Claudio Tamburrino

Consiglio d'Europa: la sorveglianza va sorvegliata

Il monitoraggio indiscriminato mina la fiducia dei cittadini, è inefficace nella lotta al terrorismo e può violare i diritti umani: gli Stati devono agire. A partire da un codice di condotta che tracci i limiti dell'operato dell'intelligence

Consiglio d'Europa: la sorveglianza va sorvegliataRoma - Il Consiglio d'Europa, l'organizzazione internazionale che agisce per promuovere la democrazia e i diritti dell'uomo nel Vecchio Continente, ha condannato duramente le operazioni di sorveglianza di massa portate avanti dalle agenzie di spionaggio dei cosiddetti Cinque Occhi (USA, UK, Canada, Australia, Nuova Zelanda) e svelate dalle rivelazioni dell'ex contractor NSA Edward Snowden.

Mentre negli anni passati il Consiglio d'Europa era intervenuto sulla gestione della rete con due raccomandazioni a tutela dei principi fondamentali come il libero accesso all'informazione ed il diritto alla privacy online, già a gennaio una sua assemblea (il PACE, Parliamentary Assembly of the Council of Europe) si era espressa contro lo spionaggio indiscriminato, stigmatizzando non solo la soppressione dei diritti dell'utente e della privacy, ma anche l'enorme investimento fatto in dragnet digitali che di fatto dirottava risorse che sarebbe stato meglio impiegare in azioni di controllo e controspionaggio nei confronti di pericoli reali.

Ora, in sessione plenaria, oltre a ribadire il concetto di inefficacia di tale tipo di strategia, il Comitato dei Ministri d'Europa usa parole ancora più dure per condannare le azioni di spionaggio guidate dall'NSA: parla di operazioni che "mettono a repentaglio i diritti umani fondamentali".
Il Consiglio ha inoltre criticato il fatto che tali operazioni "non sembrano avere contribuito a prevenire gli attentati terroristici" ed ha inoltre sollecitato ad interromperle, "non procedendo più alla raccolta ed all'analisi di dati di carattere personale" (a partire dai metadati, e quindi dalla data retention indiscriminata), senza il consenso dell'interessato o "dietro un'ordinanza di un tribunale, sulla base di ragionevoli sospetti".

Per questo l'istituzione ha invitato i suoi Stati Membri ad assicurare la protezione della privacy nell'era digitale e la sicurezza su Internet con interventi normativi ad hoc contro le tecniche di intercettazione di massa ed avviando rapporti di negoziazione e collaborazione transatlantica, con particolare riferimento alla protezione delle libertà fondamentali e con l'idea di regolamentare un codice dell'intelligence che affronti nel dettaglio tutte le possibilità ed i limiti della loro azione.

L'organizzazione internazionale ha inoltre chiesto che venga effettuato un controllo giudiziario e parlamentare più approfondito su tali servizi di intelligence nazionali e, soprattutto, che i suoi Stati Membri provvedano ad accordare "una protezione credibile ed efficace agli informatori che rivelano attività di sorveglianza illegale" per tutelare i whisleblower, a cui spesso non è assicurato nemmeno l'anonimato.

L'intervento del Consiglio d'Europa sembra distinguersi dalle altre posizioni ufficiali assunte sul datagate proprio per questa richiesta di protezione dei delatori, a partire da e quindi di Edward Snowden, che ha contribuito a scoperchiare il vaso di Pandora e che al momento è ricercato dalle autorità a stelle e strisce: anche questa persecuzione, riferisce il Consiglio d'Europa, è uno degli ostacoli che impedisce di ripristinare la fiducia reciproca e il senso di sicurezza da parte dei cittadini.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàConsiglio d'Europa, consigli per la ReteDue raccomandazioni per tutelare i diritti dei netizen su motori di ricerca e social network. Trasparenza, libero accesso all'informazione, tutela della privacy. Le tematiche più delicate
  • AttualitàL'Europa contro lo spionaggio di massaUn documento del Consiglio d'Europa condanna lo spionaggio indiscriminato, squalificando l'operato dell'intelligence dei Cinque Occhi come inutile, oltre che lesivo dei diritti dei cittadini. EFF stila un piano pratico per abbattere il tecnocontrollo
8 Commenti alla Notizia Consiglio d'Europa: la sorveglianza va sorvegliata
Ordina