Claudio Tamburrino

Google, pay per Street View

Un milione di euro la sanzione fissata dal Garante della privacy per riparare alle violazioni commesse attraverso Street View. Google ha già pagato

Google, pay per Street ViewRoma - Google ha pagato la multa da un milione di euro inflittagli lo scorso 18 dicembre dal Garante italiano per la protezione dei dati personali per le violazioni rivelate in Street View.

L'autorità aveva deciso di multare l'azienda ICT per la violazione degli articoli 13, 162 e 164 del codice per la tutela della privacy, relativi alla mancanza di informativa agli utenti e della creazione di una "banca dati di particolari dimensioni in occasione della raccolta di dati effettuata dalla società mediante le c.d. Google cars nell'ambito del servizio denominato Street View".

L'avvio delle indagini risale al 2010, passato del tempo da quando le macchine del servizio di mappatura di Google hanno iniziato a percorrere le strade di tutto il mondo, arrivando anche in Italia per fotografare a tappeto il territorio, le case e le persone casualmente inquadrate.
A non piacere all'autorità italiana, come d'altronde a quelle europee, ma anche agli Stati Uniti e alla Corea, il fatto che le cosiddette Google Cars non fossero facilmente riconoscibili, che Mountain View non preannunciasse il loro passaggio e che le fotografie scattate venissero caricate automaticamente online da Google per formare le sue mappe, provvedendo a rimuovere volti, targhe o altri dati sensibili solo dopo una segnalazione. Su richiesta delle autorità italiane, Google si era adeguata a pubblicare sulle pagine di cronaca locale di almeno due quotidiani e a comunicare per mezzo di un'emittente radiofonica locale i suoi passaggi, rendendo nel contempo le sue autovetture più riconoscibili, attraverso cartelli ed adesivi.

Altresì problematica, la raccolta delle informazioni relative alle reti WiFi dei cittadini: Mountain View avrebbe rastrellato questi dati per affinare le operazioni di geolocalizzazione, captando nel contempo le informazioni non cifrate che transitavano su queste Reti. Una pratica sotto la lente anche presso le autorità italiane, per cui Google ha già fatto ammenda, senza rinunciare a difendersi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
33 Commenti alla Notizia Google, pay per Street View
Ordina
  • ...praticamente da sempre, non solo su richiesta dei cittadini.
    Non ho MAI visto su google un volto o una targa riconoscibile, da quando è iniziato il servizio street view, se non per sbaglio, e sono casi molto rari.
    Per i dati raccolti sulle reti wi-fi private, invece big G va punita: il GPS fornisce GIA' la geolocalizzazione, non c'è nessun bisogno di "sniffare" il traffico internet altrui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rico
    > Non ho MAI visto su google un volto o una targa
    > riconoscibile, da quando è iniziato il servizio
    > street view, se non per sbaglio, e sono casi
    > molto rari.

    Io vedo qualche targa quasi ogni volta che lo uso, una volta anche di un caro amico, che tra l'altro aveva parcheggiato in sosta vietatissima...
    non+autenticato
  • Sono sempre stato appassionato dei servizi di Google, è vero che i volti non sono riconoscibili ma perchè non oscurare tutta la persona e le macchine?
    Invece per i dati wifi, google si limitava a prendere il SSID e non il traffico.
    Sinceramente per quella del wifi non ci vedo tutti questi problemi.
    Sapere che in quel poste c'è un wifi con quel ssid dov'è il problema?
    non+autenticato
  • > ...praticamente da sempre, non solo su richiesta
    > dei
    > cittadini.
    > Non ho MAI visto su google un volto o una targa
    > riconoscibile, da quando è iniziato il servizio
    > street view, se non per sbaglio, e sono casi
    > molto
    > rari.

    Evidentemente non lo usi cosí spesso, o non lo usi fin dall'inizio. Adesso i volti sono oscurati, ma appena pubblicati online non lo erano. E per catturare una schermata da Street View basta un clic, come saprai.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > ...praticamente da sempre, non solo su
    > richiesta
    > > dei
    > > cittadini.
    > > Non ho MAI visto su google un volto o una
    > targa
    > > riconoscibile, da quando è iniziato il
    > servizio
    > > street view, se non per sbaglio, e sono casi
    > > molto
    > > rari.
    >
    > Evidentemente non lo usi cosí spesso, o non
    > lo usi fin dall'inizio. Adesso
    >
    i volti sono oscurati, ma appena
    > pubblicati online non lo erano. E per catturare
    > una schermata da Street View basta un clic, come
    > saprai.

    Comunque in luogo pubblico non mi risulta sia vietato fotografare persone. Altrimenti i giornali di gossip non potrebbero esistere. Può essere fastidioso per chi lo subisce, questo sì, ma è un altro discorso e infatti fa bene Google ad oscurare. Ma milioni di multa quando l'algoritmo di oscuramento fallisce? A me pare una scusa per spillare soldi e basta.
  • > Adesso
    > >
    i volti sono oscurati, ma appena
    > > pubblicati online non lo erano. E per
    > catturare
    > > una schermata da Street View basta un clic,
    > come
    > > saprai.
    >
    > Comunque in luogo pubblico non mi risulta sia
    > vietato fotografare persone.

    Fotografare no. Pubblicare quelle immagini senza il consenso espresso sì.
    Non so se hai mai fatto caso che nei telegiornali, quando mettono immagini di repertorio di luoghi all'aperto frequentati da passanti, inquadrano solo le gambe o al più il busto, mai il volto. Oppure utilizzano inquadrature in cui tutti sono di spalle, in quel momento. Diversamente dovrebbero chiedere ai passanti, uno per uno, la liberatoria, ed è una gran seccatura.


    > Altrimenti i
    > giornali di gossip non potrebbero esistere.


    Attenzione, i giornali di pettegolezzi (chissà perché si pensa che il termine inglese sia più gentile: non lo è affatto) parlano di personaggi pubblici: uomini politici, attori, cantanti, sportivi, giornalisti tv. Per loro la protezione della privacy è molto più limitata: non si può andare a mettere una microspia sotto le lenzuola, questo no, ma tutto il resto è in genere ammesso.


    > Ma milioni di multa quando
    > l'algoritmo di oscuramento fallisce? A me pare
    > una scusa per spillare soldi e
    > basta.

    Spesso lo scopo delle multe è dire "sveglia!" agli imprenditori. I quali, presi dalla pigrizia, non modificherebbero una virgola nelle procedure adottate, non si sveglierebbero, insomma.

    Questo caso di multa per pubblicità ingannevole c'entra poco, ma anche qui, nessuno sostiene che si voglia rimediare a un torto infliggendo una sanzione:

    http://www.ilfattoalimentare.it/uliveto-e-rocchett...

    Si ribadisce il principio che non si possono ingannare i consumatori, anche se è possibile che nessuno sia cascato nella trappola. Diversamente, la volta successiva la multa sarà più salata.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Attenzione, i giornali di pettegolezzi (chissà
    > perché si pensa che il termine inglese sia più
    > gentile: non lo è affatto) parlano di personaggi
    > pubblici: uomini politici, attori, cantanti,
    > sportivi, giornalisti tv. Per loro la protezione
    > della privacy è molto più limitata: non si può
    > andare a mettere una microspia sotto le lenzuola,
    > questo no, ma tutto il resto è in genere
    > ammesso.

    Perché mai la legge dovrebbe essere diversa per loro?
    Ok che non è MAI in pratica vero, ma almeno in TEORIA la legge è uguale per tutti.

    E poi cosa si intende per "pubblicare"?
    Street view non è certo un giornale
  • > > Attenzione, i giornali di pettegolezzi
    > (chissà
    > > perché si pensa che il termine inglese sia
    > più
    > > gentile: non lo è affatto) parlano di
    > personaggi
    > > pubblici: uomini politici, attori, cantanti,
    > > sportivi, giornalisti tv. Per loro la
    > protezione
    > > della privacy è molto più limitata: non si
    > può
    > > andare a mettere una microspia sotto le
    > lenzuola,
    > > questo no, ma tutto il resto è in genere
    > > ammesso.
    >
    > Perché mai la legge dovrebbe essere diversa per
    > loro?

    Ci sono diverse sentenze della Cassazione che sanciscono questa diversità. Un personaggio pubblico ha espressamente rinunciato alla sua sfera privata, o almeno, a parte di essa.
    Non è mica un obbligo essere un personaggio pubblico.


    > Ok che non è MAI in pratica vero, ma almeno in
    > TEORIA la legge è uguale per
    > tutti.

    La legge è uguale per tutti nel senso che non esiste disparità di trattamento per quanto riguarda i processi. Nobili e plebei, ricchi e poveri, simpatici e antipatici sono giudicati allo stesso modo e con gli stessi criteri dagli stessi tribunali.
    La legge può stabilire benissimo che alcune particolari categorie abbiano un trattamento diverso: insultare dietro le spalle il vicino di casa costituisce "diffamazione", insultare il Presidente della repubblica costituisce "Offese all'onore o al prestigio del presidente della Repubblica", ed è più grave.


    > E poi cosa si intende per "pubblicare"?
    > Street view non è certo un giornale

    È uguale. Le foto non stanno in server interni a Google, consultabili esclusivamente dai dipendenti. Le può vedere chiunque abbia un PC, un telefonino o una tavoletta e una connessione a internet.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > Attenzione, i giornali di pettegolezzi
    > > (chissà
    > > > perché si pensa che il termine inglese
    > sia
    > > più
    > > > gentile: non lo è affatto) parlano di
    > > personaggi
    > > > pubblici: uomini politici, attori,
    > cantanti,
    > > > sportivi, giornalisti tv. Per loro la
    > > protezione
    > > > della privacy è molto più limitata: non
    > si
    > > può
    > > > andare a mettere una microspia sotto le
    > > lenzuola,
    > > > questo no, ma tutto il resto è in genere
    > > > ammesso.
    > >
    > > Perché mai la legge dovrebbe essere diversa
    > per
    > > loro?
    >
    > Ci sono diverse sentenze della Cassazione che
    > sanciscono questa diversità. Un personaggio
    > pubblico ha espressamente rinunciato alla sua
    > sfera privata, o almeno, a parte di
    > essa.
    > Non è mica un obbligo essere un personaggio
    > pubblico.

    Che idiozia. E chi dice cosa è un un "Personaggio pubblico"?
    Dove si firma per diventarlo?
    E poi, anche se fosse, si violerebbe comunque il principio dell'uguaglianza davanti alle norme.
    Questi magistrati ormai stanno violando anche le BASI del diritto, ormai.
    Lasciamo perdere i privilegi del PDR che roba da monarchia più che da repubblica democratica.
  • > > > Perché mai la legge dovrebbe essere
    > diversa
    > > per
    > > > loro?

    > > Ci sono diverse sentenze della Cassazione che
    > > sanciscono questa diversità. Un personaggio
    > > pubblico ha espressamente rinunciato alla sua
    > > sfera privata, o almeno, a parte di
    > > essa.
    > > Non è mica un obbligo essere un personaggio
    > > pubblico.

    > Che idiozia. E chi dice cosa è un un "Personaggio
    > pubblico"?

    Scusa, chi dice che cosa è un "secchio" e cosa un "secchione"? Le convenzioni linguistiche fra italiani, cos'altro? Mi pare lampante.Sorride

    Per un rapida disamina del discrimine tra privati cittadini e personaggi pubblici, ti consiglio questa trascrizione di un incontro di Stefano Rodotà, nella risposta alla domanda che inizia con "Professore, scusi, io credo che debba essere stabilita una netta differenza fra la privacy di un personaggio pubblico..."

    http://www.emsf.rai.it/grillo/trasmissioni.asp?d=1...

    Ovviamente esistono testi giuridici più approfonditi.


    > Dove si firma per diventarlo?

    La notorietà si cerca e una volta ottenuta si constata a colpo d'occhio, non si acquista come se fosse un diploma universitario.


    > E poi, anche se fosse, si violerebbe comunque il
    > principio dell'uguaglianza davanti alle
    > norme.

    Ripeto, no.
    La legge stabilisce in anticipo a quali categorie di persone e di lavoratori si applica una norma, e a quali no. Diversamente lo Stato non potrebbe funzionare.
    Portare una pistola con sé, e, ancora peggio, usarla, è un reato. Ma la polizia è pagata per farlo.
    Infilare un coltello nella pancia a una persona è un reato, ma un medico, se lo fa con un bisturi sterile durante un'operazione chirurgica, salva una vita e verrà probabilmente ringraziato.
    Prendere a pugni in faccia qualcuno è un reato, ma se la cosa avviene in un ring fra pugili diventa una pratica sportiva con molti ammiratori. E così via.
    Tu ti sei concentrato troppo sull' azione . In molti casi ciò che conta non è l'azione, ma la circostanza in cui avviene.


    > Questi magistrati ormai stanno violando anche le
    > BASI del diritto,
    > ormai.

    Questi magistrati il diritto lo conoscono perché lo hanno studiato.
    In compenso esistono molti individui, non solo su PI, che pensano che si possa parlare di legge come si parla di calcio al bar sport, e cioè senza capirne nulla.
    Non è così: pensare che la palla da calcio sia ovale non è poi tanto grave, si può esserne convinti e parlare per ore di Pelé e di Pizzaballa. Con il diritto una premessa errata invalida tutto il resto del ragionamento.Triste


    > Lasciamo perdere i privilegi del PDR che roba da
    > monarchia più che da repubblica
    > democratica.

    Prova a cambiare quell'articolo di legge, nulla è immutabile.
    Ricordo per inciso che il vilipendio alla bandiera non è stato eliminato, ma solo depenalizzato (in pratica, si paga una multa, e nemmeno così salata). Non c'era una maggioranza di parlamentari per eliminarlo del tutto non c'era, e secondo me, nemmeno una maggioranza di italiani lo desidera.
    Diventare adulti significa anche constatare che non tutti in questa società la pensano allo stesso modo.
  • Ma questo MacGeek è un po' bizzarro, diciamo, eh...
  • il garante della privacy ha il coraggio di comminare 1 milione di euro per street view per delle foto con i dettagli oscurati, mentre all'agenzia delle entrate che sta raccogliendo una banca dati impressionante su ogni singolo cittadino (e che ha pubblicato i redditi di tutti gli italiani su internet ricordiamocelo), quello va bene anzi è incoraggiato.

    garante dei miei stivali.
    non+autenticato
  • Ehm... google e Agenzia delle Entrate non sono la stessa cosa. Imbarazzato
    non+autenticato
  • > il garante della privacy ha il coraggio di
    > comminare 1 milione di euro per street view per
    > delle foto con i dettagli oscurati,

    Non proprio: i dettagli li hanno oscurati dopo . Su richiesta dei cittadini.


    > mentre
    > all'agenzia delle entrate che sta raccogliendo
    > una banca dati impressionante su ogni singolo
    > cittadino (e che ha pubblicato i redditi di tutti
    > gli italiani su internet ricordiamocelo),

    Anche qui, c'è da fare una precisazione: il Garante per la protezione dei dati personali, all'epoca era Pizzetti, ha immediatamente fatto ritirare dal web quel documento. La pubblicazione sarebbe stata causata da un fraintedimento del ministro Visco con il Garante.
    Ci furono in seguito anche condanne per chi quei dati cercava di rivenderli.


    > quello
    > va bene anzi è
    > incoraggiato.

    Cosa? Raccogliere dati sulle persone? Lo fa già l'anagrafe, da sempre, a chiunque chieda di fare la carta di identità.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > il garante della privacy ha il coraggio di
    > > comminare 1 milione di euro per street view
    > per
    > > delle foto con i dettagli oscurati,
    >
    > Non proprio: i dettagli li hanno oscurati
    > dopo . Su richiesta dei
    > cittadini.
    ma MOLTO piu no che si.... e' una roba assai gonfiata ,sopratutto da giornali e qualche azzeccagarbugli politico.
    Sulle facce, la roba era questa http://punto-informatico.it/2284084/PI/News/roma-s... (notare i toniCon la lingua fuori) aka questa http://www.theguardian.com/business/2008/may/13/go...

    sul wifi era ancora piu' imbarazzante il nonsense tecnico (con tutto che il codice che tirava su dati in piu' sulle reti aperte effettivamente c'era, e come noto tirava su monnezza inutile per gli scopi di geolocation di bigg) RISPETTO alla gazarra scatenata...

    LUNGI dal piacermi la progressiva orwellizzazione di google, il wardriving (per rimanere all'ultima) e' dal 2004 che si fa... societa' come la Skyhook lo fanno per vivere dallo stesso tempo.... ma "peggio"... la ggente pare non vedere l'ora di dare tutti i dati possibili usando google latitude (ora superato) dai cell. Non parliamo del resto...


    >
    > > mentre
    > > all'agenzia delle entrate che sta
    > raccogliendo
    > > una banca dati impressionante su ogni singolo
    > > cittadino (e che ha pubblicato i redditi di
    > tutti
    > > gli italiani su internet ricordiamocelo),
    >
    > Anche qui, c'è da fare una precisazione: il
    > Garante per la protezione dei dati personali,
    > all'epoca era Pizzetti, ha immediatamente fatto
    > ritirare dal web quel documento. La pubblicazione
    > sarebbe stata causata da un fraintedimento del
    > ministro Visco con il
    > Garante.
    si il 'fraintendimento' credo fosse dovuto ai traballamenti/caduta del governo e l'arrivo dell'Arcoriano, noto amante del fiscoSorride
    non+autenticato
  • > > > il garante della privacy ha il coraggio di
    > > > comminare 1 milione di euro per street view
    > > per
    > > > delle foto con i dettagli oscurati,
    > >
    > > Non proprio: i dettagli li hanno oscurati
    > > dopo . Su richiesta dei
    > > cittadini.

    > ma MOLTO piu no che si.... e' una roba assai
    > gonfiata ,sopratutto da giornali e qualche
    > azzeccagarbugli
    > politico.

    Hai un complesso di Edipo non risolto con gli azzeccagarbugli.


    > Sulle facce, la roba era questa
    > http://punto-informatico.it/2284084/PI/News/roma-s

    Esattamente non so quanti fossero i casi di cittadini che hanno protestato perché erano stati ripresi in luoghi in cui non dovevano essere, con persone con cui non dovevano essere, o semplicemente l'auto con targa leggibile era parcheggiata in luogo non appropriato. Queste lamentele si comunicano in via privata all'Autorità per la tutela dei dati personali, non si mandano ai giornali.
    Posso darti alcuni esempi che provengono dall'America:

    http://attivissimo.blogspot.dk/2007/06/google-stre...

    http://tinyurl.com/px8ngxk

    Azzeccagarbugli, eh?!?


    > sul wifi era ancora piu' imbarazzante il nonsense
    > tecnico (con tutto che il codice che tirava su
    > dati in piu' sulle reti aperte effettivamente
    > c'era, e come noto tirava su monnezza inutile per
    > gli scopi di geolocation di bigg) RISPETTO alla
    > gazarra scatenata...

    Gazzarra.
    Ma no, sulla questione del Wi-Fi c'è un'istruttoria a parte e non è ancora terminata. La multa riguarda solo le foto.


    > > Anche qui, c'è da fare una precisazione: il
    > > Garante per la protezione dei dati personali,
    > > all'epoca era Pizzetti, ha immediatamente fatto
    > > ritirare dal web quel documento. La
    > pubblicazione
    > > sarebbe stata causata da un fraintedimento del
    > > ministro Visco con il
    > > Garante.

    > si il 'fraintendimento' credo fosse dovuto ai
    > traballamenti/caduta del governo e l'arrivo
    > dell'Arcoriano, noto amante del fisco
    >Sorride

    All'epoca anche un altro "politico" ebbe da dire la sua su quella pubblicazione:

    http://tinyurl.com/3lu4z4

    Trasparenza sì, ma finché riguarda gli altri.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > > il garante della privacy ha il
    > coraggio
    > di
    > > > > comminare 1 milione di euro per
    > street
    > view
    > > > per
    > > > > delle foto con i dettagli
    > oscurati,
    >
    > > >
    > > > Non proprio: i dettagli li hanno
    > oscurati
    >
    > > > dopo . Su
    > richiesta
    > dei
    > > > cittadini.
    >
    > > ma MOLTO piu no che si.... e' una roba assai
    > > gonfiata ,sopratutto da giornali e qualche
    > > azzeccagarbugli
    > > politico.
    >
    > Hai un complesso di Edipo non risolto con gli
    > azzeccagarbugli.
    credo che il 'complesso' l'abbiano in molti (tranne gli azzecca medesimi) sin da DanteSorride

    >
    > > Sulle facce, la roba era questa
    > >
    > http://punto-informatico.it/2284084/PI/News/roma-s
    >
    > Esattamente non so quanti fossero i casi di
    > cittadini che hanno protestato perché erano stati
    > ripresi in luoghi in cui non dovevano essere, con
    > persone con cui non dovevano essere, o
    > semplicemente l'auto con targa leggibile era
    > parcheggiata in luogo non appropriato. Queste
    > lamentele si comunicano in via privata
    > all'Autorità per la tutela dei dati personali,
    > non si mandano ai
    > giornali.
    come no? proprio il link che hai proposto fa questo... appena lanciato il servizio, [ in Usa (non proprio patria della privacy tra l'altro), con il meccanismo ancora ovviamente da rodare ed era cmq gia prevista la cancellazione... prima a richiesta poi han migliorato via via l'automatismo..] son fioccate subito sui giornali (online) e blog alcune lagnanze di singoli, quindi rimbalzate in ogni dove.
    Anche se per lo piu' la caccia dei blog-giornali era alle bizzarrie catturate dalla telecamera.. non a strali lanciati sul piano legale da avvocati.( Poi ci sara' stato pure qualche errorino di operatori ...).
    Ma il punto era "cacate di mosca rispetto al risultato".. e non serve trascinare per anni in tribunale qualcuno per questo..

    >
    > > sul wifi era ancora piu' imbarazzante il
    > nonsense
    > > tecnico (con tutto che il codice che tirava
    > su
    > > dati in piu' sulle reti aperte effettivamente
    > > c'era, e come noto tirava su monnezza
    > inutile
    > per
    > > gli scopi di geolocation di bigg) RISPETTO
    > alla
    > > gazarra scatenata...
    >
    > Gazzarra.
    > Ma no, sulla questione del Wi-Fi c'è
    > un'istruttoria a parte e non è ancora terminata.
    > La multa riguarda solo le
    > foto.
    mica tanto... negli usa ha violato il Wiretap Act, e ha fatto ricorso (xche condannata).. e ha gia sganciato bei soldi per appianare cause.. idem in germania (meno $$ fortunatamente)... e immagino un po ovunque gli azzeccagarbugli si son presentati..


    >
    >
    > > > Anche qui, c'è da fare una
    > precisazione:
    > il
    > > > Garante per la protezione dei dati
    > personali,
    > > > all'epoca era Pizzetti, ha
    > immediatamente
    > fatto
    > > > ritirare dal web quel documento. La
    > > pubblicazione
    > > > sarebbe stata causata da un
    > fraintedimento
    > del
    > > > ministro Visco con il
    > > > Garante.
    >
    > > si il 'fraintendimento' credo fosse dovuto ai
    > > traballamenti/caduta del governo e l'arrivo
    > > dell'Arcoriano, noto amante del fisco
    > >Sorride
    >
    > All'epoca anche un altro "politico" ebbe da dire
    > la sua su quella
    > pubblicazione:
    >
    > http://tinyurl.com/3lu4z4
    >
    > Trasparenza sì, ma finché riguarda gli altri.
    eggia'... in genere e' un problema dei ricchiSorride Cmq accumunare grillo a un politico consumato, nel 2008 poi, e' un po forzato.
    non+autenticato
  • > > Hai un complesso di Edipo non risolto con gli
    > > azzeccagarbugli.

    > credo che il 'complesso' l'abbiano in molti
    > (tranne gli azzecca medesimi) sin da Dante
    >Sorride

    Che diceva Dante dei difensori in tribunale? Mi è sfuggita.



    > Queste
    > > lamentele si comunicano in via privata
    > > all'Autorità per la tutela dei dati personali,
    > > non si mandano ai
    > > giornali.

    > come no? proprio il link che hai proposto fa
    > questo... appena lanciato il servizio, [ in Usa
    > (non proprio patria della privacy tra l'altro),
    > con il meccanismo ancora ovviamente da rodare ed
    > era cmq gia prevista la cancellazione... prima a
    > richiesta poi han migliorato via via
    > l'automatismo..] son fioccate subito sui giornali
    > (online) e blog alcune lagnanze di singoli,
    > quindi rimbalzate in ogni
    > dove.

    Allora, se la circostanza era già stata denunciata alle autorità, e si era in attesa del processo, divulgarle ha un senso. Tanto sarebbero state pubblicate durante il processo, che è pubblico, si trattava solo di un'anticipazione. Questo negli Usa.
    Per quanto riguarda l'Italia: il Garante per i trattamento dei dati personali non è un giudice né un tribunale, e quindi si può confidare nella massima riservatezza mandando segnalazioni di violazioni da parte di Street view. Ed è per questo che, a memoria, non mi ricordo di foto eclatanti per la loro sfacciataggine con lo Street view italiano.


    > Ma il punto era "cacate di mosca rispetto al
    > risultato".. e non serve trascinare per anni in
    > tribunale qualcuno per
    > questo..

    Continui a confondere il caso Usa con quello italiano. Sono due vicende distinte, svoltesi su territori distinti e con leggi distinte. Qui si parla di quella italiana, per la cronaca; se vuoi commentare quella statunitense vai sui rispettivi articoli di PI.
    In Italia la multa l'ha inflitta il Garante, non c'è nessun tribunale qui, e, che io sappia, nemmeno avvocati.


    > > All'epoca anche un altro "politico" ebbe da dire
    > > la sua su quella
    > > pubblicazione:
    > >
    > > http://tinyurl.com/3lu4z4
    > >
    > > Trasparenza sì, ma finché riguarda gli altri.
    > eggia'... in genere e' un problema dei ricchiSorride
    > Cmq accumunare grillo a un politico consumato,
    > nel 2008 poi, e' un po
    > forzato.

    Ti sbagli:

    http://www.repubblica.it/speciale/2008/elezioni/re...

    (guarda la prima lista)
    La sigla era diversa, ma il riferimento era perfino più diretto.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > Hai un complesso di Edipo non risolto
    > con
    > gli
    > > > azzeccagarbugli.
    >
    > > credo che il 'complesso' l'abbiano in molti
    > > (tranne gli azzecca medesimi) sin da Dante
    > >Sorride
    >
    > Che diceva Dante dei difensori in tribunale? Mi è
    > sfuggita.
    uauauua...A bocca aperta e' un mashup tra l'inferno ( dantesco ) dove albergano gli avvocati , L'Avvocato del Diavolo e il povero ManzoniA bocca aperta

    (reminder: rileggere le cose scritte subito prima di pranzoCon la lingua fuori )

    > > Queste
    > > > lamentele si comunicano in via privata
    > > > all'Autorità per la tutela dei dati
    > personali,
    > > > non si mandano ai
    > > > giornali.
    >
    > > come no? proprio il link che hai proposto fa
    > > questo... appena lanciato il servizio, [ in
    > Usa
    > > (non proprio patria della privacy tra
    > l'altro),
    > > con il meccanismo ancora ovviamente da
    > rodare
    > ed
    > > era cmq gia prevista la cancellazione...
    > prima
    > a
    > > richiesta poi han migliorato via via
    > > l'automatismo..] son fioccate subito sui
    > giornali
    > > (online) e blog alcune lagnanze di singoli,
    > > quindi rimbalzate in ogni
    > > dove.
    >
    > Allora, se la circostanza era già stata
    > denunciata alle autorità, e si era in attesa del
    > processo, divulgarle ha un senso. Tanto sarebbero
    > state pubblicate durante il processo, che è
    > pubblico, si trattava solo di un'anticipazione.
    > Questo negli
    > Usa.
    per come me la ricordo io, la faccenda e' cosi: G. lancia un servizio portentoso, molti (giornali online, blogger ecc) vanno a caccia di 'cose curiose', queste rimbalzano, fanno 'scena', e qualcuno scopre di essere visibile proprio li', mentre barcolla ubriaco/in compagnia con l'amichetta/whatever. E si urta e abbaia. E la panna monta.
    In fondo bastava segnalare... ma intanto che il gioco legale lentamente si ingranava (per qualche mosca bianca eh... in genere si va oltre.. ) il blurring automatico procedeva a grandi balzi. Quando han iniziato a fare riprese qua in italia era gia' operante.
    Tra l'altro "mi sembra" che NON VEDESSIMO L'ORA di avere s.t. anche qui... mica sono stati velocissimi... all'inizio sono andati solo in famose citta'.. ora nel mio paesotto son passati 2 volte (e io non l'ho mai incrociata la g.carCon la lingua fuori )
    La % di chi si diverte con s.v. (anche in senso lato... avevano persino iniziato a segnalare ladri di appartamenti o d'auto) e' ENORMEMENTE superiore a quelli che han sventolato l'avvocato..


    > Per quanto riguarda l'Italia: il Garante per i
    > trattamento dei dati personali non è un giudice
    > né un tribunale, e quindi si può confidare nella
    > massima riservatezza mandando segnalazioni di
    > violazioni da parte di Street view. Ed è per
    > questo che, a memoria, non mi ricordo di foto
    > eclatanti per la loro sfacciataggine con lo
    > Street view italiano.
    mah... la roba arriva dal rimbalzo internettiano prima che il malcapitato trovi utile portare in tribunale big.g.
    >
    >
    > > Ma il punto era "cacate di mosca rispetto al
    > > risultato".. e non serve trascinare per anni
    > in
    > > tribunale qualcuno per
    > > questo..
    >
    > Continui a confondere il caso Usa con quello
    > italiano. Sono due vicende distinte, svoltesi su
    > territori distinti e con leggi distinte.
    NON confondo niente... la cagnara e' nata in Usa (questioni tecnice.. s.v. e' partito la') ed e' stata raccolta e propagata in europa... le vicende e le lagnanze sono identiche (e ovviamente con leggi distinte... generalmente piu stringenti -sulla carta-). Anzi quella 'wifi' direi che e' nata proprio in europa (germania)...
    Da cui il collegamento...

    > Qui si
    > parla di quella italiana, per la cronaca; se vuoi
    > commentare quella statunitense vai sui rispettivi
    > articoli di
    > PI.
    > In Italia la multa l'ha inflitta il Garante, non
    > c'è nessun tribunale qui, e, che io sappia,
    > nemmeno
    > avvocati.
    come no? il garante e' pieno di avvocati.
    Non e' un tribunale nel senso proprio del termine, ma agisce come tale. Si fa ricorso al garante, quello istituisce un procedimento, giudica e sentenzia (e piazza le spese processuali al soccombente), e commina pure sanzioni.

    > > > All'epoca anche un altro "politico"
    > ebbe da
    > dire
    > > > la sua su quella
    > > > pubblicazione:
    > > >
    > > > http://tinyurl.com/3lu4z4
    > > >
    > > > Trasparenza sì, ma finché riguarda gli
    > altri.
    > > eggia'... in genere e' un problema dei
    > ricchiSorride
    >
    > > Cmq accumunare grillo a un politico
    > consumato,
    > > nel 2008 poi, e' un po
    > > forzato.
    >
    > Ti sbagli:
    >
    > http://www.repubblica.it/speciale/2008/elezioni/re
    >
    > (guarda la prima lista)
    > La sigla era diversa, ma il riferimento era
    > perfino più
    > diretto.
    "politico consumato" what? aveva appena tirato fuori la Lista ...
    non+autenticato
  • > > Che diceva Dante dei difensori in tribunale?
    > Mi
    > è
    > > sfuggita.
    > uauauua...A bocca aperta e' un mashup tra l'inferno (
    > dantesco ) dove albergano gli avvocati ,
    > L'Avvocato del Diavolo e il povero Manzoni
    >A bocca aperta


    La prossima volta fai un mélange anche con La Gerusalemme liberata .
    Tu di mélange sei specialista, basta vedere in che lingua scrivi.


    > per come me la ricordo io, la faccenda e' cosi:
    > G. lancia un servizio portentoso, molti (giornali
    > online, blogger ecc) vanno a caccia di 'cose
    > curiose', queste rimbalzano, fanno 'scena', e
    > qualcuno scopre di essere visibile proprio li',
    > mentre barcolla ubriaco/in compagnia con
    > l'amichetta/whatever. E si urta e abbaia. E la
    > panna monta.

    E la querela parte.
    Proverbio: era meglio pensarci prima (all'offuscamento dei volti e delle targhe).


    > mah... la roba arriva dal rimbalzo internettiano
    > prima che il malcapitato trovi utile portare in
    > tribunale big.g.

    Tieni presente che finché c'era da girare stando al proprio PC per le strade USA, il mondo intero aveva gli occhi puntati; un giro virtuale per le strade italiane ha molto meno attrattiva. E quindi le immagini curiose sono state viste, e copiate, molto di meno.
    Ci sono foto compromettenti anche a Longyearbyen? Probabile, ma chi va a cercarle? Soprattutto, chi sa dov'è Longyearbyen, a parte chi ci abita?A bocca aperta



    > > > Ma il punto era "cacate di mosca
    > rispetto
    > al
    > > > risultato".. e non serve trascinare per
    > anni
    > > in
    > > > tribunale qualcuno per
    > > > questo..

    Lascia decidere ai singoli fotografati dalla macchina di Google cosa è meglio fare. Sono maggiorenni, e i diritti lesi sono i loro, non i tuoi.


    > > Continui a confondere il caso Usa con quello
    > > italiano. Sono due vicende distinte,
    > svoltesi
    > su
    > > territori distinti e con leggi distinte.

    > NON confondo niente...

    Invece sì. Qui si parla solo del caso italiano.
    Cosa me ne importa di quello che hanno deciso negli Usa?


    > > In Italia la multa l'ha inflitta il Garante,
    > non
    > > c'è nessun tribunale qui, e, che io sappia,
    > > nemmeno
    > > avvocati.

    > come no? il garante e' pieno di avvocati.

    Citamene un paio che ci lavorano attualmente, allora. Io non ne ho mai sentito parlare.



    > "politico consumato" what? aveva appena tirato
    > fuori la Lista
    > ...

    Politico in erba. Cambia qualcosa?Occhiolino
  • Intanto sarebbe già un passo avanti se eliminassimo l'ambiguo nome "Garante della Privacy" quando la 196/2003 gli attribuisce il compito di "Garante del Trattamento dei Dati Personali" che sono due cose diverse.

    In secondo, sarebbe non male se invece di cliccare sempre "Si, autorizzo" almeno una volta questa benedetta 196/2003 la leggessimo. Scoprendo che NON è un Codice della Privacy, ma un Codice sul TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI e che ha tutta una serie di eccezioni, tra cui IL RISPETTO DI NORME DI LEGGE, per cui NON è necessario né consenso né informativa. L'Agenzia delle Entrate raccoglie quei dati in virtù di specifiche norme di legge e quindi il Garante ha ben poco da poter obiettare, mentre Google le raccoglie in virtù di fini commerciali privati e quindi rientra nell'ambito dei poteri del Garante.

    Tra l'altro quella famosa diffusione scontentò solo due categorie di persone:
    - Gli Ostentatori con 8.000 Euro di reddito annuo, che hanno visto partire chiamate di segnalazione al 187
    - I responsabili del Personale che gli han fatto saltare anni di dividi et impera in cui a persone che facevano lo stesso lavoro davano stipendi completamente diversi

    Quelli che invece non gliene è fregato nulla erano proprio i malviventi, in primis i sequestratori, ai quali non interessa il Reddito, ma il PATRIMONIO. I Riscatti mica li chiedono a rate con addebito sul quinto dello stipendio...
    non+autenticato
  • certo che se continuano a gratificarle con qeuste "pacche sulla spalla"... da domani voglio le multe per parcheggio sul posto degli handicappati a 3 centesimi e il passaggio col rosso a 5 centesimi, ok?
    non+autenticato
  • groan... va bene tutto per gli azzecca... ma questo no dai (ammesso anche che fossero senza logo)...

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > groan... va bene tutto per gli azzecca... ma
    > questo no dai (ammesso anche che fossero senza
    > logo)...
    >
    >
    > [img]http://farm6.staticflickr.com/5196/5797586833

    Magari questa foto è stata fatta "dopo la cura"
  • - Scritto da: Skywalkersenior
    > - Scritto da: bubba
    > > groan... va bene tutto per gli azzecca... ma
    > > questo no dai (ammesso anche che fossero senza
    > > logo)...
    > >
    > >
    > >
    > [img]http://farm6.staticflickr.com/5196/5797586833
    >
    > Magari questa foto è stata fatta "dopo la cura"
    cioe la MEGAtelecamera l'han messa DOPO? e prima con cosa riprendevano? col nokia 6600?Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Skywalkersenior
    > - Scritto da: bubba
    > > groan... va bene tutto per gli azzecca... ma
    > > questo no dai (ammesso anche che fossero senza
    > > logo)...
    > >
    > >
    > >
    > [img]http://farm6.staticflickr.com/5196/5797586833
    >
    > Magari questa foto è stata fatta "dopo la cura"
    No io la ho notata fin dalla prima volta che è passata!
    La camera era diversa ma "visibilissima" (con tanto di logo adesivo "google" sulla portiera) mi sono addirittura fermato a fare 4 chiacchere coi ragazzi (pagati "2 lire") che c'erano sopra...
    N.B.
    è pure ripassata (periodicamente "aggiornano") 1 anno e qualche mese dopo!
    e la "cura" ovvero la "riconoscibilità a vista" della google car (prima e dopo le polemiche) era esattamente la stessa!
    Certo se uno è cieco ... non la vede..... e neppure il cane che porti a spasso pure se la vede non ti abbaia in "cagnese" "occhio alla google car"... per ora non gli riesce...
    Tolto questo caso escludo che la google car passi vicino a chiunque senza essere "notata" che c'è qualcosa di .... strano non proprio come nella "tua" auto e temo che salti all'occhio anche del più distratto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Skywalkersenior
    > > - Scritto da: bubba
    > > > groan... va bene tutto per gli azzecca... ma
    > > > questo no dai (ammesso anche che fossero senza
    > > > logo)...
    > > >
    > > >
    > > >
    > >
    > [img]http://farm6.staticflickr.com/5196/5797586833
    > >
    > > Magari questa foto è stata fatta "dopo la cura"
    > No io la ho notata fin dalla prima volta che è
    > passata!
    > La camera era diversa ma "visibilissima" (con
    > tanto di logo adesivo "google" sulla portiera) mi
    > sono addirittura fermato a fare 4 chiacchere coi
    > ragazzi (pagati "2 lire") che c'erano
    > sopra...
    > N.B.
    > è pure ripassata (periodicamente "aggiornano") 1
    > anno e qualche mese
    > dopo!

    Forse dipende dalle zone o da altri fattori. Ho un cliente che ha aperto una vetrina 3 anni fa dove prima c'era solo un muro, ma su Street View c'è ancora il muro... e parliamo della SS.33 del Sempione poco fuori Milano

    > Certo se uno è cieco ... non la vede.....

    In questo caso la cecità è quella conclamata dei nostri legislatori, quindi non fatico a credere che tutto l'ambaradan sia stato messo in piedi senza verifica alcuna, tanto per incassare qualche spicciolo da chi ne ha tanti.

    > Tolto questo caso escludo che la google car passi
    > vicino a chiunque senza essere "notata" che c'è
    > qualcosa di .... strano non proprio come nella
    > "tua" auto e temo che salti all'occhio anche del
    > più
    > distratto!

    Beh, partiamo anche dal presupposto che, strano ma vero, al mondo esiste gente che non usa il PC e non conosce Google e tutti i connessi.
  • - Scritto da: Skywalkersenior

    > Beh, partiamo anche dal presupposto che, strano
    > ma vero, al mondo esiste gente che non usa il PC
    > e non conosce Google e tutti i
    > connessi.
    Vabbè
    Partiamo pure ma se "non conosce Google e tutti i connessi" è improbabile che se ne lamenti...... e chieda la rimozione della foto che non ha mai visto e non sa neppure che esista.
    Partiamo ma non arriviamo da nessuna parte in quel modo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Skywalkersenior

    > Forse dipende dalle zone o da altri fattori
    Si dipende (ovviamente) dalle zone e anche dal fatto che ci fossero errori da correggere nella precedente mappatura....
    Nel caso di casa mia c'erano diversi errori tra cui il fatto che la strada finiva in un giardino privato che diventava improvvisamente una via che si trova da tutt'altra parte.
    Ma comunque in alcune città (non so con che criterio) e alcune zone fanno "aggiornamenti" anche se non c'erano errori.
    non+autenticato