Thomas Zaffino

Facebook e Microsoft vogliono debellare le malattie

I colossi dell'IT scendono in campo contro le malattie che affliggono il mondo, con cospicui investimenti e ricerche innovative. Tra gli obiettivi, sconfiggere il cancro entro i prossimi dieci anni

Roma - Ormai è un dato di fatto: il mondo dell'high tech sta mettendo sempre più radici nel settore della salute e della medicina. Ultimi protagonisti di queste iniziative filantropiche e non solo, che hanno già visto approdare soggetti importanti come Apple, IBM e Google, sono Facebook e Microsoft.

Un articolo pubblicato su recode riporta le dichiarazioni di Mark Zuckerberg e della moglie Priscilla Chan sulla loro intenzione di curare (prima) e debellare (poi) le malattie che affliggono il mondo. Per raggiungere questo audace traguardo hanno deciso di investire 3 miliardi di dollari nel corso del prossimo decennio, attraverso la Chan Zuckerberg Initiative, fondata nel dicembre 2015. Una cifra che servirà ad avviare un percorso che richiederà senz'altro fondi ben più cospicui. Primo passo è la destinazione di 600 milioni di dollari a un progetto denominato Biohub, un centro di ricerca indipendente situato a San Francisco, presso l'Università della California, nel quale verranno sviluppati nuovi strumenti per rilevare e curare le malattie.

Mark Zuckerberg e la moglie Priscilla

Durante l'annuncio, Priscilla Chan ha parlato anche a nome del consorte Mark dichiarando che "il futuro che tutti noi vogliamo per i nostri figli è possibile"; entrambi sono consapevoli del fatto che le persone continueranno ad ammalarsi, ma "che i nostri figli e i loro figli dovrebbero ammalarsi molto meno". L'obiettivo è quindi scoprire e produrre trattamenti per curare le malattie, o quanto meno per gestirle al meglio.
Zuckerberg, intervenuto dopo la moglie, ha illustrato il piano che permetterà di debellare la maggior parte delle malattie nel corso del prossimo secolo, evidenziando come la nostra società spenda 50 volte di più per curare chi è malato rispetto alla ricerca di soluzioni realmente efficaci. Secondo il CEO di Facebook, investendo sulla ricerca di base e sulla creazione di nuovi strumenti, si potranno compiere più velocemente passi in avanti.
Biohub consentirà a scienziati e ingegneri di lavorare insieme, garantendo loro finanziamenti per iniziative di lungo termine, con l'obiettivo di accelerare le scoperte scientifiche. A condurre gli sforzi saranno la dottoressa Cori Bargmann, neurologa presso la Rockefeller University di New York, Joe DeRisi, professore alla UCSF School of Medicine, e Stephen Quake, biofisico e bioingegnere di Stanford. Il primo progetto del centro è la creazione di un "atlante delle cellule", necessario per ottenere un resoconto completo delle proprietà molecolari di tutte le cellule del corpo umano, ha spiegato Bargmann. Tale strumento, insieme ad altri, saranno resi disponibili gratuitamente all'intera comunità scientifica.

Mark Zuckerberg e la moglie Priscilla

A sostenere l'iniziativa di Zuckerberg e Chan c'è anche Bill Gates, il quale ha dichiarato che "Abbiamo bisogno di più scienza. Solo tramite la scienza possiamo realizzare un vaccino per l'HIV o la malaria".

Anche Microsoft è scesa in campo con l'obiettivo di sconfiggere il cancro. Il colosso di Redmond, impegnato su questo fronte, promette risultati sbalorditivi, se davvero riuscirà a risolvere il problema dei tumori nell'arco di una decina d'anni.
Microsoft intende sfruttare tecnologie informatiche avanzate come il machine learning e l'intelligenza artificiale per compiere importanti balzi avanti sotto il profilo medico, ovvero sotto gli aspetti di una migliore prevenzione e cura, considerando che i computer (a differenza degli uomini) possono immagazzinare ed elaborare una mole impressionante di dati in maniera più accurata di quanto non si faccia oggi.

Uno dei progetti più interessanti concerne direttamente la cura del cancro e fa capo al Biological Computation Group di Microsoft, un team di biologi affermati, programmatori e ingegneri. Lo scopo è applicare l'informatica alla biologia. In pratica, si tratta di considerare il cancro alla stregua di un virus informatico. I ricercatori Microsoft ritengono infatti che il cancro non si comporti in maniera molto diversa da quanto fa un comune malware. Si può pertanto pensare di debellarlo entro 5 o 10 anni. A supporto del progetto è stato aperto un laboratorio ad hoc nel quale è stato avviato un progetto davvero ambizioso: la realizzazione di un computer miniaturizzato che possa vivere all'interno delle cellule per dedicarsi al monitoraggio costante dell'organizzazione cellulare e permettere di procedere con una riprogrammazione cellulare, una specie di "reboot", nel caso in cui vengano rilevate deviazioni rispetto all'evoluzione della cellula sana. Non è sicuro che si possa sconfiggere il cancro in tal modo, ma il passo avanti sarebbe notevole. Inutile dire che possiamo solo sperare che la cosa funzioni.

Thomas Zaffino

Fonte immagini 1, 2
Notizie collegate
  • TecnologiaÈ l'ora di Apple Watchdi D. Galimberti - Lo smartwatch di Cupertino viene finalmente svelato, insieme a prezzi (molto variabili) e disponibilitÓ (ancora lontana). Apple ha in serbo anche nuovi MacBook e una soluzione per la ricerca medica
  • AttualitàIBM, Watson pensa alla saluteBig Blue annuncia nuove iniziative in chiave cloud per Watson, il sistema di IA che la corporation vuole ora utilizzare per dare un senso ai dati biometrici raccolti dai gadget indossabili. Dati che fanno gola anche ai cyber-criminali
  • TecnologiaL'AI di Google guarda i pazienti negli occhiUn accordo tra il National Health Service britannico e DeepMind prevede l'accesso dell'algoritmo di autoapprendimento ad un database di oltre 1 milione di scansioni dell'occhio, con l'obiettivo di scovare indicatori di possibili malattie
15 Commenti alla Notizia Facebook e Microsoft vogliono debellare le malattie
Ordina
  • Facebook e Microsoft vogliono fare miliardi nel business delle tecnologie per debellare le malattie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Facesoft
    > Facebook e Microsoft vogliono fare miliardi
    > nel business delle tecnologie per
    debellare
    > le
    > malattie.
    Se le riescono a debellarle è giusto che riescano a fare miliardi, c'è chi invece fa i miliardi vendendo acqua fresca e zucchero senza debellare niente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > Se le riescono a debellarle è giusto che riescano
    > a fare miliardi, c'è chi invece fa i miliardi
    > vendendo acqua fresca e zucchero senza debellare
    > niente.

    Parli dell'omeopatia o delle industrie farmaceutiche tradizionali?

    Perché nel 2008 una università ha scoperto che l'80% dei farmaci testati e introdotti in commercio intorno a quel periodo lo sono stati senza dichiarare quale placebo è stato usato nei test doppio cieco.
    E questo invalida tutta la ricerca.
    Ma non sono stati tolti dal commercio, per cui non sappiamo quanto siano realmente efficaci.
    iRoby
    8797
  • - Scritto da: Mario
    > - Scritto da: Facesoft
    > > Facebook e Microsoft vogliono
    > fare
    > miliardi
    > > nel business delle tecnologie per

    >
    > debellare
    > > le
    > > malattie.
    > Se le riescono a debellarle è giusto che riescano
    > a fare miliardi, c'è chi invece fa i miliardi
    > vendendo acqua fresca e zucchero senza debellare
    > niente.

    L' unica cosa che riescono a debellare questi marjuoli é il tuo portafogli. Loro hanno bisogno di gente come te.
    non+autenticato
  • noi abbiamo gia' avuto nel 2010 un miliardario che ha fatto la stessa promessa (sul debellare il cancro)
    http://www.giornalettismo.com/archives/56679/indec.../

    Beh almeno il Nostro ha avuto la decenza di non inventarne uno (come FBCon la lingua fuori)
    non+autenticato
  • ma si dovrebbe evitare di lanciare sempre questi messaggi debellare il cancro entro 5 10 anni
    cosa che puntualmente non avviene per il semplice motivo che il cancro ovvero i cancri sono di varia natura e sono causati da svariati fattori
    non+autenticato
  • - Scritto da: eheheh
    > ma si dovrebbe evitare di lanciare sempre questi
    > messaggi debellare il cancro entro 5 10
    > anni
    > cosa che puntualmente non avviene per il semplice
    > motivo che il cancro ovvero i cancri sono di
    > varia natura e sono causati da svariati
    > fattori

    Ok, il cancro al cervello per esempio da quale fattore é causato?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joe Torpado
    > - Scritto da: eheheh
    > > ma si dovrebbe evitare di lanciare sempre questi
    > > messaggi debellare il cancro entro 5 10
    > > anni
    > > cosa che puntualmente non avviene per il
    > semplice
    > > motivo che il cancro ovvero i cancri sono di
    > > varia natura e sono causati da svariati
    > > fattori
    >
    > Ok, il cancro al cervello per esempio da quale
    > fattore é
    > causato?

    genetico?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > - Scritto da: Joe Torpado
    > > - Scritto da: eheheh
    > > > ma si dovrebbe evitare di lanciare
    > sempre
    > questi
    > > > messaggi debellare il cancro entro 5 10
    > > > anni
    > > > cosa che puntualmente non avviene per il
    > > semplice
    > > > motivo che il cancro ovvero i cancri
    > sono
    > di
    > > > varia natura e sono causati da svariati
    > > > fattori
    > >
    > > Ok, il cancro al cervello per esempio da
    > quale
    > > fattore é
    > > causato?
    >
    > genetico?

    purtroppo non si conosce la causa del cancro al cervello, il che rende ancora più devastante questa terribile malattia
    non+autenticato
  • Non ti preoccupare, passa tutti i tuai dati a Sukkaberg che ci pensa lui svelare il mistero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joe Torpado
    > Ok, il cancro al cervello per esempio da quale
    > fattore é causato?

    Una mia amica neuropsichiatra ha un'idea interessante sul cancro a mammelle e utero delle donne.

    il 99% di quelle con questa patologia hanno problemi in famiglia col marito o con la famiglia.
    Ossia è accaduto quello che dice spesso il filosofo e cineasta Silvano Agosti, che il matrimonio è una specie di schiavitù o prostituzione a piccole rate.

    E alcune donne a livello inconscio non troverebbero via d'uscita diversa dalla morte.
    Per cui l'origine psicosomatica avrebbe molto senso.

    Ovviamente non è una tesi che a livello scientifico troverebbe molti sostenitori. Anche se ultimamente la via psicosomatica di molte malattie tra cui anche alcuni tumori si sta indagando sempre di più.

    Il cibo e l'inquinamento non sono le uniche cause, diciamo che loro ti creano il substrato, l'humus insieme a predisposizione genetica, su cui poi la psiche può attecchire più facilmente.
    iRoby
    8797
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: Joe Torpado
    > > Ok, il cancro al cervello per esempio da
    > quale
    > > fattore é causato?
    >
    > Una mia amica neuropsichiatra ha un'idea
    > interessante sul cancro a mammelle e utero delle
    > donne.
    >
    > il 99% di quelle con questa patologia hanno
    > problemi in famiglia col marito o con la
    > famiglia.
    > Ossia è accaduto quello che dice spesso il
    > filosofo e cineasta Silvano Agosti, che il
    > matrimonio è una specie di schiavitù o
    > prostituzione a piccole
    > rate.
    >
    > E alcune donne a livello inconscio non
    > troverebbero via d'uscita diversa dalla
    > morte.
    > Per cui l'origine psicosomatica avrebbe molto
    > senso.
    >
    > Ovviamente non è una tesi che a livello
    > scientifico troverebbe molti sostenitori. Anche
    > se ultimamente la via psicosomatica di molte
    > malattie tra cui anche alcuni tumori si sta
    > indagando sempre di
    > più.
    >
    > Il cibo e l'inquinamento non sono le uniche
    > cause, diciamo che loro ti creano il substrato,
    > l'humus insieme a predisposizione genetica, su
    > cui poi la psiche può attecchire più
    > facilmente.
    Anche per l'ulcera allo stomaco per anni avevano detto che fosse psicosomatica, poi hanno trovato che la colpa era di un batterio che si cura con 15 giorni di antibiotici
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > Anche per l'ulcera allo stomaco per anni avevano
    > detto che fosse psicosomatica, poi hanno trovato
    > che la colpa era di un batterio che si cura con
    > 15 giorni di antibiotici

    Non necessariamente...
    C'è una tesi secondo cui molti batteri se sono simbiotici, cioè vivono con noi da moltissimi millenni, normalmente in stato di equilibrio non sono dannosi.

    Senza flora batterica nello stomaco non potremmo vivere e digerire il cibo.
    E anche quello che abbiamo addosso, hanno scopo difensivo.

    Quando scrivi che si guarisce con l'antibiotico mirato, non sai però in quanti casi ritorna dopo l'interruzione dell'antibiotico.
    E quanto ha fatto la riduzione dello stress e dell'equilibrio psicofisico.

    L'insieme del corpo umano e delle sue cellule, compresi i batteri simbionti ha un rapporto con la mente molto stretto.
    iRoby
    8797
  • Hanno ragione a dire che eventuali risultati sarebbero "sbalorditivi". Perché raccontati così mi sembrano una discreta mnchta.

    MacAfee come un antibiotico? Ctrl + Alt + Del in ogni cellula? Meno male che non hanno detto dove intenderebbero infilare le device USB.

    Secondo me queste ricerche vanno finanziate ma lasciate agli ingegneri biomedici, non agli informatici.
    non+autenticato
  • invece di progettare cose astruse sarebbe già sufficiente un sistema esperto che metta in relazione i sintomi con le diagnosi su una popolazione di milioni di persone
    non+autenticato