Luca Annunziata

Debian 7, la distro col fischio

Wheezy arriva due anni dopo la release precedente. Rivista l'intera gerarchia per migliorare il supporto multiarchitettura

Roma - Ci sono voluti più di 24 mesi per preparare una nuova versione della distribuzione Linux più ortodossa che c'è, ma alla fine Debian 7 ha rispettato la tabella di marcia che gli stessi sviluppatori avevano anticipato: con il rilascio di Wheezy avvenuto lo scorso sabato si completa una profonda rivistazione dell'intero universo Debian, che resta un punto di riferimento per una larga fetta di utenza professionale e ribadisce l'approccio conservativo fin qui tenuto dalla community che l'anima. I dettagli sui pacchetti aggiornati e le novità essenziali sono contenuti nel post sul blog ufficiale che comunica il rilascio.

Debian 7 è una distribuzione profondamente ripensata per garantire supporto multiarchitettura: l'intera gerarchia del filesystem è stata rivista per garantire in questo senso la massima interoperabilità, così che sulla stessa macchina possano ad esempio girare pacchetti compilati a 32 o 64bit senza che si verifichino fastidiosi problemi di dipendenze non risolte o risolte in modo errato. Debian supporta inoltre molte architetture, come ad esempio i386, X86-64, PowerPC, SPARC, MIPS, ia64 e ARM. La sua proverbiale solidità ne fa un punto di partenza eccellente per lavori professionali.

Tra le altre novità di Wheezy figurano: l'adozione di Gnome 3.4 come interfaccia grafica di default, l'aggiornamento al kernel Linux 3.2, l'adozione di un nuovo meccanismo di installazione che consente di controllare il processo tramite la voce (per garantire a tutti di poter utilizzare Debian su una macchina non dotata di interfaccia specifica). Irrobustito anche il supporto alla creazione di cloud private, in particolare agli strumenti OpenStack e Xen Cloud Platform (XCP). (L.A.)
Notizie collegate
  • TecnologiaSpagna, Debian colonizza l'Extremadura40mila postazioni nella sanità pubblica pronte a virare verso i lidi FOSS. Ma non è la più grossa conversione del Vecchio Continente. Dalle scuole agli ospedali, tutto sarà basato sul Pinguino
43 Commenti alla Notizia Debian 7, la distro col fischio
Ordina
  • Che dannati discorsi da lamer si leggono qui.

    Forse non tutti sanno che il software "vecchio" (rispetto alle distro rolling) è prossimo allo ZERO bug, il software nuovo ha solo la correzione di un precedente bug... o precedenti bug...
    indi debian mira ad un sistema a bug zero, Conscete un intero sistema operativo con bug prossimi allo zero, interfaccegrafiche al seguito?
    Si, Debian

    le rolling hanno il vantaggio di essere alla moda ma di portarsi dietro molti ma molti errori di programmazione che rendono il sistema instabile e insicuro.. e non c'è ancora soluzione ad alcuni bug!
    Gli ignoranti (perchè ignorano) non si pongono questi problemi, anzi, ironia della sorte, spesso girano "ancora" con cell android 2.3.6 o ios2.. saranno mica buoni per ...i server?Sorride

    Lamer!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 marzo 2014 22.05
    -----------------------------------------------------------
  • Qualsiasi cosa dicano gli ignoranti che scrivono qui, Debian rimane tra le distribuzioni Linux più affidabili (server e client).

    Se siete incapaci o non avete voglia di lavorarci su, installate Ubuntu, o ancora meglio Mint (che uso quotidianamente) e non fate discorsi alla caxxo su Debian, che forse manco conoscete.

    Se dovessi gestire un ambiente Linux, farei affidamento su Debian (sia Server che client): preferisco sbattermi all'inizio, per avere tutto operativo per le esigenze del cliente, e poi dormire sonni tranquilli, piuttosto che non dormire la notte col pensiero dell'ultima figheria di Ubuntu che mi sputtana Gnome!

    IMHO
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome
    > Qualsiasi cosa dicano gli ignoranti che scrivono
    > qui, Debian rimane tra le distribuzioni Linux più
    > affidabili (server e
    > client).
    >
    > Se siete incapaci o non avete voglia di lavorarci
    > su, installate Ubuntu, o ancora meglio Mint (che
    > uso quotidianamente) e non fate discorsi alla
    > caxxo su Debian, che forse manco
    > conoscete.
    >
    > Se dovessi gestire un ambiente Linux, farei
    > affidamento su Debian (sia Server che client):
    > preferisco sbattermi all'inizio, per avere tutto
    > operativo per le esigenze del cliente, e poi
    > dormire sonni tranquilli, piuttosto che non
    > dormire la notte col pensiero dell'ultima
    > figheria di Ubuntu che mi sputtana
    > Gnome!

    sottoscrivo in toto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome
    > Qualsiasi cosa dicano gli ignoranti che scrivono
    > qui, Debian rimane tra le distribuzioni Linux più
    > affidabili (server e
    > client).
    >
    > Se siete incapaci o non avete voglia di lavorarci
    > su, installate Ubuntu, o ancora meglio Mint (che
    > uso quotidianamente) e non fate discorsi alla
    > caxxo su Debian, che forse manco
    > conoscete.
    >
    > Se dovessi gestire un ambiente Linux, farei
    > affidamento su Debian (sia Server che client):
    > preferisco sbattermi all'inizio, per avere tutto
    > operativo per le esigenze del cliente, e poi
    > dormire sonni tranquilli, piuttosto che non
    > dormire la notte col pensiero dell'ultima
    > figheria di Ubuntu che mi sputtana
    > Gnome!
    >
    > IMHO

    GNOME si sputtana già abbastanza da soloCon la lingua fuori
    Shiba
    3826
  • Linux è adatto all'utilizzo su server. Per l'utilizzo su desktop è na ciofeca!
    Meglio windows! Fan Windows
    non+autenticato
  • Ahahahahahhaahahah!!! Mitico!!!!

    Era un battura vero?
    non+autenticato
  • Salve a tutti, ma compiz che fine ha fatto in questa versione ?
    non+autenticato
  • Con quei pacchetti forse sarebbe stata up-to-date 2 anni fa, quando hanno cominciato a svilupparla... ormai ha senso solo sui server
  • Sui server e anche sui computer un po' datati. Comunque, se si ha bisogno di pacchetti un po' più nuovi, si può sempre fare il pinning o installare la Testing direttamente... Fan Linux
  • - Scritto da: vince65
    > o installare la Testing direttamente...
    Che invece di essere vecchia di 2 anni e vecchia di un anno e mezzo (se va bene)
  • Beh, se non ti va bene testing (che essendo stata rilasciata Wheezy è una copia di unstable) c'è sempre unstable (su cui si basano tra le altre ubuntu e derivate) e se ancora è troppo vecchia c'è experimental (a tuo rischio e pericolo)
  • Up to date 2 anni fa? "Machissenefrega"
    Da quando in quà avere l'ultimo software aggiornato ieri è un vantaggio?
    Semmai è una grandissima sfiga.
    In quanti si sono aggiornati (esempio: utenti archlinux) da gmone 2 a gnome 3 e senza accorgersene prima si sono trovati un desktop orribile (una schifezza per trouchscreen, tipo piastrellato win8)?
    Il software non testato NON va usato in ambienti enterprise (business). Chi lo fa sbaglia e si merita tutti i problemi e le più grandi sfighe possibili, e ben gli sta'. E non intendo questo solo su server, ma anche su desktop.
    Il software singolo e l'unione di più software che lavorano assieme deve essere perfetta e dunque testata per anni prima di arrivare ad essere una piattaforma di lavoro. Per questo si usano software "vecchi" di anni. Non è che su Red Hat trovi programmi recentissimi anche se sono pagati per mantenerla.
    Software che ha meno di 2 anni non va MAI usato - almeno che non faccia qualcosa di talmente semplice (o speciale) che si può fare una semplice (o obbligata) eccezione. Magri leggendo il sorgente o il diff prima. Quando c'è una vulnerabilità software e ricevi un aggiornamento, non scarichi la versione successiva del software (almeno non necessariamente) ma la tua versione attuale (la 1.5.6) con la patch di sicurezza applicata (anche se la versione attuale del software è la 3.9.5 a te ti rimane la precedente). E' un grandissimo vantaggio.
    Il software è come il vino. Invecchiando migliora. Eppure c'è gente che ama vinacci fatti o alterati il giorno prima.... sui gusti non si discute, anche se certuni appaiono agli ESPERTI proprio strani.
    non+autenticato
  • Questa è la tua personale opinione... Dipende sempre da cosa ci fai...
    non+autenticato
  • Dimmi che ci fai tu a sostengo della tua di opinione.
    Forse, il beta-tester.
    non+autenticato
  • 1 non devo aprire la console per installare dei driver proprietari. Di averli open sai quanto me ne frega?
    Posso finalmente collegare il mio samsung note 2 al pc, e passarmi i file. Mentre su debian SID non mi funzionava, tranne fare un pò di update per i fatti miei, e portandomi dietro svariati problemi...
    Poi problemi di crash non ne ho mai, per un utilizzo desktop è altamente inutile avere qualcosa con stabilità del 100%...
    non+autenticato
  • Prova airdroid
    non+autenticato
  • tra l'altro, se è un problema di driver, e il kernel 3.2 è troppo vecchio, nulla ti vieta di compilarti il kernel piu' recente (a mano, col metodo debian, come ti pare)... tra l'altro l'unico DE sensato oggi, xfce, non ha il difetto dei continui cambiamenti radicali (vedi gnome che perde pezzi di nautilus da una release all'altra) ed è quindi perfettamente sensato rimanere sulla versione di wheezy.
    non+autenticato
  • Io adopero tranquillamente Red Hat 4, senza che nessuno avverat l'esigenza di aggiornarla.
    Tutto è relativo.
    non+autenticato