Gaia Bottà

AGCOM, il cittadino vigilerà sull'ISP

Uno strumento software per testare la propria connessione, per mettere alla prova le cifre con cui si imbellettano gli ISP. E costringerli alla trasparenza. Certificato, da ottobre

Roma - Si propone di mettere i consumatori a diretto confronto gli operatori che offrono connettività Internet: l'AGCOM ha annunciato per il prossimo ottobre il lancio di Misura Internet, un progetto volto a garantire trasparenza nelle condizioni con cui gli ISP offrono servizi ai propri utenti, consegnando ai netizen gli strumenti per verificare che quanto sbandierato dal provider abbia reale riscontro.

L'AGCOM, in un comunicato stampa, chiarisce che lo strumento è stato approntato nel corso della sperimentazione condotta fianco a fianco con la Fondazione Ugo Bordoni in Puglia, Sardegna, Toscana e Veneto, nel corso della quale si è iniziato a "verificare la velocità di download e upload nel trasferimento dati e del ritardo di trasferimento per le connessioni internet da postazione fissa".

Si elargiscono però pochi dettagli rispetto a NEMESYS, il software deputato a questo raffronto: si spiega che potrà essere scaricato gratuitamente, lo si descrive come "un innovativo strumento di controllo", "certificato", con cui "il consumatore potrà avere maggiore consapevolezza delle prestazioni offerte dagli operatori e orientarsi tra le offerte di mercato, verificando di persona la qualità della propria linea e confrontandola con quella promessa dall'operatore al momento della stipula del contratto".
Sugli operatori, tenuti dalla delibera 131/06/CSP e successive integrazioni a garantire al cittadino informazioni dettagliate sulla qualità del proprio servizio, ci sarà anche il consumatore a vigilare. Una strategia che, in diverse declinazioni, è stata adottata ad esempio anche negli States e nel Regno Unito, e i cui risultati hanno rivelato dati niente affatto incoraggianti.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàAGCOM, il presente e il futuro della ReteIn ballo le frequenze di 9 canali del DTT da destinare alla banda larga. Per il futuro del paese, secondo il Garante, sono fondamentali la fibra, l'accordo delle telco sulle infrastrutture e la libertà della Rete
  • AttualitàItalia, 12 milioni hanno la banda largaItalia settima fra i paesi Ocse per penetrazione del broadband. Ai primi posti anche per convenienza degli abbonamenti mobili: e per la lentezza delle connessioni
  • BusinessADSL, un gigante con i piedi di argillaL'inchiesta prosegue: la velocità può essere garantita? Rispondono Telecom Italia, Fastweb, Tiscali e SiADSL. Il problema della banda occupata e del peer-to-peer. Parla l'Autorità TLC: sulla qualità si può intervenire pochissimo
28 Commenti alla Notizia AGCOM, il cittadino vigilerà sull'ISP
Ordina
  • Mi trovo daccordo con Enjoy with Us, ma ritengo che non ci possa essere una reale trasparenza in merito alla velocità (ma sopratutto alla "portante" o potenza del segnale assegnato all'utente.. almeno finchè le cose rimarranno come adesso).
    Nello specifico (e invito tutti a provare) quando un ISP "garantisce" una certa velocità in download, entra in gioco un siNpaticissimo quanto ingannevole meccanismo. Che è il seguente:
    Io ti garantisco, ipotesi, 450/KB in download. Nel momento che vado per scaricare un singolo file, spesso (dipende dall'operatore e dal tipo di flat, ovviamente.. ma comunque nella stragrande maggiornaza dei casi) non si arriva a poco oltre della metà, circa 220/KB. Ma cosa succede se metto 2 o 3 file in download contemporaneamente? ... Ecco che si raggiungono i 450/KB. La situazione è paradossale, perchè l'utente paga per una 6 Mega, ma, di norma, se la richiesta all'ISP è di un solo file, è l'ISP stesso che "riduce" la banda. Per poi "aprirla" del tutto SOLO nel caso ci fossero più richieste simultaneamente.
    Con questo trucchetto, ci marciano da molti anni. Se chiamata l'assistenza, ovviamente, vi diranno che la linea è a posto (e in un certo senso lo è) solo che voi pagate una flat "come se". Questa cosa, almeno per ora, sembra non accadere a chi ha la fortuna di possedere connessione in fibra ottica (per l'adsl il discorso cambia, appoggiandosi comunque alla Rete classica).
    Con questi presupposti (vòlti ancora una volta a imbrogliare il cittadino) è quantomeno inutle parlare di "chiarezza" e di velocità varie.
    Oltretutto non basta assolutamente la velocità della banda, se la portante (il ping) è debole. Diverse prove hanno confermato questo, per esempio con una 8 Mega, può capitare spesso che, se apro un P2P, Skype e Internet, uno di questi non funzioni o funzioni male.
    Inutile negare l'evidenza, la nostra Rete Nazionale fa schifo. Ha bisogno di manutenzione e aggiornamenti. Qui infatti, invece di intervenire a dovere, si è prefirito spremere la Rete telefonica "affittando" il tragitto e facendo lievitare il costo delle varie offerte flat "perchè la mia è più veloce della tua" .. e grassie al caxxo. Quindi non solo non si è investito per ammodernare la Rete, ma anzi, si sta facendo pagare "il trasito" agli altri operatori che, quindi, difficlmente potranno proporre delle flat competitive, annullando "di fatto" il vero concetto di concorrenza.. Ma queste cose non sono certo nuove nel Bel paese.
    E, cito da Wikipedia:

    Il principio fondamentale alla base dell'idea degli enti di controllo esterni, come le Authorities, è che essi siano indipendenti, soprattutto da interessi politici ed economici. Tuttavia, in Italia i membri di questo tipo di enti sono scelti solitamente in proporzione al peso che i vari partiti politici hanno in Parlamento, e in alcuni casi persino per diretta scelta del Governo.

    L'Agcom non fa eccezione, infatti i suoi otto commissari sono eletti per metà dalla Camera dei deputati e per metà dal Senato della Repubblica, e il presidente è proposto direttamente dal Presidente del Consiglio (come stabilito dalla Legge Maccanico). Dopo tali scelte, le investiture definitive vengono date dal Presidente della Repubblica.
    Per questo motivo, una parte autorevole della dottrina ha qualificato l'Agcom come un'autorità semi-indipendente.1 Infatti, un'autorità amministrativa indipendente è tale se non è subordinata gerarchicamente né politicamente ai Ministeri.

    Ognuno, singolarmente e in piena coscienza, tragga le sue conclusioni..

    Aloha!
    non+autenticato
  • Sono in guerra con La "mitica" Alice oramai dall'inizio d'agosto, sti pezzi di m.... ti garantiscono che entro due giorni lavorativi (tre se c'è un festivo di mezzo) ti risolvono il problema... Peccato che aspettino sempre il pomeriggio dell'ultimo giorno per mandare il tecnico (è già la seconda/terza volta che mi succede) poi se non puoi esserci, perchè sei al lavoro allora non vengono e non ti telefonano neanche.
    Sono dei buffoni e io sono ancora senza né telefono né rete da 15 gg.
    Paperolibero
    non+autenticato
  • Il problema in generale è che in Italia permettono alle aziende di promettere un servizio, non di garantire un servizio.
    Alice promette 7 mega (la promessa è nel contratto), ma ne garantiscono almeno 1 mega. (Posso promettere all'azienda di fargli pervenire quasi tutto l'importo della bolletta in base alle mie possibilità di quel mese?)
    Io personalmente sono soddisfatto da alice, 6.8 mega in download e 398 K in upload (www.speed.io/speedio.swf).
    Ma l'esperienza di un mio amico smentisce tutto. Stesso mio contratto, ma naviga a 400K in download e 512 in upload. Come da contratto ha richiesto di adeguare la velocità ad almeno 1 mega, il tecnico gli ha risposte che quelle sono le linee e non gli può fare nulla, consigliandogli di cambiare gestore (andiamo bene, ora ci cacciano!!).
    non+autenticato
  • Cambiare gestore?
    Ma se la linea fisica è sempre di telecom può provare tutti i gestori che vuole, e il risultato non cambia.
    non+autenticato
  • ... utilissimo?!?
    Peccato lo si possa fare solo dopo aver attivato un contratto con l'ISP!
    Che faccio mi metto a fare baruffa con tutti gli ISP tutte le volte che i valori di targa della ADSL non sono rispettati?

    Francamente troverei assai più utile se l'AGCOM pubblicasse delle tabelle di raffronto delle velocità medie effettive nelle varie città per ogni operatore, di modo che uno possa farsi un'idea della situazione, prima di fare un contratto!
    Tra l'altro una cosa del genere avrebbe costi assai limitati per l'agcom, basterebbe dotarsi di una pagina web a cui i vari utenti possano collegarsi per fare un bel test alla propria linea e poi tenere una bella lista di dati aggiornati, con un minimo di pubblicità, già solo la curiosità di vedere la effettiva velocità della propria ADSL e di paragonarla con quella offerta da altri operatori, convincerebbe molti utenti a fare tale verifica spontaneamente!
  • C'è qualcosa di utile a riguardo già qui..

    http://www.tomshw.it/cont/news/speed-test-adsl-map...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Xseven
    > C'è qualcosa di utile a riguardo già qui..
    >
    > http://www.tomshw.it/cont/news/speed-test-adsl-map


    Ah si lo conosco, ho fatto quel test anche diverse volte, ma non ho mai notato una tabella comparativa delle velocità rilevate per città per i vari provvider... andrò a rivederlo, nobile iniziativa comunque!
  • - Scritto da: Xseven
    > C'è qualcosa di utile a riguardo già qui..
    >
    > http://www.tomshw.it/cont/news/speed-test-adsl-map

    gia' il fatto che ti chieda un'email puzza di spam...
    SpeedTest.net fa gia' una media di velocità prendendo tutti i test a seconda del provider e della provincia, basta guardare le stats
  • La Tre effettua traffic shaping per le connessioni delle sue chiavette UMTS/HSDPA facendo risultare da speedtest.net velocità in download oltre 1Mb/s (cmq meno dei 7MB promessi) mentre per tutto il resto del traffico le velocità sono intorno a 100Kb e con temporanee interruzioni.

    Sono consapevoli della loro carenza di banda tant'è che facendolo presente e insistendo permettono di disdire in anticipo il contratto biennale senza pagare penali.
    non+autenticato
  • Sinceramente dipende dalla zona in cui ti trovi. Io per esempio noto una sostanziale differenza da casa mia (Padova) e l'ufficio (Verona). Comunque minimo 2 Mbit/s li fa - Ok non sono i fantomatici 7 ma non posso lamentarmi...
    non+autenticato
  • > La Tre effettua traffic shaping per le
    > connessioni delle sue chiavette UMTS/HSDPA
    > facendo risultare da speedtest.net velocità in
    > download oltre 1Mb/s (cmq meno dei 7MB promessi)
    > mentre per tutto il resto del traffico le
    > velocità sono intorno a 100Kb e con temporanee
    > interruzioni.

    Guarda che 100 KB (KBytes) equivalgono a 0,8mbit...quindi corrisponde...

    > permettono di disdire in anticipo il contratto
    > biennale senza pagare
    > penali.

    Se te lo hanno detto al 133, tanti auguri. Quando vedrai la cosa per iscritto, allora inizieranno i guai. Tre è micidiale per le penali.
  • Se TRE taroccasse solo le velocita' sarebbe il minimo.
    Peccato che tarocca anche i risultati e tra quello che promette e che realmete fa c'e' un abisso.

    Pero' danno la tessera del cinema, tessera che ho regolarmente accantonato dato che alla fine e' il cliente che paga (sempre).
    non+autenticato
  • OK, ci sarà un bellissimo test made in AGCOM che dirà che la linea fa schifo.
    Wow. E cosa cambia, visto che la linea è "fino a <quello che abbiamo millantato>"?
    Senza contare che la colpa potrebbe essere attribuita, a ragione o torto, anche alla connession PC - router, alla configurazione, ai cavi, a qualunque cosa insomma.

    Pochi soldi e sprecati.
  • > Wow. E cosa cambia, visto che la linea è "fino a
    > <quello che abbiamo
    > millantato>"?

    Non cambierà nulla...anche perchè non mi pare che *mediamente* i provider mettano in dubbio l'affidabilità dei soliti speedtest (figuriamoci poi se il router stesso allaccia la portante a velocità ridicole..)
    Agcom in che modo aiuta il cittadino? Sicuramente quest'ultimo non avrà problemi a disdire..anzi, come si legge pure nel thread, sarà il provider che avrà premura di cacciarlo..e anche in questo contesto il test è inutile.

    > Pochi soldi e sprecati.

    quoto
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)