Giorgio Pontico

NASA, Marte e Luna. Ma anche no

L'agenzia spaziale statunitense impegnata su diversi fronti. C'è acqua sulla Luna, ma la priorità restano Marte e la ISS. E scimmie da bombardare di raggi gamma

Roma - C'è grande fermento nelle varie sedi NASA sparse negli Stati Uniti, l'agenzia spaziale è attualmente impegnata su vari fronti. Da questioni economiche a piani strategici per il futuro, non sembra esserci pace per nessun impiegato dell'ente federale.

Oggi dovrebbe partire, condizioni meteo permettendo, lo shuttle Atlantis impegnato nella missione STS-129. Porterà sulla Stazione Spaziale Internazionale circa 13,5 tonnellate di materiale nel tentativo di sfruttare il più possibile la stiva di carico di queste navette ormai prossime alla pensione per completare l'assemblaggio della ISS.

Intanto i dati della missione LCROSS hanno confermato la presenza di acqua sul lato oscuro della Luna, già ipotizzata qualche mese fa. Anthony Colaprete, del centro ricerche NASA di Moffett Field, ha parlato di una "significativa quantità di ghiaccio rilevata dagli strumenti".
Negli uffici di Pasadena invece altri scienziati NASA stanno cercando di trovare una soluzione per liberare Spirit, il rover impegnato su Marte e immobilizzato dal 23 aprile dalla sabbia marziana. Si starebbe studiando una sequenza di comandi da inviare al robot in modo da farlo riemergere e consentirgli di riprendere la sua attività di esplorazione che, al momento, rappresenta il massimo sforzo sostenibile dagli USA sul Pianeta Rosso.

NASA sta attraversando una lunga fase di transizione alla fine della quale potrebbe non risultare adatta a mantenere il ruolo di pionere dell'esplorazione spaziale. Come già dichiarato da molti addetti ai lavori, occorre porsi nuovi e ambiziosi obiettivi: la colonizzazione di Marte potrebbe innescare una scintilla in grado di riaccendere l'entusiasmo per la corsa allo spazio.

Tuttavia, come fa notare Gizmodo, gli ultimi progetti presentati dai cervelloni NASA sembrano, almeno in apparenza, una sorta di reprise degli anni '60: il programma Constellation, successore dello Shuttle, ricorda per certi aspetti anche tecnici le capsule Apollo ancorate ai vettori Saturn V, e l'idea, scaturita di recente, di bombardare 27 scimmie con i raggi gamma per osservarne gli effetti non aiuta certo a convogliare le simpatie del pubblico.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
37 Commenti alla Notizia NASA, Marte e Luna. Ma anche no
Ordina
  • Con i tanti problemi gravi che affligono l'umanita'
    quali gli sconvolgimenti climatici che stanno divenendo irreversibili,
    la fame nel mondo che aumenta a disisura, disoccupazione, crisi ecnomica e dilagare di immoralita' gli uomini si affannano ad insgeuire le stelle;
    ma come puo' l'umanita' che non è in grado di salvaguardare il proprio pianeta pensare di andare a conqusitare altri mondi;
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciccio palermo
    > Con i tanti problemi gravi che affligono
    > l'umanita'
    > quali gli sconvolgimenti climatici che stanno
    > divenendo
    > irreversibili,
    > la fame nel mondo che aumenta a disisura,
    > disoccupazione, crisi ecnomica e dilagare di
    > immoralita' gli uomini si affannano ad insgeuire
    > le
    > stelle;
    > ma come puo' l'umanita' che non è in grado di
    > salvaguardare il proprio pianeta pensare di
    > andare a conqusitare altri
    > mondi;
    non+autenticato
  • Il concetto "Siccome ci sono problemi più grandi, allora tutto il resto non va fatto" è errata.
    Ogni problema va risolto, con priorità diverse a seconda della gravità.
    Le risorse vanno stanziate in base alla rilevanza dell'ambito in cui andranno a finire.
    I problemi del mondo non sono legati solo al denaro, e dubito che l'esplorazione spaziale li aggravi o in qualche modo, diretto o indiretto, ne influisca negativamente. Viceversa potrebbe avere delle influenze positive.
    La vostra opinione espressa in modo non costruttivo è, per lo meno, poco "interessante"...
    Per favore, abituatevi a non ragionare solo in "bianco e nero"...
    non+autenticato
  • in Europa quando le caravelle partirono c'era molta gente che moriva di fame. Probabilmente se avessimo seguito lo stesso ragionamento l'America non sarebbe stata scoperta..
    non+autenticato
  • ... e sarebbe stato meglio....
    non+autenticato
  • L'america c'era già, era abitata da gente persino più civile di noi, e ci fu un'ordinanza papale prima della partenza di colombo che sconsigliava l'inquinamento della popolazione locale con indigeni che provenivano dalle americhe, infatti c'erano già mappe della costa sud americana dettagliatissime, quindi:
    Non abbiamo scoperto una mazza, la gente c'era, viveva tranquilla e gli abbiamo ammazzati, noi "civilizzatori" abbiamo distrutto nel nome della civilta chi li ci abitava solo perchè per noi erano primitivi, magari non lo avessimo fatto, adesso potremmo magari imparare qualcosa da loro, ma aimè si sono estinti.... che sfiga!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciccio palermo
    > Con i tanti problemi gravi che affligono
    > l'umanita' quali gli sconvolgimenti climatici
    > che stanno divenendo irreversibili,
    > la fame nel mondo che aumenta a disisura,
    > disoccupazione, crisi ecnomica e dilagare di
    > immoralita' gli uomini si affannano ad insgeuire
    > le stelle;

    Potremmo utilizzare la sovrabbondanza di armi allo scopo di eliminare gli affamati, in questo modo avremmo piu' risorse per tutti.
    krane
    22544
  • La conoscenza è qualcosa da perseguire sempre e comunque, perchè permette all'umanità di liberarsi da quei dogmatismi e quelle chiusure mentali che la tengono ancora legata al medioevo.

    Poi il primo e fondamentale passo che va intrapreso per risolvere i problemi che citi è solo uno: ferreo controllo delle nascite e graduale riduzione della popolazione umana.
    Tutte le utopie di ridistribuzione delle risorse sono solo pie illusioni, che hanno la colpa di allontanare la soluzione.
    Funz
    13021
  • Eccolo, un altro sapientone, ti faccio una domanda:


    In natura una specie che subisce grosse perdite della propria prole causata da elementi esterni non controllobaili, come reagisce?

    Se sai rispondere capirai anche perchè in africa fanno tanti figli, capirai perchè muoiono di fame e forse se ci metti il capitalismo, gli interessi internazionali, la nestlè, e un paio di case farmaceutiche unito al traffico di diamanti e di organi, magari riesci ad avere un quadro completo di perchè succede.

    Se ci sei arrivato non ti fa un po schifo essere bianco adesso?
    non+autenticato
  • certo, certo, ma finché ci sarà una massa enorme di poveretti da aiutare, come si fa ad aiutarli tutti?
    E' un circolo vizioso. Come ne siamo usciti noi (non tanto tempo fa)?
    Con l'illuminismo, il razionalismo, la scienza e la rivoluzione industriale, che hanno portato benessere, quindi una naturale riduzione della prolificità.

    In Africa avrebbero già tutte queste cose a gratis. Quindi sta a loro sollevarsi, finora i nostri "aiuti" non sono serviti ad altro che a perpetuare la loro condizione miseranda.
    Funz
    13021
  • - Scritto da: Funz
    > certo, certo, ma finché ci sarà una massa enorme
    > di poveretti da aiutare, come si fa ad aiutarli
    > tutti?
    > E' un circolo vizioso. Come ne siamo usciti noi
    > (non tanto tempo fa)?
    >
    > Con l'illuminismo, il razionalismo, la scienza e
    > la rivoluzione industriale, che hanno portato
    > benessere, quindi una naturale riduzione della
    > prolificità.
    >
    > In Africa avrebbero già tutte queste cose a
    > gratis. Quindi sta a loro sollevarsi, finora i
    > nostri "aiuti" non sono serviti ad altro che a
    > perpetuare la loro condizione
    > miseranda.

    buaaaaaaaahhahahahaahahahahahahaah GLI AIUTIII!!!

    AHAHAHAAHAHAHAHAHHAHAHAHAA
    BUAGAGAGAAHAHAHAHAHAAHAH

    L'ILLUMINISMO AHAHAHAHAHAHAHAA!!

    iL razionalismo...AHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHHAHAHAHAHA

    Allora se non hai ancora capito perchè sto ridendo,scusami,sinceramente,ma
    era necessaria una risposta ilare,altrimenti potevano cascare insulti per un'affermazione protorazzista come questa.

    1) Non abbiamo mai aiutato (europa-usa-etcetcetc) nessuno.
    2) La povertà dei paesi africani è figlia del nostro sfruttamento,se avessimo lasciato le cose come stavano,senza depredarli,probabilmente avrebbero creato una struttura commerciale che ci avrebbe spezzato le ossa,non avendo noi materie prime.
    3)Non appena un presidente africano osa solo dire "le risorse sono nostre e le gestiamo noi!" Muore.
    Generalmente ucciso da milizie pararivoluzionarie pagate da noi.

    4)Abbiamo inviato centinaia di preti e pochi medici.
    Ora molti di quei poveracci credono che l'aids si curi con il rosario.

    5)Se l'africa gestisse autonomamente le sue risorse,impoverirebbe l'occidente,cosa che non ci possiamo permettere,ergo,facciamo finta di mandare aiuti "umanitari" prima ti distruggo la casa e poi ti regalo una tenda.

    6)ahahahahahahahahahahaha hahahahahahaha hahahahahahahahahahahah ahahahahah ahahahahahah aha.

    Punto.
  • La presenza di acqua in quantità sulla luna fa si che una base lunare sia un passo praticamente obbligato prima di arrivare su marte, non farlo sarebbe da stupidi e significherebbe sprecare soldi... vedrete che le priorità della nasa cambieranno, prima la base lunare poi marte.
    non+autenticato
  • Peccato che sia già occupata da tempo, hahaha, questo loro lo sanno!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Illuminato
    > Peccato che sia già occupata da tempo, hahaha,
    > questo loro lo
    > sanno!!!

    Basta chiedere permesso, di spazio ce n'è tanto nello spazioA bocca aperta
    Funz
    13021
  • Vorrei fare notare alla redazione che il lato oscuro della luna non esiste...
    Marco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: M. Marino
    > Vorrei fare notare alla redazione che il lato
    > oscuro della luna non
    > esiste...
    > Marco.
    Come no!
    E il luogo dove ha origine il lato oscuro della forza...DelusoCon la lingua fuori
  • - Scritto da: M. Marino
    > Vorrei fare notare alla redazione che il lato
    > oscuro della luna non
    > esiste...
    > Marco.

    ma come e questi?
    http://www.classicrockmagazine.com/wp-content/uplo...
    lol
    non+autenticato
  • > ma come e questi?
    > http://www.classicrockmagazine.com/wp-content/uplo...
    > lol

    Questa è la prove che si sono forme di vita intelligenti sulla TerraA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: James Effex
    > > ma come e questi?
    > >
    > http://www.classicrockmagazine.com/wp-content/uplo
    > > lol
    >
    > Questa è la prove che si sono forme di vita
    > intelligenti sulla Terra
    >A bocca aperta

    92 Minuti di Applausi
  • - Scritto da: M. Marino
    > Vorrei fare notare alla redazione che il lato
    > oscuro della luna non
    > esiste...
    > Marco.


    Come no! Il lato oscuro della forza.....Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • Andare nello spazio è molto costoso, perchè come contribuente dovrei accettare di spendere soldi anzichè nel welfare per andare nello spazio?
    Devono cercare di dimostrare che lo spazio è utile!
    Perchè non provano a dimostrare l'utilità ad esempio di specchi orbitanti per captare energia solare non inquinante in grado di dare una mano alla riduzione dell'effetto serra?
    Solo se riusciranno in un progetto economicamente utile come questo potranno sperare di avere fondi sufficienti per l'esplorazione spaziale!
    Se ad esempio riuscissero a dimostrare i vantaggi derivanti da specchi solari in orbita sarebbero necessarie nuove navette, nuovi sistemi di propulsione ecc... da qui il passo a Marte o alla base lunare sarebbero immensamente più brevi!
  • sono in parte ma solo in parte d'accordo con te. D'altro canto, i metodi per ovviare agli effetti serra sono noti da ormai 20 anni se non piu'. Tuttavia continuiamo ad utilizzare motori a scoppio, superati da quasi 50 anni.. tutta questione di bussiness ..c'e' poco da dire.. il potere è nelle mani dei petrolieri e i petrolieri non appoggiano la politica del rispetto dell'ecosistema.. lo sappiamo.. per loro l'importante è riempirsi le tasche.. anzi i conti ...insomma volendolo non e' che ci sia proprio bisogno di mandare in giro nell'orbita specchi orbitanti.. ci sono diversi progetti di automobili ad acqua e aria, ne hai mai viste tu in giro? io ho visto solo i prototipi e sinceramente mi sembravano anche funzionare... ma chissa perchè poi i brevetti acquistati da grosse case automobilistiche, vengono chiusi nel cassetto e nessuno ne sa piu' niente.
    Per il resto invece che la National Aeronautics and Space Administration si occuppi piu' di bombardare le scimmie con raggi gamma o quel che sia invece che pensare alle missioni spaziali, mi sembra una ca**ata. Capisco che i viaggi nello spazio abbiano costi colossali, ma non per questo c'e' bisogno di ripiegare sprecando il denaro dei contribuenti in progetti idioti e inutili. O mi sbaglio ?

    CiaoOcchiolino
    non+autenticato
  • La ca**ata parte dai presupposti:
    1) scimmia simile a uomo
    2) ambiente spaziale: molti raggi gamma
    3) bombardamento scimmie = uomo nello spazio

    No, hai ragione. E' proprio una ca**ata.
    non+autenticato
  • Beh, le ricadute tecnologiche dei viaggi spaziali, anche se non facilmente comprensibili, ci sono. Basti pensare al notevole sviluppo dell'elettronica degli anni 60-70: la necessità di contenere i pesi nei viaggi spaziali portò allo sviluppo dei circuiti integrati, affidabili e poco pesanti! inoltre le innovazioni come i satelliti per telecomunicazioni, per il sistema GPS, e per il meteo costituiscono uno dei "motivi" principali per investire nello spazio. Se le generazioni precedenti avessero investino nel "welfare" oggi tutte queste tecnologie non esisterebbero. Facciamo attenzione a condannare gli investimenti nell'ambito spaziale.
    non+autenticato
  • Ma sono solo ca**ate, l'uomo e le scimmie e qualunque essere vivente nello spazio si squaglia, dopo solo pochi mesi le osse si disfano, finche non scopriranno come controllare la forza di gravità i raggi gamma sono l'ultimo problema, come possono pensare a un insediamento stabile in qualunque zona dello spazio se dopo nemmeno un mese di esposizione sembri un vecchio di 80 anni con l'osteoporosi?
    Servono tecnologie che non abbiamo, motori veloci, controllo della gravità, e scudi che proteggano i passeggeri nel viaggio, non abbiamo motori veloci, scudi sono un eresia, controllo della gravità nemmeno per sogno, vogliono fare basi dove?

    Far partire un uomo dalla terra per far arrivare un anemone su marte questo è quello che siamo in grado di fare adesso, siate realisti!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Salvatore
    > ci sono diversi progetti di
    > automobili ad acqua e aria, ne hai mai viste tu
    > in giro? io ho visto solo i prototipi e
    > sinceramente mi sembravano anche funzionare...

    si, li ha visti pure mio cuggino!A bocca aperta
  • - Scritto da: Salvatore
    > sono in parte ma solo in parte d'accordo con te.
    > D'altro canto, i metodi per ovviare agli effetti
    > serra sono noti da ormai 20 anni se non piu'.
    > Tuttavia continuiamo ad utilizzare motori a
    > scoppio, superati da quasi 50 anni.. tutta
    > questione di bussiness ..c'e' poco da dire.. il
    > potere è nelle mani dei petrolieri e i petrolieri
    > non appoggiano la politica del rispetto
    > dell'ecosistema.. lo sappiamo.. per loro
    > l'importante è riempirsi le tasche.. anzi i conti
    > ...insomma volendolo non e' che ci sia proprio
    > bisogno di mandare in giro nell'orbita specchi
    > orbitanti.. ci sono diversi progetti di
    > automobili ad acqua e aria, ne hai mai viste tu
    > in giro? io ho visto solo i prototipi e
    > sinceramente mi sembravano anche funzionare... ma
    > chissa perchè poi i brevetti acquistati da grosse
    > case automobilistiche, vengono chiusi nel
    > cassetto e nessuno ne sa piu'
    > niente.
    > Per il resto invece che la National Aeronautics
    > and Space Administration si occuppi piu' di
    > bombardare le scimmie con raggi gamma o quel che
    > sia invece che pensare alle missioni spaziali, mi
    > sembra una ca**ata. Capisco che i viaggi nello
    > spazio abbiano costi colossali, ma non per questo
    > c'e' bisogno di ripiegare sprecando il denaro dei
    > contribuenti in progetti idioti e inutili. O mi
    > sbaglio
    > ?
    >
    > CiaoOcchiolino


    Bel cumulo di luoghi comuni, tu credi veramente che se ci fosse un motore ad acqua in grado di funzionare le compagnie automobilistiche lo terrebbero nel cassetto per impazzire dietro l'auto elettrica o quella ad idrogeno?
    Potrei capire avessi detto i petrolieri, ma le aziende automobilistiche proprio non credo, la prima che tirasse fuori un motore ad acqua e quindi senza emissioni e con costo del carburante praticamente zero farebbe fuori la concorrenza nel giro di 24 ore!
  • Propongo di espellere dall'orbita il lettore medio di PI.
    Partendo dai frequentatori del forum.

    Offriti volontario al posto delle scimmie, così scopriamo direttamente sull'uomo l'effetto dell'esposizione a lungo termine dei raggi gamma.
    Magari diventi come Hulk.
    Sicuramente non diventi più intelligente..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Propongo di espellere dall'orbita il lettore
    > medio di
    > PI.
    > Partendo dai frequentatori del forum.
    >
    > Offriti volontario al posto delle scimmie, così
    > scopriamo direttamente sull'uomo l'effetto
    > dell'esposizione a lungo termine dei raggi
    > gamma.

    > Magari diventi come Hulk.
    > Sicuramente non diventi più intelligente..

    ma magari diventi un po' morto suppongo
    non+autenticato
  • Implicitamente hai affermato di essere superiore alla media dei lettori degli articoli di questo sito ma dal tuo commento è evidente l'incontrario.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > Devono cercare di dimostrare che lo spazio è
    > utile!

    Andare nello spazio non è solo "andare nello spazio" per farlo è necessario sviluppare nuove teconlogie. Andando sulla luna abbiamo avuto scarpe da ginnastica teconologiche, le macchine fotografiche digitali, gli LCD ecc...
    non+autenticato