Claudio Tamburrino

Microsoft: c'era un cinese in Juku

Redmond riconosce il plagio ma accusa un terzo, il vero sviluppatore del programma

Roma - Sembra essersi già conclusa la vicenda che vede coinvolto il programma di microblogging Plurk, popolare a Taiwan e in altri paese asiatici, e il neonato servizio di MSN China, Juku, che sembrava ricalcare troppo da vicino forme e contenuti di Plurk: Microsoft, dopo una propria indagine, ha riconosciuto il plagio.

Ad essere responsabile, spiega tuttavia Redmond, sarebbe l'azienda cinese a cui sarebbe stato appaltato il progetto. Avrebbe violato non solo il diritto d'autore di Plunk, ma anche il contratto stipulato con MSN China e la policy aziendale Microsoft in materia di rispetto della proprietà intellettuale.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
6 Commenti alla Notizia Microsoft: c'era un cinese in Juku
Ordina
  • è colpa dei cinesi! non siamo stati noi! ps: quel sw mi sembra uscisse targato M$ o no? quindi che si prenda onori e oneri
    non+autenticato
  • beh l'onere se lo prende ma poi si rivale sui cinesi SE non hanno rispettato i vincoli del contratto con MS
  • Ma io mi chiedo, come fa una azienda di software come MicroSoft a dover ricorrere a sviluppatori terzi per le proprie applicazioni di punta?

    Voglio dire, è il loro core business, se devono appaltare anche quel genere di sviluppi, significa che sono diventati una azienda di passacarte senza nessuna competenza e know-how interno. Senza contare che a quanto pare non sono nemmeno in grado di controllare la qualità dei fornitori.

    Ok all'outsourcing, ma non degli sviluppatori!!! Fate outsourcing dei manager.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo
    > Ma io mi chiedo, come fa una azienda di software
    > come MicroSoft a dover ricorrere a sviluppatori
    > terzi per le proprie applicazioni di
    > punta?
    >
    > Voglio dire, è il loro core business, se devono
    > appaltare anche quel genere di sviluppi,
    > significa che sono diventati una azienda di
    > passacarte senza nessuna competenza e know-how
    > interno. Senza contare che a quanto pare non sono
    > nemmeno in grado di controllare la qualità dei
    > fornitori.
    >
    > Ok all'outsourcing, ma non degli sviluppatori!!!
    > Fate outsourcing dei
    > manager.

    Psst...
    Che non si sappia in giro...
    Non sanno il Cinese!
  • - Scritto da: Paolo
    > Ma io mi chiedo, come fa una azienda di software
    > come MicroSoft a dover ricorrere a sviluppatori
    > terzi per le proprie applicazioni di
    > punta?
    >
    Niente di nuovo... hanno sempre fatto così: quando scoprono che un segmento di mercato che loro avevano già bollato come "non interessante" ha invece un successo clamoroso (un esempio: Internet e il Web, che all'inizio Microsoft era convinta fosse una moda passeggera), copiano il software necessario per entrarci da chi ce l'ha già... però, per evitare problemi legali, fanno fare la parte "sporca" dell'operazione da una piccola società esterna, a cui dare la colpa se vengono scoperti.
    Avevano fatto lo stesso anche quando si erano accorti che il multimedia era diventato importante: sono andati dallo sviluppatore che aveva fatto il porting di QuickTime su Windows, e qualche settimana dopo magicamente è apparso Windows Media Player... si dice con buona parte del codice copiato direttamente da QTfW. Č seguita una battaglia legale durata qualche anno, e nel frattempo hanno avuto il tempo di scrivere un Media Player internamente...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo
    > Ma io mi chiedo, come fa una azienda di software
    > come MicroSoft a dover ricorrere a sviluppatori
    > terzi per le proprie applicazioni di
    > punta?

    beh puoi definirla come vuoi, ma non certo di punta

    > Voglio dire, è il loro core business, se devono
    > appaltare anche quel genere di sviluppi,

    il genere del tipo "chi l'ha mai sentito Juku?"

    > significa che sono diventati una azienda di
    > passacarte senza nessuna competenza e know-how
    > interno. Senza contare che a quanto pare non sono
    > nemmeno in grado di controllare la qualità dei
    > fornitori.
    >
    > Ok all'outsourcing, ma non degli sviluppatori!!!
    > Fate outsourcing dei
    > manager.

    O_O

    già...
    se vedi degli omoni con dei camici che vogliono regalarti una camicia bianca non preoccuparti.. va tutto bene..