Alfonso Maruccia

Immersion, spionaggio personalizzato in stile NSA

Dal MIT, uno strumento di indagine della propria vita digitale a partire dalle email in transito. Per dare una forma alla propria memoria digitale, per farsi un'idea di quanto valgano i metadati

Roma - Realizzato in seno al MIT Media Lab, il progetto Immersion è uno strumento in grado di fornire "una visione centrata sulle persone" della vita digitale come appare attraverso le email. All'atto della registrazione, l'utente dà al tool l'autorizzazione per tracciare i metadati delle missive elettroniche (destinatario, mittente, date) per la creazione di una rappresentazione grafica delle relazioni personali come appaiono dallo scambio epistolare in rete.

A conti fatti, Immersion è un vero e proprio strumento di "auto-spionaggio" della propria vita digitale, un sistema in grado di restituire in maniera visuale l'importanza dei famigerati metadati intercettati dall'intelligence statunitense dal 2001 in poi e acquisire consapevolezza sulla gran mole di dati personali disseminati online da ciascuno.

Il perdurante scandalo Datagate ha imposto lo spionaggio come un tema sulla bocca di tutti, ma i creatori di Immersion tengono a precisare che le quattro tematiche alla base del progetto sono piuttosto autoriflessione, arte, privacy e strategia.
Il web e le email sono ora una parte importante della memoria digitale degli utenti, spiegano dal MIT, e strumenti come Immersion sono appunto nati per rendere evidente tale importanza. Il tool al momento supporta solo gli account Gmail ed è particolarmente affollato di richieste.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàDatagate, le parole di SnowdenIl protagonista dello scandalo della sorveglianza globale torna a far sentire la sua "voce" digitale con due missive. Nella prima accusa gli States, nella seconda ringrazia l'Ecuador. Che però si rimangia tutto: aiutato per errore
9 Commenti alla Notizia Immersion, spionaggio personalizzato in stile NSA
Ordina