Luca Annunziata

Jolla e il mini-debutto 2013

Lo smartphone che succede spiritualmente al Nokia N9 sarà sugli scaffali alla fine del mese. Ma sarà un lancio di basso profilo. In attesa del giudizio di pubblico e critica sul risultato di un anno di sforzi

Roma - Dal 27 novembre ci saranno 450 fortunati finlandesi che potranno accaparrarsi il primo esemplare di smartphone prodotto da Jolla. L'azienda che ha raccolto il testimone di Nokia nello sviluppo di Meego, ridenominato Sailfish OS, ha deciso di iniziare con una simbolica distribuzione dei primi device nella sua nazione natale, a cui farà seguito una non meglio precisata espansione a livello europeo. Ma, come in altri casi, i tempi lunghi a cui Jolla è stata costretta per la preparazione all'esordio incidono sul risultato.



È trascorso poco meno di un anno da quando per la prima volta il nuovo sistema operativo, costruito sull'eredità tecnica di Meego (frutto a sua volta della collaborazione di Intel e Nokia), veniva mostrato per la prima volta al pubblico: in questi 12 mesi lo sviluppo è proseguito nel tentativo di allargare le potenzialità e ampliare la platea interessata al prodotto. Ad esempio l'inclusione della compatibilità nativa con le app per Android è un tentativo, come già fatto da Blackberry con il suo BB10, di strizzare l'occhio alla vasta platea dei clienti che possiedono già uno smartphone con l'OS di Mountain View: potenzialmente tutte le app già disponibili per Android girano anche su Sailfish OS, con l'unico dettaglio che mancherà il Play Store a bordo dei terminali avendo Jolla optato per il succedaneo russo Yandex Store.


Gli ex-dipendenti Nokia che formano la spina dorsale di Jolla sono comunque fiduciosi: questo primo debutto serve anche a dimostrare che l'azienda fa sul serio e ha le capacità per produrre un terminale che arrivi davvero in mano alla clientela. Il prodotto che verrà lanciato in pochi esemplari il 27, tuttavia, non è esattamente l'ultimo ritrovato della tecnica: CPU dual-core non meglio precisata, 1GB di RAM, 16 gigabyte di storage, schermo 4,5 pollici con risoluzione 960×540 (quindi meno anche di 720p), fotocamera posteriore da 8 megapixel, connettività LTE. A un prezzo annunciato di 399 euro (prezzo a cui sommare le tasse come l'IVA), le specifiche fanno sorridere se paragonate al più economico e molto più carrozzato Nexus 5: con un sistema operativo ancora in beta, come riportato sul sito ufficiale, c'è da chiedersi chi avrà voglia di investire in un prodotto di questo tipo.

Il punto forte di Jolla è il software: Meego ha una nicchia di sostenitori ed estimatori, quanto mostrato in sede di conferenze e incontri con la stampa è stato molto interessante, ma resta il dubbio se basti una buona demo per catturare i favori del pubblico e generare gli utili necessari a tenere in piedi un'azienda. Il mondo smartphone è al momento dominato da iOS e Android, che si spartiscono il grosso del mercato ovunque (con opinioni discordanti sul valore da attribuire a quote di mercato e utili generati, ma di fatto accaparrandosi la fetta più grossa della torta), e con un paio di nomi (tra tutti Windows Phone e BlackBerry) impegnati a provare a ritagliarsi un posto al sole. Ma se il già citato Nexus 5 viene venduto a 350 euro, ed è in arrivo il Motorola Moto G che costerà ancora meno, ecco che il quadro si fa a tinte fosche.

Jolla, con questo terminale lanciato in piccoli numeri alla vigilia del periodo natalizio, rischia di bruciarsi l'attenzione riservata all'esordio: potrebbe trattarsi di una sentenza senza appello, e non è detto che il verdetto risulti favorevole al nuovo marchio finlandese.

Luca Annunziata
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Jolla e il mini-debutto 2013
Ordina
  • Già altri hanno notato qualche imprecisione nell'articolo (il prezzo è già inclusivo di IVA, il processore è uno Snapdragon 1.4GHz, quindi abbastanza identificato) ma non è quello il problema.
    Quello che non capisco è perché tutti facciano confronti con device android ma mai con gli iPhone.
    Il concorrente più corretto per una comparazione è l'iPhone 5C.
    La dotazione hardware è parecchio simile (cambia "solo" lo schermo e la GPU più avanzata) per praticamente lo stesso prezzo (parlo OVVIAMENTE del prezzo americano). Questa differenza di specifiche la trovo più che giustificata dalle economie di scala, ma per il resto entrambi i cellulari hanno in comune il puntare sul software più e non sull'hardware.
    Di fatto fin quando non avremo davvero il cellulare tra le mani non sarà possibile valutare se il prezzo è giustificato o meno, perché buona fetta di quello che si paga lo si paga per un sistema operativo diverso che ha una interfaccia diversa da tutto quello che c'è in circolazione.
    Un'altra parte dei soldi che si pagano come "extra" rispetto ai cellulari comuni è quella dovuta al "The Other Half", feature poco nominata dagli articoli sul Jolla phone. Per chi non avesse idea di cosa si tratti, in pratica la cover posteriore in plastica può essere sostituita. Il cellulare predispone dei contatti che permettono alla cover di scambiare informazioni e power col cellulare. L'idea è che la cover possa diventare interattiva e aggiungre funzionalità al cellulare in maniera facile e veloce. Il tipico esempio è quello di aggiungere al volo una tastiera fisica o una batteria supplementare. Se questa idea avrà futuro o meno lo potremo solo sapere tra qualche mese. Qualcuno (me compreso) sostiene che aggiungere questa interfaccia sia più una scommessa che altro, ma io spero di cuore che l'idea abbia successo.
    Un SO nuovo e una interfaccia hardware aprono possibilità che possono interesare un certo tipo di consumatore (quello che non corre dietro alle specifiche ma alla funzionalità). Sul jolla si paga più il software dell'hardware. Personalmente a me va bene, in quanto sono ancora innamorato del mio N900 e dell'N9 di un mio amico e spero fortissimamente di aver trovato un degno erede della linea maemo/meego.
    non+autenticato
  • il prezzo in effetti è un pò altino, ma secondo me li vale tutti, quadcore e fullhd su uno smartphone sono inutili, servono solo a mangiarsi le batterie, questo mi sembra ben bilanciato e completo, batteria sostituibile, memoria espandibile, lte, open source e la cover dietro non serve solo a cambiare il colore, può contenere anche dispositivi aggiuntivi. Non potrà competere con android ma la sua nicchia di mercato potrà ritagliarsela
    non+autenticato
  • - Scritto da: eddhie
    > il prezzo in effetti è un pò altino, ma secondo
    > me li vale tutti,

    posso chiedersi su quali fatti concreti basi questa tua considerazione?

    > quadcore e fullhd su uno
    > smartphone sono inutili, servono solo a mangiarsi
    > le batterie,

    non è che avere una maggiore densità di pixel ti fa consumare di più eh... la batteria se la ciuccia la retroilluminazione

    > questo mi sembra ben bilanciato e
    > completo, batteria sostituibile, memoria
    > espandibile, lte, open source e la cover dietro
    > non serve solo a cambiare il colore, può
    > contenere anche dispositivi aggiuntivi. Non potrà
    > competere con android ma la sua nicchia di
    > mercato potrà ritagliarsela

    lo spero anch'io perché amo la diversità di mercato, ma ad essere onesti lo vedo malino...
    non+autenticato
  • il prezzo è sbagliato nell'articolo.   jolla costa 399 iva compresa.. e chi lo ordinava nella prima fase aveva anche 100 euro di sconto. adesso aspettiamo il 27, ma ne vale la pena visto che si tratta di un sistema operativo velocissimo che da la fluiditá di ios con applicazioni android
    non+autenticato
  • prima di tutto , come detto dal portavoce degli estimatori del progetto Meego Nico, i 399 sono tasse comprese (al massimo 1/2 % in piu' ma non credo)

    l'hardware non e' al top di gamma e lo ammetto ma dvete tener conto che sul N9 con un processore mono core da 1.4 GHz 1Gb di ram e schermo da 480p max il telefono risulta fluidissimo anche emulando giochi o avendo piu' applicazioni aperte contemporaneamente
    l'hardware di un telefono e' solo funzione del "peso" del sistema operativo e Android ne e' l'esempio (sistema pesante hardware costoso)

    dello schermo ha già parlato Nico

    e' vero che il nexus costerà meno...ma occorre vedere quali sono le differenze di prestazioni

    il sistema operativo Sailfish e' open-source ciò implica che i programmi si possono creare,distribuire e modificare senza problemi
    Sailfish nasce come software per adattarsi a tutti i telefoni in Android invece, sono i telefoni che si devono adeguare al software infatti ci sono non pochi casi di problemi dovuti ad incompatibilità' con gli aggiornamenti!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniel

    > e' vero che il nexus costerà meno...ma occorre
    > vedere quali sono le differenze di
    > prestazioni

    "prestazioni"? Su uno smartphone?
    se mi parli di reattività dell'interfaccia, OK, ma poi di che prestazioni vogliamo paralare? Far girare giochini evoluti? PRima devi avere un market share serio per attirare gli sviluppatori

    > il sistema operativo Sailfish e' open-source ciò
    > implica che i programmi si possono
    > creare,distribuire e modificare senza
    > problemi

    Il che significa poco o nulla: non è che Linux, grazie a questa cosa, abbia conquistato il mercato...

    > Sailfish nasce come software per adattarsi a
    > tutti i telefoni in Android invece, sono i
    > telefoni che si devono adeguare al software
    > infatti ci sono non pochi casi di problemi dovuti
    > ad incompatibilità' con gli aggiornamenti!!!!

    Mah... adattarsi a tutti i telefoni significa non essere ottimizzato per nessuno di loro, il che non è un bene
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > "prestazioni"? Su uno smartphone?
    > se mi parli di reattività dell'interfaccia, OK,
    > ma poi di che prestazioni vogliamo paralare? Far
    > girare giochini evoluti? PRima devi avere un
    > market share serio per attirare gli sviluppatori

    Più che potenza per giochini, la mia impressione è che serva capacità di portare a termine più attività in contemporanea, magari con consumi contenuti, senza che il sistema entri in crisi.
    FDG
    10893
  • - Scritto da: FDG

    > Più che potenza per giochini, la mia impressione
    > è che serva capacità di portare a termine più
    > attività in contemporanea,

    si, ma che attività vuoi fare su uno smartpone che richiedano chissà quale potenza?

    > magari con consumi contenuti,

    qusto potrebbe essere interessante, ma ho seri dubbi che si possa attuare su un sistema così "generico" che può andare su hw troppo diversi

    > senza che il sistema entri in crisi.

    questo è il minimo
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniel

    > Sailfish nasce come software per adattarsi a
    > tutti i telefoni in Android invece, sono i
    > telefoni che si devono adeguare al software
    > infatti ci sono non pochi casi di problemi dovuti
    > ad incompatibilità' con gli
    > aggiornamenti!!!!

    infatti le rom cyanogen si installano su tutti i cellulari in commercio?
    bisogna chiarire un punto: una cosa sono gli annunci, una cosa la realtà

    http://gigaom.com/2013/11/15/remember-jollas-early.../
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > bisogna chiarire un punto: una cosa sono gli
    > annunci, una cosa la
    > realtà
    Questa è da incorniciareOcchiolino
    non+autenticato
  • attenzione alle inesattezze scritte nell'articolo..
    intanto paragonate Jolla a Blackberry per il fatto che sul secondo si possono far girare alcune app android.. ma non avete detto che l'os di Jolla ossendo rilasciato in totale open source è installabile tecnicamente su tutti i dispositivi che adesso usano Android Occhiolino quindi potete installarlo anche sul vostro galaxy Occhiolino

    -denigrate l'hardware per 1gb di ram.. ma nessuno dice che gli iphone con 1gb di ram siano lenti o non siano fluidi (android necessita di eccessiva ram perchè è troppo macchinoso come sistema)

    -lo schermo è un QHD, ovvero supporta il full'HD 1080p

    -il prezzo è di 399 euro comprensivo di tasse in base al paese dal quale sia stato ordinato (per es, io ho ordinato il tel con 100 euro di cui il 22% è relativo all'iva)

    -dite che ci sono nexus e motorola moto g che avanzano nella tecnologia.... ma a me risulta che siano uguali a tutti gli altri telefoni in vendita con os android.. magari cambia il colore, il materiale.. o un po di ram in piu o meno (sempre per colmare le falle di android)

    ....per ogni info piu dettagliata su Jolla e Sailfish potete trovarmi su

    FB>> https://www.facebook.com/JollaItalia?ref=hl

    TW>> https://twitter.com/Jolla_Italia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nico Ceci
    > attenzione alle inesattezze scritte
    > nell'articolo..
    > intanto paragonate Jolla a Blackberry per il
    > fatto che sul secondo si possono far girare
    > alcune app android.. ma non avete detto che l'os
    > di Jolla ossendo rilasciato in totale open source
    > è installabile tecnicamente su tutti i
    > dispositivi che adesso usano Android Occhiolino quindi
    > potete installarlo anche sul vostro galaxy
    >Occhiolino
    >

    Postare link di Twitter e Facebook non denota grande professionalità, poi se proprio vogliamo parlare di inesattezze penso ne abbia fatte più tu nel tuo commento che l'autore dell'articolo (e ce ne vuole ... ).

    Prima di tutto Jolla non è "in totale Open source" lo è MER per il semplice fatto che si tratta di una semplicissima distribuzione Linux (nemmeno troppo elaborata), la parte Sailfish per quanto ne so, non è ancora stata rilasciata come open source.

    Android NON CONTIENE software proprietario, ma è completamente OPEN SOURCE e la licenza più restrittiva che ci trovi è una Apache 2.0, sono le applicazioni google e il framework ad essere proprietarie, molti devices non le hanno nemmeno montate e non devono richiedere il permesso a nessuno per installare Android e nemmeno per fare fork del progetto.

    Infine NON si può montare MER su un Galaxy perché l'architettura di Android sebbene Linux based è notevolmente differente, a meno che qualcuno non realizzi gli stub di boot e faccia il porting dei drivers di sistema.

    Spero inoltre che Jolla abbia un sitema altrettanto o meglio più efficiente di quello di Android in fatto di power management perché se hanno usato un Linux standard, senza i lock di sistema, non so quanto gli durerà la batteria.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Quelo

    > Android NON CONTIENE software proprietario, ma è
    > completamente OPEN SOURCE

    http://www.pionero.it/2013/11/08/google-ha-davvero.../
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > - Scritto da: Quelo
    >
    > > Android NON CONTIENE software proprietario,
    > ma
    > è
    > > completamente OPEN SOURCE
    >
    > http://www.pionero.it/2013/11/08/google-ha-davvero

    Giusto per ricordare che il business di Google sono i servizi, non il sistema operativo (base).
    FDG
    10893
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: Quelo
    >
    > > Android NON CONTIENE software proprietario,
    > ma
    > è
    > > completamente OPEN SOURCE
    >
    > http://www.pionero.it/2013/11/08/google-ha-davvero

    Chi ha detto che Google ha a cuore l'open source ?

    Ho detto che a causa della licenza Apache puoi fare i fork e usarli come meglio ti pare, quindi riscriverti o integrarti tutto il software e tutti i calendari che vuoi.

    Jolla usa il framework QT e le QT concedono la realizzazione di software proprietario (vedi per esempio Skype), che può essere gratuito quanto vuoi ma non è libero.

    Se non comprendi la differenza tra le due cose, puoi chiedere a Stallman la differenza tra "free as free beer" e "free" come una licenza open source.
    non+autenticato
  • non è questione di non comprendere la differenza, è questione di non farsi chissà quali illusioni: Google non è una benefattrice, anzi... se pensate di fare un favoire all'opensurce sostenendo android, parate proprio male.
    non+autenticato
  • sailfish é nettamente superiore ad android... per un mare di aspetti... ne nomino solo uno : il multitasking di tipo live!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nico Ceci
    > -lo schermo è un QHD, ovvero supporta il full'HD
    > 1080p

    qHD significa 960x540, 1/4 dell fullHD


    > -il prezzo è di 399 euro comprensivo di tasse in
    > base al paese dal quale sia stato ordinato (per
    > es, io ho ordinato il tel con 100 euro di cui il
    > 22% è relativo
    > all'iva)

    sai anche quando ti sarà consegnato?
  • il 27 si aprono le vendite online, per me che ho ordinato a maggio. ci sará la prioritá.   quindi potrò completare il pagamento la prossima settimana.. e dovrei ricevere il telefono intorno al 10 dicembre...   nn vedo l'ora!
    non+autenticato
  • ma a livello pratico progettare un nuovo smartphone che significa?
    tanto il processore, la ram il chip radio e tutto il resto mica lo fanno loro immagino li importino dalla cina o taiwan e poi li assemblino in finlandia per poterci scrivere sopra "made in finland" e vendere a 399 euro un oggetto che altrimenti dovrebbero vendere a 200 per avere delle speranze
    credo che finche non si torni a produrre in europa e sapere fare le cose vere e non solo assemblare sara sempre piu nera nera
    non+autenticato
  • Perchè secondo te il software chi lo progetta? Il cinese?
    non+autenticato