Mauro Vecchio

LulzSec, arresto eccellente?

Un diciannovenne dell'Essex nelle grinfie della Metropolitan Police di Londra. Sarebbe un membro chiave nella crew che ha seminato il panico tra i governi. O solo il gestore di un canale IRC, come cinguettato dal gruppo

Roma - A muoversi rapidi sono stati alcuni agenti della Metropolitan Police di Londra, assistiti dal Federal Bureau of Investigation (FBI) statunitense. Un misterioso ragazzo di appena 19 anni è stato così arrestato nella piccola cittadina di Wickford, quasi 60 chilometri a nord della capitale britannica.

Interrogato in una stazione di polizia della stessa Londra, il 19enne potrebbe ora venire incriminato per violazione del Computer Misuse Act, sospetta figura chiave nell'ormai celeberrimo collettivo di hacker Lulz Security. Il ragazzo potrebbe aver partecipato attivamente alla recente ondata di cyberattacchi marchiati Lulz.

Stando alla ricostruzione offerta dalla polizia londinese - che ha provveduto a perquisire la sua abitazione, sequestrando computer e altri dispositivi - il ragazzo avrebbe partecipato ai DDoS lanciati contro il sito ufficiale della Central Intelligence Agency (CIA) oltre che della Serious Organised Crime agency (SOCA).
La stessa crew di LulzSec ha da poco rivendicato l'attacco nei confronti dell'agenzia britannica che si occupa, tra le altre cose, di crimini compiuti a mezzo informatico. Un cinguettio su Twitter ha tuttavia sottolineato come il ragazzo arrestato sia soltanto uno dei gestori dei canali IRC orbitanti intorno alla crew.

Sempre stando agli interventi su Twitter, il diciannovenne incriminato sarebbe in realtà Ryan Cleary, già a capo del gruppo di rivoltosi che aveva messo fuori uso i server IRC di Anonymous. Il responsabile era stato identificato già un mese fa attraverso Skype: la sua residenza è a Wickford, Essex.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaUSA, giochi di cyber-guerraLe autorità militari presentano un progetto pilota attraverso cui acquisire conoscenze utili a rafforzare la risposta alle minacce telematiche. Partecipano anche i contractor della difesa e i loro ISP privati
  • SicurezzaChi ha violato il database Sega?Intrusioni sui server e furti di dati sensibili anche ai danni della storica compagnia videoludica. Questa volta il team LulzSec si offre di collaborare alle indagini
  • SicurezzaLulzSec, password contro 4ChanDivulgate 62mila email con relative password. Per premiare gli utenti che hanno appoggiato la crew sul forum del sito legato ad Anonymous
3 Commenti alla Notizia LulzSec, arresto eccellente?
Ordina