Alfonso Maruccia

USA, class action contro i difetti di Windows 10

Gli utenti statunitensi denunciano Microsoft per conseguenze disastrose in seguito all'upgrade al nuovo OS. Gli avvocati cercano lo status di class action; per Microsoft la causa non ha motivo di esistere

Roma - Dai tribunali americani arrivano nuovi guai legali per Microsoft e Windows 10, un sistema operativo che secondo l'accusa sarebbe "difettato" e avrebbe portato alla distruzione dei dati degli utenti dopo l'upgrade. L'insistenza di Redmond con la sua offerta che non si poteva rifiutare, vale a dire l'installazione del suddetto OS, potrebbe costare molto caro alla corporation dal punto di vista economico e non solo.

Microsoft avrebbe gestito nel peggiore dei modi l'aggiornamento a Windows 10, sostiene l'accusa, senza adoperare la dovuta cura e considerazione nella progettazione, distribuzione e nell'avvisare gli utenti dei rischi. Di conseguenza, un numero piuttosto alto di netizen statunitensi (nell'ordine di centinaia o migliaia) si è trovato alla fine con un sistema non più funzionante.

Dei tre individui che hanno dato il via alla causa, la prima (Stephanie Watson) ha dovuto subire il passaggio a Windows 10 senza aver dato il consenso all'operazione; alla fine i dati sono stati cancellati, poi parzialmente recuperati dallo staff Geek Squad e la "vittima" sostiene di aver dovuto acquistare un nuovo PC.
Il secondo utente coinvolto (Robert Saiger) dice di aver acconsentito all'upgrade, ma una volta installato il nuovo OS il PC ha smesso di funzionare e i dati sono andati perduti; infine, la terza vittima (Howard Goldberg) ha ceduto al >nagware di Microsoft installando Windows 10 dopo sei mesi di "inviti" quotidiani e si è ritrovato con un PC non più funzionante e i dati irrecuperabili.

Gli avvocati vogliono trasformare la causa in una class action, e accusano Microsoft di aver gestito un'operazione (l'upgrade forzoso a Windows 10 appunto) che ha portato a un gran numero di casi di malfunzionamento, incompatibilità, perdita di dati (personali o professionali) e addirittura hard disk danneggiati.

Nel rispondere alle accuse, Microsoft ha espresso una prevedibile difesa d'ufficio dell'upgrade gratuito a Windows 10 e della possibilità data agli utenti di passare "alla versione di Windows più sicura e produttiva" che c'è. "I clienti potevano scegliere di non installare l'upgrade" o anche di tornare al loro vecchio sistema nei primi 31 giorni, ha tagliato corto la corporation, quindi la nuova causa non ha ragione d'essere. L'ultima volta che si è trovata costretta ad affrontare i tribunali per le conseguenze dell'aggiornamento a Windows 10, però, Microsoft ha deciso di chiudere la questione con un accomodamento economico di 10.000 dollari.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
33 Commenti alla Notizia USA, class action contro i difetti di Windows 10
Ordina
  • Per evitare questi problemi dovrebbero smetterla di lanciare nuove versioni de SO, andare di rolling release, investire nello store cloudificare (passatemi il termine) massicciamente in modo da monetizzare svincolandosi dal parafigma del venditore di licenze, mettersi d' accordo con i produttori di HW al fine di rilasciare drivers assolutissimamente incompatibili con le versioni anteriori di windows.

    Praticamente qualcosa di molto simile ad un recinto senza uscite o come lo chiamano i fan della mela un "ecosistema".

    Allora e solo allora avrebbero dovuto pensare al data mining e al modello di business basato sulla pubblicità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Per evitare questi problemi dovrebbero smetterla
    > di lanciare nuove versioni de SO, andare di
    > rolling release, investire nello store
    > cloudificare (passatemi il termine)
    > massicciamente in modo da monetizzare
    > svincolandosi dal parafigma del venditore di
    > licenze, mettersi d' accordo con i produttori di
    > HW al fine di rilasciare drivers
    > assolutissimamente incompatibili con le versioni
    > anteriori di
    > windows.
    >
    > Praticamente qualcosa di molto simile ad un
    > recinto senza uscite o come lo chiamano i fan
    > della mela un
    > "ecosistema".
    >
    > Allora e solo allora avrebbero dovuto pensare al
    > data mining e al modello di business basato sulla
    > pubblicità.

    Ehi sei un genio, hai praticamente descritto cosa ha fatto microsoft negli ultimi anni. Dovrebbero assumerti, è chiaro che hai vision.
    non+autenticato
  • Cominciamo:

    1) lo store non se lo caga quasi nessuno,
    2) nel 2023 windows 10 non sarà più supportato il che lascia pensare al lancio di una nuova versione, quindi continua il solito paradigma del venditore di licenze.
    3) pochissime apps dipendono dal cloud = è facile craccarle. Quelle poche app cloudificate (p.e. office) spesso hanno una controparte NON cloud.
    4) continuano ad infilare nuovi drivers nei loro SO più vecchi tramite gli updates.

    Praticamente stanno facendo l' esatto contrario di quello che si erano prefissati al lancio di quel coso. Obiettivi raggiunti 0. Hai capito adesso perchè non possono permettersi il lusso di monetizzare con l' advertising? Perchè non hanno ancora il benedetto "ecosistema".
    non+autenticato
  • - Scritto da: nom cognom
    > Cominciamo:
    >
    > 1) lo store non se lo caga quasi nessuno,

    Ovvio, dopo che per decenni la gente si e' abituata a cercare il software nei siti di warez e cracconi vari, non la riporti piu' all'ovile.

    > 2) nel 2023 windows 10 non sarà più supportato il
    > che lascia pensare al lancio di una nuova
    > versione, quindi continua il solito paradigma del
    > venditore di
    > licenze.

    E del preinstallato! Non dimenticare il preinstallato.

    > 3) pochissime apps dipendono dal cloud = è
    > facile craccarle. Quelle poche app cloudificate
    > (p.e. office) spesso hanno una controparte NON
    > cloud.

    Nessuno vuole dipendere dal cloud, neanche gratis.

    > 4) continuano ad infilare nuovi drivers nei loro
    > SO più vecchi tramite gli
    > updates.

    Per forza, altrimenti la gente pensa che su winsozz non va piu' un caxxo e passa ad altro.

    > Praticamente stanno facendo l' esatto contrario
    > di quello che si erano prefissati al lancio di
    > quel coso. Obiettivi raggiunti 0.

    Perche' era tutto basato sulla premessa di "tanto sono idioti e cliccheranno su aggiorna gratis".
    Hanno fallito.

    > Hai capito
    > adesso perchè non possono permettersi il lusso di
    > monetizzare con l' advertising? Perchè non hanno
    > ancora il benedetto
    > "ecosistema".

    E mai ce l'avranno.
  • Il modello rolling è molto discutibile, principalmente perché rende complicati (ovvero forieri di problemi) molti aggiornamenti e perché rende il sistema "ignoto": cosa c'è in una iso e cosa c'ho fatto nell'ultimo anno posso ricordarlo, o meglio, documentarlo con una qualche soluzione di provisioning IaC (Salt, Ansible, sino a Cacti, Puppet, Chef, ... CFengine), ci sarà sempre un'epsilon non documentata ma si può superare facilmente. Su una macchina con anni di servizio e ritocchi alle spalle è tutta un'altra (poco tracciabile) storia. Senza contare che su una rolling hai scarsa abitudine ad installare, un cambio macchina, un'espansione o restore dell'installato è sempre rischiosa, ignota, poco testata.

    Leggiti il famoso paper sugli "immutable servers"; pensa a Chaos MonkeyA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Il modello rolling è molto discutibile,
    > principalmente perché rende complicati (ovvero
    > forieri di problemi) molti aggiornamenti e perché
    > rende il sistema "ignoto": cosa c'è in una iso e
    > cosa c'ho fatto nell'ultimo anno posso
    > ricordarlo, o meglio, documentarlo con una
    > qualche soluzione di provisioning IaC (Salt,
    > Ansible, sino a Cacti, Puppet, Chef, ...
    > CFengine), ci sarà sempre un'epsilon non
    > documentata ma si può superare facilmente. Su una
    > macchina con anni di servizio e ritocchi alle
    > spalle è tutta un'altra (poco tracciabile)
    > storia.

    Concordo, quelle sono macchine che andrebbero spente per il bene di tutti.

    > Senza contare che su una rolling hai
    > scarsa abitudine ad installare, un cambio
    > macchina, un'espansione o restore dell'installato
    > è sempre rischiosa, ignota, poco
    > testata.
    >
    > Leggiti il famoso paper sugli "immutable
    > servers"; pensa a Chaos Monkey
    >A bocca aperta
    non+autenticato
  • Hum, e allora col tuo PC che ci fai? Perché direi che tutti i "server" del mondo son provisionati e installati con una certa cadenza, quelli che non lo sono in genere sono appliance cinesi, server dimenticati utili come cavalli di troia per qualche LAN, sistemi gestionali di molto dubbia affidabilità ecc.

    Il problema vero è avere installer comodi che permettano il deploy bare-metal con la stessa facilità che oggi abbiamo per il provisioning. IOW il vero problema è risolvere un problema non cercare di rimandarlo il più possibile.
    non+autenticato
  • Tutte le volte che qualcuno muove causa a Microsoft per qualcosa, alla fine (comunque vada a finire, con una sentenza, una mula o un accordo) l'usabilità di Windows peggiora anziché migliorare, perché andare dietro agli azzeccagarbugli è una strada contromano rispetto a quello che gli utenti richiedono.
    non+autenticato
  • E cosa dovrebbero fare i clienti con un' azienda che non li ascolta?
    non+autenticato
  • Abbandonare l'azienda mafiosa ed arrogante nel deserto senz'acqua e scegliere altro.
    Non è difficile sai? Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: MicroShit Supporter
    > Abbandonare l'azienda mafiosa ed arrogante nel
    > deserto senz'acqua e scegliere
    > altro.
    > Non è difficile sai? Occhiolino

    Considera com'è microsoft centrica l'informatica in molti settori, la vedo difficile.
  • >
    > Considera com'è microsoft centrica l'informatica
    > in molti settori, la vedo
    > difficile.

    La tassa dell'ignoranza e della pigrizia
    non+autenticato
  • - Scritto da: MicroShit Supporter
    > Abbandonare l'azienda mafiosa ed arrogante nel
    > deserto senz'acqua e scegliere
    > altro.
    > Non è difficile sai? Occhiolino

    Non uso prodotti microsoft.
    non+autenticato
  • ma gli avvocati M$ di questo[1] cosa ne pensano? forse un disturbato mentale poi prontamente licenziato?Sorride

    [1]http://www.webnews.it/2016/12/27/upgrade-a-windows.../
    non+autenticato
  • Dice che Microsoft non si assume alcuna responsabilità per alcunché circa i suoi prodotti... Non credo abbian molta possibilità di vincere a meno che Microsoft stessa non li faccia vincere per evitare che si cominci a discutere della liceità di licenziare e vendere un prodotto di fatto senza garanzie...
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Dice che Microsoft non si assume alcuna
    > responsabilità per alcunché circa i suoi
    > prodotti... Non credo abbian molta possibilità di
    > vincere a meno che Microsoft stessa non li faccia
    > vincere per evitare che si cominci a discutere
    > della liceità di licenziare e vendere un prodotto
    > di fatto senza
    > garanzie...

    dove lo dice ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: androidiano
    > - Scritto da: xte
    > > Dice che Microsoft non si assume alcuna
    > > responsabilità per alcunché circa i suoi
    > > prodotti... Non credo abbian molta
    > possibilità
    > di
    > > vincere a meno che Microsoft stessa non li
    > faccia
    > > vincere per evitare che si cominci a
    > discutere
    > > della liceità di licenziare e vendere un
    > prodotto
    > > di fatto senza
    > > garanzie...
    >
    > dove lo dice ?

    Tu sei uno di quelli che non ha mai letto una licenza software in tutta la tua vita, vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Fuddaro
    > Tu sei uno di quelli che non ha mai letto una
    > licenza software in tutta la tua vita,
    > vero?

    se lo dici tu, ma dove lo dice ?
    non+autenticato
  • Dopo quello che e' stato scritto sull'iphone che si sblocca con la thunderbird, adesso arriva questo articolo menzognero che osa affermare che l'aggiornamento a winx ha peggiorato lo stato dei PC.

    Ma dove?
    Ma quando?
    Ma chi?

    winx e' il miglior sistema operativo di sempre, a 360 gradi! (cit.)
  • - Scritto da: panda rossa
    > Dopo quello che e' stato scritto sull'iphone che
    > si sblocca con la thunderbird, adesso arriva
    > questo articolo menzognero che osa affermare che
    > l'aggiornamento a winx ha peggiorato lo stato dei
    > PC.
    >
    > Ma dove?
    > Ma quando?
    > Ma chi?
    >
    > winx e' il miglior sistema operativo di sempre, a
    > 360 gradi!
    > (cit.)

    Quotone quotone quotone ... ... ...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)