Alfonso Maruccia

Amazon WorkSpaces, il desktop virtualizzato

L'azienda di Seattle crea un nuovo servizio cloud, pensato per virtualizzare il singolo desktop del singolo cliente. Alla modica cifra di 75 dollari al mese si possono avere Windows 7 e Office 2010 nella nuvola

Roma - L'offerta di servizi cloud di Amazon non è dedicata solo ai supercomputer distribuiti ma anche a chi ha necessità di accedere ad ambienti desktop virtualizzati, dove desktop fa rima con Windows 7 e l'aggettivo "virtualizzati" implica l'uso dell'infrastruttura telematica di Amazon Web Services (AWS).

Amazon WorkSpaces, questo il nome del nuovo sistema "desktop-as-a-service" di Amazon, è un servizio per l'accesso a sistemi operativi desktop ospitati e gestiti online da qualsiasi dispositivo client - sia esso un computer fisso, portatile o gadget mobile basato su iOS o Android. Amazon sottolinea come l'uso di AWS fornisca ai clienti piena capacità di controllo e gestione degli ambienti virtualizzati, mentre il costo della nuova offerta sarebbe la metà di quanto richiesto da altre infrastrutture di desktop virtuale (VDI) già attive sul mercato.


Le funzionalità base di WorkSpaces includono l'uso di un sistema operativo Windows 7 funzionante in una virtual machine su sistema Windows Server 2008 R2 con ipervisore Hyper-V (su infrastruttura AWS), mentre le caratteristiche hardware (numero di CPU, memoria e storage) variano in base al prezzo del servizio. Con la modica spesa di 75 dollari al mese, per dire, il fortunato sysadmin cloud-dipendente potrà accedere a due CPU con 7,5 gigabyte di memoria e 100GB di storage.
Variabili anche le applicazioni e il software configurati all'interno della virtual machine "nebulizzata", software che va dal pacchetto base (Internet Explorer 9, Adobe Reader, Firefox, Java e altro) dal costo di 35 dollari, a quello extra-lusso (Office Pro 2010, Trend Micro Anti-Virus, utility varie) al succitato prezzo di 75.

La sicurezza del servizio VDI è garantita dall'uso protocollo PC over IP (PCoIP) di Teradici, sostiene Amazon, tecnologia che comprime, cripta e trasmette online il flusso video del desktop virtualizzato fino al dispositivo client dell'utente/cliente. PCoIP usa l'algoritmo di cifratura AES-256, mentre poco al momento si sa per quanto riguarda la banda - e gli eventuali costi aggiuntivi - necessaria al sistema.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Amazon WorkSpaces, il desktop virtualizzato
Ordina
  • non capisco l'utilità office costa 200 euro circa + win7 pro 130 € = 330
    sto servizio costa 70€ * 12 = 840 € per un anno, quindi non riesco a capire dove sta la convenienza di usare tale tecnologia?
    non+autenticato
  • Serve a non pagare i 60-70.000 euro che costa un sistemista.

    Sei sei solo tu col tuo PC non conviene, ma a un'azienda con 2-300 PC dove il sistemista deve garantire la disponibilità dei dati, e i tecnici devono correre continuamente a togliere virus, aggiornare i sistemi, reimpostare le password, ecc. ecc., può farti risparmiare centinaia di migliaia di euro.

    Senza contare che gira dappertutto (tablet compresi) perché in realtà gira sui server di Amazon.

    Le fregature? La più importante è che tutti i tuoi dati sono su Amazon.
    La seconda è che ci gira solo Windows.
    La terza è che devi avere una connessione Internet molto più ampia di quella normalmente usata.
    La quarta è che comunque se vuoi installare altra roba devi pagare la licenza per ogni utente, e alcuni software non hanno pacchetti "un tot di utenti" scontati.
    E ce ne sono sicuramente altre, queste sono solo le prime che mi vengono in mente.
    Shu
    1232
  • - Scritto da: Shu
    > Serve a non pagare i 60-70.000 euro che costa un
    > sistemista.
    >
    > Sei sei solo tu col tuo PC non conviene, ma a
    > un'azienda con 2-300 PC dove il sistemista deve
    > garantire la disponibilità dei dati, e i tecnici
    > devono correre continuamente a togliere virus,
    > aggiornare i sistemi, reimpostare le password,
    > ecc. ecc., può farti risparmiare centinaia di
    > migliaia di
    > euro.
    >
    > Senza contare che gira dappertutto (tablet
    > compresi) perché in realtà gira sui server di
    > Amazon.
    >
    > Le fregature? La più importante è che tutti i
    > tuoi dati sono su
    > Amazon.
    > La seconda è che ci gira solo Windows.
    > La terza è che devi avere una connessione
    > Internet molto più ampia di quella normalmente
    > usata.
    > La quarta è che comunque se vuoi installare altra
    > roba devi pagare la licenza per ogni utente, e
    > alcuni software non hanno pacchetti "un tot di
    > utenti"
    > scontati.
    > E ce ne sono sicuramente altre, queste sono solo
    > le prime che mi vengono in
    > mente.
    e il malware che iniziera' a camminare dentro al tuo "pc virtualizzato" (e nei doc&pdf e db poco virtualizzati) non ce lo metti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Shu
    > > Serve a non pagare i 60-70.000 euro che costa un
    > > sistemista.
    > >
    > > Sei sei solo tu col tuo PC non conviene, ma a
    > > un'azienda con 2-300 PC dove il sistemista deve
    > > garantire la disponibilità dei dati, e i tecnici
    > > devono correre continuamente a togliere virus,
    > > aggiornare i sistemi, reimpostare le password,
    > > ecc. ecc., può farti risparmiare centinaia di
    > > migliaia di
    > > euro.
    > >
    > > Senza contare che gira dappertutto (tablet
    > > compresi) perché in realtà gira sui server di
    > > Amazon.
    > >
    > > Le fregature? La più importante è che tutti i
    > > tuoi dati sono su
    > > Amazon.
    > > La seconda è che ci gira solo Windows.
    > > La terza è che devi avere una connessione
    > > Internet molto più ampia di quella normalmente
    > > usata.
    > > La quarta è che comunque se vuoi installare
    > altra
    > > roba devi pagare la licenza per ogni utente, e
    > > alcuni software non hanno pacchetti "un tot di
    > > utenti"
    > > scontati.
    > > E ce ne sono sicuramente altre, queste sono solo
    > > le prime che mi vengono in
    > > mente.
    > e il malware che iniziera' a camminare dentro al
    > tuo "pc virtualizzato" (e nei doc&pdf e db poco
    > virtualizzati) non ce lo
    > metti?

    Infatti ti ci mettono pure l'antivirus, pagando.
    Funz
    12972
  • ahah linari al tappeto allora !
    ecco perche propongono i corsi per sistemista linux a tutti
    tra pochi anni con la cloud saranno obsoleti..
    credevano di risparmiare col penguino e invece
    non+autenticato
  • - Scritto da: Shu
    > Serve a non pagare i 60-70.000 euro che costa un
    > sistemista.
    [...]
    > Le fregature?
    [...]
    > La terza è che devi avere una connessione
    > Internet molto più ampia di quella normalmente
    > usata.

    Dunque, vediamo: per risparmiare i costi del sistemista si girano quei soldi sui costi di collegamento, qundi alla fine hanno risparmiato effettivamente quanto?

    E naturalmente, per usare le macchine virtuali di Amazon c'è comunque bisogno di device su cui eseguire la parte client: forse si spera di farle pagare al dipendente offrendogli il "privilegio" di BYOD (Bring Your Own Device)?

    E in caso contrario, chi gestisce il parco aziendale? Un sistemista? OPS!

    E non abbiamo nemmeno sfiorato gli aspetti negativi che elencavi, o gli altri che non hai citato.
  • scusate le domande che per voi sono banali

    Ok il sistema è virtualizzato ma per girare sopra i pc degli utenti non serve sempre un altro sistema operativo ?

    Per stampare un documento come faccio ?

    Io piu di usare una virtual machine sul mio pc non ho mai fatto Imbarazzato
    non+autenticato