di Apple è uno sciocco.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo

    > Dal mondo PC senza dubbio, da Apple invece ci
    > aspettiamo innovazione. Il tablet che uscirà il
    > prossimo anno sarà una di queste innovazioni, che
    > potrebbe cambiare completamente il concetto di
    > personal computer così com'è conosciuto
    > oggi.

    Mah... su questo sono scettico visto la quantità di tecnologie tablet sfornate dalla concorrenza. Ma probabilmente venderà di più. Comunque aspettiamo prima di parlarne.

    > Certo che no, ma se dietro un marchio non c'è
    > sostanza, fa la fine che abbiamo visto: passato
    > ai cinesi. Non so se ti rendi conto, chi ha
    > inventato il PC (non parlo del personal computer,
    > ma del PC) ha mollato tutto. Significa che ha
    > sbagliato.

    No. Ha deciso che non ci guadagnava abbastanza (o che ci perdeva troppo). E non aveva un mercato consumer a cui attingere. Quanto alla tecnologia Lenovo rimane sempre sulla fascia alta ed è considerato un ottimo marchio a livello enterprise. Inoltre sta lavorando sul consumer. Quanto all'innovazione Lenovo ha diversi aspetti interessanti: dallo chassis ai dispositivi di input, dai processori alla circuiteria, dai touchpad (multitouch) ai display (multitouch). Vedi gli X200 o X300 ma anche i W700 a doppio display o i "semplici" T500. In più sono tra i PC a livello aziendale che meglio sfruttano Vista e 7 (multitouch, ReadyBoost, ReadyDrive, power management, Wi-Fi, display, ecc.).

    > Significa che la griffe non è
    > sufficiente, né quella di IBM né quella di
    > Apple.

    E infatti è così. Ma il senso era che la qualità medio alta senza una griffe è abbastanza inutile.
    non+autenticato
  • si ma non mettere in conto l'integrazione con il software...
    http://www.engadget.com/2009/10/21/gigabyte-t1028x.../

    Ecco qui, un bell'HW con touchscreen con un sistema operativo che non supporta il touchscreen...

    geniale!
    MeX
    16902
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: ruppolo
    >
    > > Dal mondo PC senza dubbio, da Apple invece ci
    > > aspettiamo innovazione. Il tablet che uscirà il
    > > prossimo anno sarà una di queste innovazioni,
    > che
    > > potrebbe cambiare completamente il concetto di
    > > personal computer così com'è conosciuto
    > > oggi.
    >
    > Mah... su questo sono scettico visto la quantità
    > di tecnologie tablet sfornate dalla concorrenza.
    > Ma probabilmente venderà di più. Comunque
    > aspettiamo prima di
    > parlarne.
    >

    Ascolta due anni fa avresti detto lo stesso del mercato dei cellulari, che era un mercato saturo, che c'era moltissima competizione, tanti dispositivi touch (con stylus), etc... e che era difficile emergere per una società che entrasse senza avere know-how....

    poi arriva iPhone.

    Fan LinuxFan Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 ottobre 2009 14.25
    -----------------------------------------------------------
  • Stiamo ancora alla frescata che i prodotti apple costano di più per il brand?

    Visto che a parità di config costano tanto quanto Dell & Co, allora son tutti cari e sopravvalutati questi brand eh
    non+autenticato
  • ...del giorno dopo, dal 1996.

    Persino i quotidiani generalisti hanno scritto 2 righe sulle novità Apple, in particolare l'innovativo mouse, e voi, "il quotidiano di Internet", manco per sbaglio. Non pretendiamo l'articolone, ma almeno un paio di righe per poter commentare on topic!
    ruppolo
    33146
  • tranquillo, ci sarß Luca che sta scrivendo un articolo bomba con appigli trolleschi e spunti per flame infiniti in ogni paragrafoSorride
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > tranquillo, ci sarß Luca che sta scrivendo un
    > articolo bomba con appigli trolleschi e spunti
    > per flame infiniti in ogni paragrafo
    >Sorride

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • via di nuovo la FireWire Perplesso
  • - Scritto da: alexjenn
    > via di nuovo la FireWire Perplesso

    Sono decisamente sbadati, prima la dimenticano su quello in alluminio, ora su quello in policarbonato... vabbe', se non altro ora manca sul modello più economico, quindi possiamo chiudere un occhio.
    ruppolo
    33146
  • Mah... ogni tanto se Apple non fa la cazzata, non sta bene.

    Eppure quella di oggi è un'uscita importante, visto lo smacco che deve dare a Windows Settete.
  • - Scritto da: alexjenn
    > Mah... ogni tanto se Apple non fa la cazzata, non
    > sta
    > bene.
    >
    > Eppure quella di oggi è un'uscita importante,
    > visto lo smacco che deve dare a Windows
    > Settete.

    Direi che gli ha tirato sia un ceffone con i dati di bilancio che una pedata sul culo con i nuovi prodotti. Ora, come si suol dire, Microsoft è conciata per le feste. Si, anche quelle natalizie.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: alexjenn
    > > via di nuovo la FireWire Perplesso
    >
    > Sono decisamente sbadati, prima la dimenticano su
    > quello in alluminio, ora su quello in
    > policarbonato... vabbe', se non altro ora manca
    > sul modello più economico, quindi possiamo
    > chiudere un
    > occhio.

    Eh non che non è sbadata. L'ha fatto apposta e non c'è appello. Vuole evidentemente spingere sul Pro per chi usa la firewire.
    L'unica attenuante è che stavolta il pro 13" c'è, ha la firewire e la differenza di prezzo è minore rispetto alla prima serie unibody non pro.

    Secondo me questo modello deve attirare gli switcher che, si suppone non abbiano tutto questo attaccamento al Firewire.
    Se si vuole criticare veramente, perchè due sole USB?
  • E perché non USB 3.0?

    Sul fatto che ne siano due, sinceramente non obietto: ne metti 2 e non bastano, ne metti 3 idem, 4 lo stesso, 5 e ancora...

    Le USB non bastano mai.

    Avrai sempre bisogno di un HUB.
  • - Scritto da: alexjenn
    > E perché non USB 3.0?
    >
    > Sul fatto che ne siano due, sinceramente non
    > obietto: ne metti 2 e non bastano, ne metti 3
    > idem, 4 lo stesso, 5 e
    > ancora...
    >
    > Le USB non bastano mai.
    >
    > Avrai sempre bisogno di un HUB.
    Per le usb 3.0 immagino che apple aspetti lightpeak. Un hub non alimentato serve a poco e un'alimentazione esterna su un notebook è un controsenso. Ipotizzando di usare il trackpad o il mouse bluetooth (risparmiando una usb) direi che almeno 3 usb, di cui una a destra sono un numero ragionevole anche in chiave contenimento ingombri.
  • Che dirti? Apple avrà detto: o così o più grande il MacBook.

    Talvolta, certe scelte, e parlo in senso generale, sono dettati anche, e talvolta sempre, dalle scelte di form factor e di materiale utilizzati nella costruzione.
  • ma c'è qualcuno che usa questa benedetta firewire?A bocca aperta
  • - Scritto da: pabloski
    > ma c'è qualcuno che usa questa benedetta
    > firewire?
    >A bocca aperta


    Io, e pesantemente.
    Infatti ho un MacBook Pro.Occhiolino
  • c'hanno la fissa con l'alluminioA bocca aperta

    e come avevo pronosticato c'hanno schiaffato i lynnfield nell'imac...del resto apple non poteva restar fuori dalla scena dei nuovi mostri intel
  • - Scritto da: pabloski
    > c'hanno la fissa con l'alluminioA bocca aperta
    >
    > e come avevo pronosticato c'hanno schiaffato i
    > lynnfield nell'imac...del resto apple non poteva
    > restar fuori dalla scena dei nuovi mostri
    > intel

    Molto interessante il mini in versione server. Ho giusto due clienti per lui.
    ruppolo
    33146
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)